Covid-19: la Germania inserisce i Paesi Bassi tra le aree ad alta incidenza

CONDIVIDI

mercoledì 7 aprile 2021

I Paesi Bassi sono considerati dalla Germania "area ad alta incidenza" secondo la classificazione prodotta dall'Istituto Robert Koch. Lo ha comunicato la BGL, Associazione tedesca di rappresentanza del settore trasporto e logistica, che ha poi fornito un rapido promemoria sugli obblighi relativi a ingresso e uscita dal territorio tedesco dalle "aree" così classificate.
Ne ha dato notizia l'associazione italiana Fiap.

Obbligo di registrazione per gli autisti di camion

Per le persone che hanno soggiornato in aree ad alta incidenza al di fuori della Germania negli ultimi 10 giorni prima dell'ingresso, c'è l'obbligo di registrarsi tramite la seguente pagina.

Non vi è alcuna eccezione a questo obbligo di registrazione per gli autisti di camion. Tuttavia, c'è un'eccezione all'obbligo di registrazione (per tutte le persone, quindi anche per i camionisti)che hanno transitato nell'area ad alta incidenza senza un soggiorno.

Se la registrazione è obbligatoria, ma la registrazione digitale all'entrata non è possibile a causa della mancanza di attrezzature tecniche o di malfunzionamenti tecnici, all'ingresso deve essere esibita una nota sostitutiva completamente compilata secondo il modulo disponibile qui.

Obbligo test COVID-19 prima di entrare in Germania

Le persone che hanno soggiornato in una zona ad alta incidenza negli ultimi 10 giorni prima dell'ingresso devono sottoporsi a un test COVID-19 (test PCR o test rapido secondo i criteri OMS) prima di entrare in Germania e presentarlo alle autorità competenti su richiesta. Gli autisti di camion sono esentati da questo requisito per soggiorni inferiori a 72 ore. Per soggiorni superiori a 72 ore, i conducenti devono sottoporsi a un test COVID-19 prima di entrare in Germania.

In risposta alla domanda frequente su cosa si deve fare se il periodo di 72 ore viene superato in modo imprevisto, riceviamo regolarmente l'informazione poco soddisfacente dall'RKI che, per essere sicuri, il conducente dovrebbe effettuare il test prima di entrare nel paese se c'è il rischio che il periodo di 72 ore venga superato.

Tag: coronavirus, fiap

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Green pass e logistica: Fiap, dal 15 ottobre possibili gravi inefficienze e danni economici

Scaffali vuoti, crisi dei carburanti e blocco delle industrie. Questo, secondo Fiap, è lo scenario economico che potrebbe concretizzarsi nel Paese quando subentrerà, il 15 ottobr...

Emergenza Covid, in arrivo buoni taxi e ristori per le imprese di trasporto privato

Tre decreti per sostenere persone e imprese penalizzate economicamente dalla crisi sanitaria. Li ha firmati il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannin...

Obbligo Green pass: le aziende potranno effettuare una verifica anticipata del possesso del certificato

Il Governo ha fornito nuove istruzioni per le aziende in merito all’obbligo del Green Pass in tutti i luoghi di lavoro introdotto a decorrere dal 15 ottobre. Lo ha comunicato la Fedit.La nuova...

One Day Truck&Logistics 2021: il punto sul cambiamento della filiera

Il 4 e 5 ottobre scorsi le imprese della filiera estesa del trasporto, della logistica e dell’aftermarket truck sono tornate a Bologna per l’appuntamento con One Day Truck & Logistics...

Obbligo Green pass dal 15 ottobre, Unatras chiede chiarimenti per l'autotrasporto

Il 15 ottobre scatterà l'obbligo di presentare il Green pass sul posto di lavoro e le associazioni dei trasporti e della logistica, attraverso una lettera, hanno chiesto al Governo di chiarire...

Green Pass autotrasporto: ecco tutte le certificazioni valide

Pubblicato l'elenco di vaccini somministrati all'estero, che risultano validi per l'ottenimento del certificato Green Pass.Lo ha comunicato la Fedit. In una circolare, il Ministero della salute...

Regno Unito: appello per trovare 300 autisti stranieri, rispondono solo in 127

Solo 127 autisti di mezzi pesanti hanno fatto richiesta, dall'estero, per il visto temporaneo di lavoro nel Regno Unito dopo la Brexit. Il governo sta offrendo circa 300 visti immediati rivolto ad...

Trasporto pubblico: report Mims, 323% di servizi aggiuntivi in più rispetto all’anno scorso

In attuazione delle linee guida emanate ad agosto, le Regioni e le Province autonome, i Comuni e le aziende dei trasporti hanno potenziato i servizi aggiuntivi per evitare gli assembramenti e...