Treno Verde: a Pesaro rilevazioni oltre i limiti

CONDIVIDI

venerdì 18 marzo 2016

Il Treno Verde, storico convoglio di Legambiente e del Gruppo FSI, è giunto a Pesaro, sesta tappa della campagna 2016 organizzata con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare. Il Treno ha lo scopo di monitorare la qualità dell’aria e l’inquinamento acustico, ma anche quello di diffondere una cultura basata su smart cities, ecoquartieri, mobilità nuova e stili di vita responsabili.

La rilevazione, effettuata nella città marchigiana, mostra che su quattro dei cinque punti monitorati il rumore continua a presentare criticità, con valori di decibel oltre i limiti consentiti.

Pesaro, così come altri capoluoghi marchigiani, lo scorso anno ha superato il “bonus” di 35 giorni di sforamento delle concentrazioni di inquinanti, ed è a tal proposito che Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche, ha dichiarato: “Solo adottando nuove politiche di mobilità incentrate su trasporto pubblico locale, treni per pendolari e mobilità alternativa potremo raggiungere migliori livelli di vivibilità e liberare i nostri centri urbani dalla cappa inquinante”.

La Regione Marche si è sempre dimostrata attenta alle politiche ambientali e alla qualità della vita delle sue città. Si propone come protagonista di una svolta, sollecitando la Regione a istituire un tavolo permanente sulla qualità dell’aria al quale gli attori coinvolti presenteranno le proposte, tra le quali nuova mobilità fatta di piste ciclabili e più trasporto pubblico locale, chiusure al traffico dei centri abitati, potenziamento della linea ferroviaria adriatica, efficienza energetica degli edifici, più spazi verdi e prevedendo, inoltre, un sistema sanzionatorio per chi inquina.

Ci si aspetta, dunque, una risposta forte delle istituzioni poiché, se da una parte il comportamento virtuoso dei cittadini contribuirà a diminuire le emissioni nocive, dall’altra parte sarà necessario incentivare l’uso del mezzo pubblico rendendolo più rapido di quello privato ed attivare l’uso di parcheggi fuori dalla città tramite un efficiente servizio di bus-navetta. Ben venga anche l’estensione delle aree pedonali e ztl che, come dimostrano i monitoraggi del Treno Verde, sono grandi antidoti allo smog.

"Non da ultimo occorre pianificare lo sviluppo urbanistico della città proprio in relazione alla sua vivibilità e viabilità, fermando l’urbanizzazione incontrollata e diffusa, azzerando il consumo di suolo anche per i pubblici edifici, incentivando e facilitando le ristrutturazioni edilizie puntando all’efficientamento energetico” ha affermato Enzo Frulla, presidente del circolo Legambiente Pesaro.



Gloria De Rugeriis

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Cicloturismo e ferrovie: sui treni Intercity prenotabili i posti bici, gratis fino al 30 novembre

Fs Italiane comunica che sono prenotabili i posti bici su due prime rotte coperte dai treni Intercity. Il servizio è gratis fino al 30 novembre. Biker e appassionati in sella possono prenotare...

Alta Velocità Brescia-Verona: cerimonia di avvio lavori della Galleria di Lonato del Garda

“La linea ferroviaria AV/AC è un’opera strategica per il Veneto e per l’intero Paese, che la Regione ha sempre sostenuto. L’auspicio è che i lavori previsti tra...

I veicoli inquinanti non guideranno l'Italia fuori dalla crisi: appello di associazioni di medici e ambientalisti al Governo e al Parlamento

Un gruppo di associazioni per la tutela dell'ambiente e della salute, incluse Associazione Medici per l'Ambiente - ISDE Italia, Cittadinanzattiva, Cittadini per l'aria, European Public Health...

CittàMEZ: il rapporto di Legambiente sulla mobilità a emissioni zero in Italia

In cinque grandi città italiane – Milano, Napoli, Venezia, Bologna, Torino e Firenze – più di un terzo degli spostamenti – tra il 34 e il 58% – si compie a...

Stati Generali Economia, Legambiente: tre proposte al Governo per semplificazioni, infrastrutture, mobilità

Prevedere interventi normativi che puntino alle semplificazioni per combattere la burocrazia o i “tappi” che bloccano gli investimenti green, dare il via a opere davvero utili e...

Mobilità elettrica: associazioni ambientaliste scrivono al Governo su prestito a FCA

Se FCA vuole accedere al prestito di 6,3 miliardi di euro a tasso agevolato e garantito dallo Stato, deve impegnarsi a creare in Italia una catena di valore della mobilità elettrica, per...

Ferrovie: le 10 peggiori linee secondo il rapporto Pendolaria di Legambiente

Le linee ferroviarie peggiori d'Italia sono l'ex Circumvesuviana, la Roma Nord-Viterbo e la Roma-Ostia Lido. Lo afferma Legambiente nel dossier Pendolaria, rapporto che ogni anno racconta il...

Ecosistema urbano 2019, Trento in testa alla classifica delle città più "green"

Trento, Mantova, Bolzano, Pordenone e Parma in testa alla classifica stilata da Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore sulle performance ambientali dei capoluoghi di...