Verso un trasporto merci a zero emissioni: le 8 priorità del Gruppo di lavoro italiano

CONDIVIDI

martedì 7 dicembre 2021

Il raggiungimento del taglio del 55% delle emissioni climalteranti al 2030 e della neutralità climatica al 2050 passa anche attraverso la decarbonizzazione del trasporto merci. I furgoni e camion elettrici a batterie (BEV) sono ad oggi la miglior la soluzione disponibile sia da un punto di vista ambientale, contribuendo ad abbattere le emissioni di CO2 e di inquinanti locali, sia da un punto di vista economico, come dimostra il raggiungimento della parità di costo (TCO) già a partire dal 2025. Una quota del trasporto merci sarà interessata dall’alimentazione a idrogeno con Fuel Cell, mentre il sistema di elettrificazione con catenaria stradale sembra il più complesso da utilizzare.

Il Summary Report “Conclusioni e raccomandazioni per l’Italia” sintetizza le modalità operative, le assunzioni di modelli e i principali risultati del Rapporto promosso dalla European Climate Foundation.

Al Gruppo di lavoro italiano hanno partecipato ABB, Cambridge Econometrics, Confartigianato Imprese, Confartigianato Trasporti, Scania, Kyoto Club, MOTUS-E, Politecnico di Milano, Tesla, Transport & Environment Italia, UPS Italia. Il team ha discusso sulla base del Rapporto Tecnico, le problematiche tecniche, economiche e ambientali collegate allo sviluppo di veicoli merci verso zero emissioni al 2050, elaborando 8 raccomandazioni necessarie per l’Italia.

Lo studio è stato presentato oggi in occasione dell’evento online “Verso un trasporto merci a zero emissioni al 2050 in Italia”, al quale è intervenuto anche il ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini.

Veicoli a batteria, a catenaria e a idrogeno

Nel Report Tecnico sono stati definiti quattro differenti scenari potenziali di sviluppo delle tre tecnologie: BEV (veicoli con batteria), ERS (veicoli a catenaria) e FCEV (veicoli alimentati a idrogeno), indicati dal gruppo di esperti al fine di calcolarne l’impatto in termini di CO2 e TCO (Total Cost of Ownership), a confronto con uno scenario base di riferimento (REF).

I vantaggi economici e ambientali derivanti dalla diffusione dei veicoli elettrici a batteria non solo si rendono evidenti nel corso degli anni nei confronti dei veicoli diesel, ma anche rispetto alle soluzioni concorrenti, idrogeno e catenaria, per i minori costi di acquisto e di esercizio, nonché per la maggior facilità di diffusione dei mezzi e delle infrastrutture necessarie ad alimentarli.

Dal Rapporto emerge come, nonostante una ipotesi di fine vendita per i VAN al 2035 e dei veicoli pesanti al 2040, non si raggiungano zero emissioni al 2050: un risultato che evidenzia l’urgenza di non posticipare la decarbonizzazione e agire subito.

Il Gruppo di Lavoro ha chiesto pertanto ai ministeri competenti di predisporre subito una Strategia per un trasporto merci a zero emissioni al 2050, che includa anche riequilibrio modale ed efficienza del sistema, anticipando così il Piano Generale dei Trasporti e della Logistica (PGTL) in corso di elaborazione.

Le 8 priorità indicate nel Summary Report

  • La necessità che i ministri competenti adottino una strategia nazionale per la decarbonizzazione del trasporto merci a zero emissioni entro il 2050 è la prima di 8 priorità indicate all'unanimità dal Gruppo di Lavoro. 

    Di seguito, il Gruppo di lavoro individua come raccomandazioni rilevanti:
  • L'aggiornamento del Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima, nel quale si stima un fabbisogno di potenza installata di impianti da rinnovabili pari a 70 GW al 2030 per rendere sempre più pulito il mix energetico italiano e spingere l’elettrificazione dei trasporti e la produzione di idrogeno “verde”.

  • L’accelerazione della realizzazione di infrastrutture di ricarica per il trasporto merci.

  • Investire in Italia in modo massiccio nella ricerca di nuove tecnologie per la produzione e il riciclo di batterie.

  • Adottare un sistema di incentivi destinati agli autotrasportatori, per l’acquisto di veicoli a zero emissioni. Introdurre sconti sui pedaggi stradali e autostradali.

  • Riorientare progressivamente i Sussidi Ambientalmente Dannosi (da SAD a SAF) destinati all’autotrasporto verso aiuti ai veicoli merci a zero emissioni e alla realizzazione di infrastrutture di ricarica.

  • Programmare una Strategia nazionale per limitare la circolazione dei veicoli più datati, a partire dalle aree urbane e metropolitane, così da ridurne significativamente l’impatto.

  • Relativamente al mancato raggiungimento della neutralità climatica al 2050, sottolineata nel Rapporto nonostante un phase-out delle vendite di veicoli pesanti a combustione interna al 2040, necessità di attuare politiche che favoriscano il riequilibrio modale (shift) e l’efficienza del sistema (avoid) da un lato, e, dall’altro, pongano in essere azioni concrete volte a creare i presupposti necessari ad anticipare una transizione sostenibile a veicoli a zero emissioni per alcune categorie di trasporti.
Tag: trasporti sostenibili, trasporto merci, ibrido, camion elettrici, idrogeno

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Logistic Digital Community: appuntamento a Genova il 24 gennaio con il convegno su cyber security e logistica

"Cyber security, un'emergenza per la filiera Trasporti e Logistica". E' questo il titolo della tavola rotonda organizzata dalla Logistic Digital Community dedicata al tema della sicurezza...

Renault Trucks: risparmio di carburante fino al 10% con la nuova generazione di motori

Renault Trucks sta equipaggiando le gamme T, T High, C e K con i nuovi motori DE11 e DE13 che, integrati alle più avanzate tecnologie come il Turbo Compound, permettono di ridurre i...

Covid: in Lussemburgo nuove misure sul lavoro, ecco le regole per gli autotrasportatori

In Lussemburgo sono state applicate nuove disposizioni in materia di misure sanitarie. Lo ha comunicato Confartigianato Trasporti.Le misure sono applicabili dal 15 gennaio al 28 febbraio 2022...

Camion: a dicembre 2021 cresce il traffico dei mezzi pesanti in Germania

  Il chilometraggio dei mezzi pesanti soggetti a pedaggio sulle autostrade tedesche nel mese di dicembre 2021 - corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato - è aumentato...

Gts Rail: da febbraio nuova tratta Brindisi-Bologna. Con la novità di tariffe last minute

Dal prossimo 5 febbraio l’operatore intermodale ferroviario Gts Rail opererà la nuova tratta Brindisi-Jesi-Bologna. La nuova linea andrà ad affiancare l’ormai consolidata...

Pininfarina disegna il primo camion robot cinese

"La fiducia di DeepWay in Pininfarina ha generato una partnership di successo. Essere supportati da Baidu e LionBridge offre a DeepWay un vantaggio intrinseco nella tecnologia di guida autonoma, nel...

Trasportounito: penalizzati gli investimenti nei veicoli a gas, necessario estendere il recupero accise

Il mondo dell'autotrasporto ha iniziato da tempo il processo di adeguamento ai nuovi parametri green fissati dalle politiche che promuovono la transizione energetica. Ma ora le associazioni...

Transpotec Logitec 2022 slitta di una settimana: appuntamento dal 12 al 15 maggio 2022

Slittano nuovamente le date di apertura del Transpotec Logitec. Dopo il recente annuncio del posticipo a causa del perdurare della pandemia,  la rapida evoluzione del contesto e la...