Manuale CQC 2021: differiti i termini di decorrenza dei nuovi programmi di qualificazione iniziale

venerdì 8 ottobre 2021

In arrivo modifiche al Manuale CQC 2021, pubblicato recentemente dalla Direzione Generale della Motorizzazione. I termini di decorrenza dei nuovi programmi di qualificazione iniziale, anche di integrazione, e dei relativi esami sono stati differiti.
Lo ha comunicato l'associazione Assotir.

Una nuova maxi circolare modifica la precedente relativa a "Nuove disposizioni in materia di corsi di qualificazione iniziale e formazione periodica per il conseguimento della carta di qualificazione del conducente, delle relative procedure d'esame e di soggetti erogatori dei corsi, di cui al DM 30 luglio 2021 e relativa disciplina transitoria - Manuale CQC 2021".


La modifica della circolare si rende, come recita la nuova Circolare perché "a parziale rettifica di quanto definito nella circolare prot. n. 28749 del 16 settembre 2021, si rappresenta che le disposizioni di tale decreto - il decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili 30 luglio 2021 -, limitatamente ai soli contenuti ed alle forme di erogazione della qualificazione iniziale, anche di integrazione, ordinaria o accelerata, e ai conseguenti contenuti d'esame, si applicano ai predetti corsi se avviati alla data del 2 gennaio 2022 (a prescindere dalla data di comunicazione dell'avvio del corso): continueranno quindi ad applicarsi le corrispondenti previsioni del DM 20 settembre 2013 (art. 7, commi da 1 ad 8; art. 8, commi da 1 a 6; art. 9, commi 1, 2, 4, primo periodo e 5).

Tale nuova disposizione si rende:
• conseguente alla disposizione di cui all'articolo 23,comma 5, del DM 30 luglio 2021, che prescrive l'obbligatorietà del materiale didattico, come disciplinato dall'articolo 4, comma 5, dello stesso decreto, a decorrere dal 1° gennaio 2022;
• necessitata dalla circostanza che la ritardata pubblicazione del citato decreto (soltanto in data 15 settembre 2021) e della relativa circolare attuativa (il giorno 27 successivo), non consentono agli operatori di settore di predisporre adeguati libri di testo, strettamente connessi al predetto materiale didattico, utili al fine di erogare lezioni conformi ai nuovi programmi dei corsi di qualificazione iniziale, anche di integrazione, introdotti dagli articoli 9 e 10 del più volte citato DM.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata