Gruppo FS: 83 milioni di passeggeri in treno nell'estate 2022

CONDIVIDI

martedì 27 settembre 2022

Durante l’estate appena terminata oltre 83 milioni di persone hanno scelto i treni del Gruppo FS per gli spostamenti.

Numeri che sembrano indicare la volontà di molti viaggiatori di “Ripensare il turismo” in una chiave di sostenibilità e responsabilità, invito che è stato adottato come slogan della Giornata Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite, che si celebra oggi. Un invito a riflettere sulle dinamiche di un settore chiamato a mettere sempre più al centro del suo sviluppo il rispetto delle persone, delle comunità e dei territori.

Parlare di turismo sostenibile e amico del Pianeta significa infatti in prima istanza ripensare le modalità con cui le persone si spostano, per favorire il cosiddetto shift modale, ovvero il cambiamento di abitudini nelle scelte di mobilità.

“Abbiamo registrato un aumento importante di passeggeri sia sull’Alta Velocità che sui regionali – commenta l’AD del Gruppo FS Luigi Ferraris –. “Quest’anno da luglio a settembre 12,5 milioni di passeggeri hanno scelto le Frecce e su tutti i treni di Trenitalia i passeggeri durante l’estate sono stati 83 milioni”.

Non solo Italia, però. Ferraris sottolinea che “va molto bene la tratta Milano-Parigi con oltre 400mila passeggeri trasportati dal 18 dicembre e con un load factor dell’85%”.

Inoltre, sempre durante l’estate è stata registrata per le Frecce, Intercity ed Eurocity una forte ripresa dei flussi dall’estero, con un aumento delle prenotazioni sul canale internazionale del 30% in più rispetto al 2019.

Anche per i mesi autunnali sembrano preannunciarsi buone prospettive. Da metà agosto a metà settembre le vendite sono in aumento (+6% rispetto al 2019) per Frecce, Intercity ed Eurocity.


Le iniziative di Trenitalia per un turismo sostenibile

Va nella direzione di un turismo sempre più dolce e sostenibile l’accordo siglato nei mesi scorsi da Trenitalia, Ministero del Turismo ed Enel per potenziare lo sviluppo di collegamenti ferroviari connessi anche con altre modalità di trasporto sostenibili verso le principali direttrici del paese. Per farlo saranno sviluppate particolari iniziative di promozione territoriale e accessibilità sostenibile a località ad alto interesse culturale in tutto il Paese, anche con itinerari sui treni storici promossi e organizzati dalla Fondazione FS.

Il Gruppo FS, inoltre, è impegnato affinché anche viaggiare in treno sia sempre più sostenibile rispetto al passato. A Innotrans – il Salone della tecnologia applicata ai trasporti che si è svolto nei giorni scorsi a Berlino, è stato presentato Blues, il nuovo treno regionale che consentirà di ridurre del 50% il consumo di carburante e di diminuire le emissioni di CO2 rispetto agli attuali mezzi diesel. Un treno dal DNA green, riciclabile al 95%.

E con il lancio del piano di autoproduzione energetica del Gruppo, inoltre, l’AD Luigi Ferraris ha promosso l’obiettivo di coprire con energie rinnovabili il 40% del fabbisogno energetico del Gruppo, accrescendo di circa il 10% la potenza complessiva fotovoltaica installata oggi in Italia per un investimento dell’ordine dei 1,6 miliardi di euro.

 

 

Tag: trenitalia, trasporto ferroviario

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Passante e nuova stazione AV di Firenze: RFI aggiudica gara da 1,1 miliardi

Rete Ferroviaria Italiana ha aggiudicato al consorzio che vede come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem la gara da oltre 1,1 miliardi per la realizzazione del...

In treno da Mestre all’aeroporto di Venezia: RFI aggiudica bando da 428 milioni

Un nuovo collegamento ferroviario costituito da una tratta a doppio binario di circa 8 km di cui 3 o 4 in galleria che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Punta a questo il...

Il trasporto ferroviario delle merci tra sfida energetica e PNRR: chiusa l’edizione 2022 di Mercintreno

Le nuove sfide che la crisi energetica apre per il sistema del trasporto ferroviario delle merci, il ruolo dell’innovazione come opportunità per rispondere all’aumento di domanda...

Intermodalità: dalla manovra 50 milioni per Marebonus e Ferrobonus

Un fondo di 50 milioni per il 2023 per il Marebonus e il Ferrobonus. Lo prevede uno degli articoli della bozza del testo definito dal Cdm sulla manovra.  Lo stanziamento punta allo sviluppo...

Costi energetici, digitalizzazione e rinnovo della flotta: le sfide post-pandemia di Trenord per servizi migliori

Il peso dei costi energetici e i lasciti del periodo della pandemia, la ripresa dei flussi di viaggiatori, le nuove sfide digitali, miglioramento dei servizi e rinnovo della flotta. Questi i punti al...

Caro energia, FerMerci: trasporto ferroviario merci a rischio blocco

“Il costo dell’aumento dell’energia elettrica per il trasporto ferroviario delle merci rischia di bloccare il settore, gli aiuti previsti nel Decreto Aiuti bis, approvato in scorsa...

Sistema di segnalamento digitale ferroviario: accordo quadro da 867 milioni tra Hitachi Rail e RFI

Prosegue il processo per implementare la tecnologia del segnalamento digitale sulla rete ferroviaria italiana grazie alla tecnologia ERTMS, che apporterà benefici al trasporto in termini di...

Costi energetici, Pnrr, digitalizzazione: gli operatori della logistica ferroviaria a confronto

Analizzare l’attuazione del PNRR nella crisi energetica, il futuro del Trasporto Intermodale e l’innovazione tecnologica per il trasporto ferroviario di merci alle prese con obiettivi...