Brexit: l'Europarlamento approva l'accordo commerciale UE-UK

CONDIVIDI

mercoledì 28 aprile 2021

La questione Brexit tiene ancora col fiato sospeso tutto l'Europa a causa, soprattutto, delle conseguenze che potrebbe avere sui traffici commerciali.

Proprio in questi giorni il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza l'accordo che stabilisce le regole delle future relazioni Ue-Regno Unito.

Con l'approvazione del Parlamento, l'accordo entrerà in vigore, dopo il voto formale del Consiglio, il 30 aprile.

Il 24 dicembre 2020 i negoziatori Ue e del Regno Unito avevano trovato la quadra sull'accordo commerciale e di cooperazione che stabilisce i termini della futura cooperazione. Per ridurre al minimo le perturbazioni, l'accordo è stato applicato provvisoriamente dal 1° gennaio 2021. Il consenso del Parlamento è necessario affinché l'accordo entri in vigore in modo permanente, prima della sua scadenza il 30 aprile 2021. Con l'approvazione in plenaria, l'accordo entrerà in vigore, dopo il voto formale del Consiglio, il 30 aprile prossimo.

Obiettivo limitare le conseguenze negative dell'uscita del Regno Unito

Nella risoluzione preparata dal gruppo di coordinamento per il Regno Unito e dalla Conferenza dei presidenti, il Parlamento accoglie favorevolmente la conclusione dell'Accordo commerciale e di cooperazione che limita le conseguenze negative dell'uscita del Regno Unito dall'Ue, considerato dal Parlamento un "errore storico", in quanto "nessun Paese terzo può godere degli stessi benefici di uno membro".

La plenaria dà poi un giudizio positivo anche sull'Accordo commerciale a zero quote e zero tariffe tra l'Ue e il Regno Unito e le garanzie sulle regole per la concorrenza leale, che "potrebbero servire come modello per futuri accordi commerciali". Inoltre, il Parlamento è d'accordo con le disposizioni riguardanti, tra l'altro, la pesca, i consumatori, il traffico aereo, l'energia e la protezione dei dati. Tuttavia, i deputati deplorano che il Regno Unito "non abbia voluto che l'accordo si estendesse alla politica estera, di sicurezza e di sviluppo e non abbia voluto confermare la propria partecipazione al programma di scambio di studenti Erasmus+".

Il Pe chiede al Governo britannico "di agire in buona fede e di attuare pienamente i termini degli accordi che ha firmato", compreso il protocollo sull'Irlanda e l'Irlanda del Nord, e di applicarli "secondo il calendario stabilito congiuntamente con la Commissione europea". Infine, i deputati sottolineano che il Parlamento "deve svolgere un ruolo rilevante nel monitoraggio dell'applicazione dell'accordo, anche attraverso un coinvolgimento in possibili future azioni unilaterali dell'Ue nell'ambito dell'intesa".

Tag: brexit, trasporto merci, trasporti internazionali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

A22: siglato protocollo per un nuovo centro di controllo mezzi pesanti

Organizzare l'attività interforze nel nuovo centro di controllo per mezzi pesanti, in fase di realizzazione a lato della barriera del Brennero, a Vipiteno. A questo scopo è stato...

IBE Bus Driver of the Year: IBE Intermobility and Bus Expo premia gli autisti più bravi

La figura dell'autista è al centro della decima edizione di IBE Intermobility and Bus Expo 2022, che si svolgerà a Rimini dal 12 al 14 ottobre. Con il contest IBE Bus Driver...

Sostenibilità: 27 camion a idrogeno Hyundai XCIENT Fuel Cell entrano nelle flotte di sette aziende tedesche

La Germania punta alla neutralità carbonica. Sette aziende tedesche nel settore della logistica, della produzione e della vendita al dettaglio inseriranno 27 camion a idrogeno Hyundai XCIENT...

Emissioni e trasporti: dall'Ue una consultazione pubblica per compiere scelte informate e più sostenibili

Facilitare la misurazione e il confronto delle prestazioni ambientali delle diverse modalità di trasporto. La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica su un'iniziativa volta a...

Divieti camion Tirolo: chiusura dei percorsi alternativi nelle date del dosaggio

Il Tirolo dispone nuove limitazioni al traffico. Il provvedimento riguarda alcune strade alternative e si collega al sistema di dosaggio già attivo per i mezzi pesanti sulla A12 per...

In Francia parte la sperimentazione con semirimorchi 46 ton che operano nel trasporto combinato

Avviata in Francia la sperimentazione di semirimorchi con oltre 4 assi a 46 tonnellate impegnati in trasporti combinati con ferrovie o vie navigabili.Sono interessati dalla sperimentazione i...

Fondo 500mln autotrasporto: ecco come richiedere il credito d'imposta

Pubblicato sul sito del MIMS il Decreto della Direzione Generale per la sicurezza stradale e l’autotrasporto che definisce le modalità di erogazione del fondo da 496 milioni di euro...

Costi di esercizio fermi a gennaio 2022: Assotir chiede l'intervento del ministro Giovannini

  L'associazione Assotir chiede di procedere alla ripubblicazione dei valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio di un’impresa di autotrasporto per conto terzi, "fermi a...