Trenitalia e Regione Veneto sottoscrivono nuovo contratto di servizio. Sarà valido fino al 2032

giovedì 11 gennaio 2018 17:28:04

Nuovo contratto di servizio tra Trenitalia e Regione Veneto. Resterà valido fino a dicembre del 2032. A firmarlo oggi a Venezia sono stati Elisa De Berti, assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti e Orazio Iacono, Amministratore delegato di Trenitalia. Presenti anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia e l'ad del Gruppo FS Italiane, Renato Mazzoncini.

Il nuovo contratto di servizio definisce le caratteristiche principali dell'offerta ferroviaria regionale e punta a incrementare la qualità dei servizi destinati ai pendolari. Del valore di 4.546 milioni di euro, comprensivo di corrispettivi e ricavi da mercato, definisce anche un investimento in autofinanziamento di più di un miliardo di euro, di cui 619 milioni per l'acquisto di 78 nuovi treni Rock e Pop, 250 per manutenzione ciclica, 59 per rinnovo di treni già in circolazione, 60 per impianti di manutenzione, 18,4 per tecnologie e informatica.

Il contratto di servizio di 10 anni + 5 tra Regione Veneto e Trenitalia è stato sottoscritto in coerenza con la normativa europea 1370, che presuppone per tale durata la presenza di consistenti investimenti. La progressiva entrata in esercizio di nuovi treni continuerà ad abbassare l'età media della flotta regionale. 

Il Veneto, ha detto il ministro Delrio, avrà la flotta più giovane d'Europa e, parlando del contratto sottoscritto - ha spiegato: "È molto importante e mira a rendere più semplice la vita dei pendolari con treni più dignitosi e con maggiore puntualità e comfort. È frutto di una collaborazione molto stretta tra lo Stato e la Regione Veneto che consentirà con oltre un miliardo di investimenti non solo di produrre treni nuovi, quindi di cambiare tutta la flotta del Veneto e farla diventare la più giovane d'Europa in pochi anni, ma soprattutto di produrre nuovo lavoro e di consentire alle fabbriche italiane che producono i treni di avere nuovo lavoro".

Sul fronte dei programmi pluriennali sul lavoro e la capacità di programmazione derivanti dai contratti di servizio tra Ferrovie e Regioni, il ministro ha sottolineato che "ordinare treni per 4 anni vuol dire creare più lavoro, perché questi treni si fanno in stabilimenti italiani". 


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie che riguardano trasporto ferroviario?
Iscriviti gratis alla newsletter settimanale di Trasporti-Italia.com e le riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica

Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Treno

Altri articoli della stessa categoria

Ferrovie: firmato il contratto di servizio tra Trenitalia e Regione Lazio

venerdì 22 giugno 2018 14:22:59
È stato firmato oggi dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitali...

Treni: viaggiare in compagnia degli amici a quattro zampe grazie alla partnership Italo e Amici Cucciolotti

mercoledì 20 giugno 2018 17:30:28
Al via la campagna pet-friendly targata Italo e Amici Cucciolotti. Viaggiare sull’alta velocità con i propri amici a quattro zampe non è...

Trenitalia: Thello, carrozze rinnovate per i treni notte fra Italia e Francia

martedì 19 giugno 2018 16:07:57
Le carrozze dei treni notte Thello, società controllata da Trenitalia (Gruppo FS Italiane), sono state rinnovate per migliorare il comfort dei...

Trenitalia, Liguria: consegnati i primi due treni Jazz. Il taglio del nastro con il presidente Toti

lunedì 18 giugno 2018 16:44:49
Consegnati i primi due nuovi treni Jazz per i pendolari e i turisti della Liguria. Il tradizionale taglio del nastro e la presentazione dei moderni...

10 anni dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie: la storia in un volume

venerdì 15 giugno 2018 14:34:18
L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie è nata il 16 giugno 2008. L’Italia ha recepito una direttiva comunitaria che imponeva...