Ferrovia dei due mari, AdSP di Majo riceve il Comitato per il ripristino della Civitavecchia-Capranica-Orte

venerdì 21 febbraio 2020 13:02:34

Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo ha ricevuto una delegazione del Comitato che promuove il ripristino della linea ferroviaria Civitavecchia-Capranica-Orte, accompagnata da un rappresentante della Unione Interporti Riuniti (UIR) e dal Presidente della Compagnia Portuale di Civitavecchia.

Il Comitato ha chiesto al Presidentedell’AdSP di farsi portavoce presso le istituzioni regionali, nazionali ed europee sulla necessità, per il territorio, del ripristino della tratta.

“Ho accolto la richiesta dei membri del Comitato e, come ho loro anticipato, esamineremoin seno al Gruppo di Lavoro, che si sta occupando della redazione del Piano di Sviluppo Strategico per l’istituzione della futura Zona Logistica Semplificata,i vantaggi economici di tale collegamento ferroviario per lo sviluppo del porto di Civitavecchia” spiega il numero uno di Molo Vespucci, Francesco Maria di Majo.

Ferrovia dei due mari

Durante l'incontro il comitato a sottolineato i benefici ambientali, logistici e strategici dellla inea ferroviaria Civitavecchia-Capranica-Orte.

In particolare, sostengono, è di riferimento per la creazione di un corridoio ferroviario tra il Tirreno e l’Adriatico (Civitavecchia-Ancona, passando per Orte e l'Umbria) nonché per assicurare la connessione del porto di Roma con i corridoi Scandinavo Mediterraneo e Baltico-Adriatico della Rete transeuropea di transporto (TEN-T).

Il ripristino della linea rappresenta poi una grande opportunità per rilanciare il turismo delle aree interne, in coerenza con la legge sulle ferrovie turistiche che individua, tra le altre, proprio quella tratta.  

Determinerebbe, infine, importanti vantaggi sia sotto il profilo ambientale, spostando su ferro gran parte del traffico che, oggi, viaggia prevalentemente su gomma, sia in termini di sicurezza contribuendo a decongestionare lo snodo ferroviario di Roma da cui, attualmente, passa gran parte del traffico merci ferroviario da Civitavecchia verso l'Umbria e le Marche. Il ripristino della linea va nella direzione di quelli che sono gli obiettivi dell’Unione europea in termini di riduzione delle esternalità negative e, quindi, di CO2, e del green deal europeo.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie che riguardano trasporto ferroviario?
Iscriviti gratis alla newsletter settimanale di Trasporti-Italia.com e le riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica

Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Treno

Altri articoli della stessa categoria

Ferrovie: Germania, treno merci si schianta contro un pilone. Bloccata la linea Friburgo-Basilea

venerdì 3 aprile 2020 20:03:56
Un treno cargo della BLS che trasportava tir lungo la linea Friburgo-Basilea, si è schiantato contro un pilone di cemento in fase di demolizione. Il...

Fs, linea Brennero-Verona ulteriore ridimensionamento dei servizi

martedì 31 marzo 2020 14:57:52
In vigore da domani 1 aprile fino alla fine dell’emergenza sanitaria per Covid-19 un ulteriore ridimensionamento dei servizi ferroviari sulla linea...

Ferrovie dello Stato, l'utile 2019 sale a 584mln. Battisti: "Anno migliore della storia del Gruppo"

martedì 31 marzo 2020 20:39:47
A fine 2019, l'utile di Ferrovie dello Stato raggiunge 584 milioni di euro, con un incremento pari a 25 milioni di euro (+4,5% sul 2018).Il Consiglio di...

Fercargo, il trasporto intermodale ferroviario è strategico per la crisi coronavirus

mercoledì 18 marzo 2020 14:36:06
Il trasporto intermodale ferroviario è un asset strategico nella crisi coronavirus per tutta l’Europa, spiega FerCargo. Rivolgendosi ai Ministri...

Coronavirus: ferrovie, si fermano i treni notturni

sabato 14 marzo 2020 17:38:50
Da questa sera i treni notturni non saranno più disponibili. Il provvedimento emerge dal decreto firmato ieri dalla ministra delle infrastrutture e dei...