Porti di Ancona e Ortona: traffico merci in crescita nei primi sei mesi dell’anno

CONDIVIDI

venerdì 22 luglio 2022

“Questi dati confermano come i principali porti di Marche e Abruzzo siano protagonisti e a servizio della realtà economica e sociale di entrambi le regioni, con ricadute positive sia sulle città portuali sia sul territorio. È compito dell’AdSP creare le condizioni affinché gli operatori e le imprese portuali possano velocemente intercettare le opportunità di traffici offerte dal mercato per incrementarne uno sviluppo sostenibile”.

Così, Vincenzo Garofalo, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, commenta l’andamento positivo del traffico merci nei porti di Ancona e Ortona nel primo semestre 2022. I due scali, secondo l’elaborazione dell’Ufficio Statistiche dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centrale, segnano una crescita del traffico complessivo delle merci rispetto al primo semestre 2021: +9,2% per il porto di Ancona e +3,4% per lo scalo di Ortona.

Inoltre, nel porto di Pesaro è ripartito il traffico passeggeri con le prime due toccate della nave da crociera Artemis.

Porto di Ancona: merci in crescita rispetto al pre pandemia

Il traffico complessivo delle merci dello scalo dorico, nel primo semestre 2022, ammonta a 5,47 milioni di tonnellate, con una crescita del 9,2% rispetto al primo semestre del 2021, quando le merci movimentate sono state oltre 5 milioni di tonnellate. Segnale positivo rispetto al primo semestre 2019, periodo pre-pandemia, con un aumento del 5,3%.

È positivo il trend di ogni tipologia di merce nel porto di Ancona. I prodotti petroliferi movimentati dalla raffineria di Falconara Marittima sono stati 1.843.247 tonnellate (+9,1%). Le merci solide rinfuse, nel primo semestre 2022, sono state 277.213 tonnellate con una crescita di ben 109,9% caratterizzata soprattutto dalla movimentazione di prodotti cerealicoli, metalli, carbone, materiali per le costruzioni, destinati alla manifattura delle Marche e del Centro Italia.

È positivo il traffico container pari a 81.117 teu (+6,3%) nei primi sei mesi dell’anno. Ammontano a 1.448.556 tonnellate le merci trasportate nei tir, con un aumento del 3,6% sul primo semestre 2021.

Un dato che - sottolinea l'AdSP - conferma il valore dello scalo di Ancona nelle Autostrade del mare, grazie al buon andamento delle linee per i porti greci di Patrasso e Igoumenitsa e per l’Albania.

Da gennaio a giugno 2022 sono stati 264.330 i passeggeri (traghetti e crocieristi), che hanno scelto il porto di Ancona con una crescita del 54,8% rispetto al primo semestre 2021, quando furono 170.806. Un dato ancora inferiore al 2019, nel primo semestre furono 344.476 i passeggeri, ma che lentamente sta riprendendo quota rispetto al rallentamento del flusso degli ultimi due anni dovuto agli effetti dell’emergenza sanitaria.

Porto di Ortona: in diminuzione le merci liquide

Ammontano a 590.302 tonnellate le merci complessive movimentate nel primo semestre 2022 nel porto di Ortona. La crescita sullo stesso semestre 2021, quando le merci furono 570.671 tonnellate, è del 3,4%. Un incremento del 15% rispetto al primo semestre del 2019.

Il traffico delle merci rinfuse è stato di 401.420 tonnellate, con un aumento del 6,6% sullo stesso semestre del 2021 quando il traffico merci era stato di 376.739 tonnellate, trainato dai cereali e dalle materie prime secondarie. In leggero calo rispetto al primo semestre 2021 il traffico delle merci liquide, con 188.882 tonnellate.

Tag: porto di ancona, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porti sardi: riallineamento dei traffici al pre-covid nonostante la crisi economica

I numeri registrati nel 2022 dagli otto porti di competenza dell'AdSP del Mare di Sardegna mostrano un totale riallineamento, e in alcuni casi una crescita rispetto al 2019. A partire dai traffici...

Decreto rinnovo flotta mercantile: Confitarma chiede di non disperdere risorse non assegnate

“Grazie al prezioso lavoro e alla dedizione della nostra Amministrazione, in primis della Direzione Generale competente, è stata portata a termine la prima fase di attuazione di questo...

Nuova linea container tra Venezia e il Far East

Inaugurata una nuova tratta di collegamento tra Venezia e il Far East. Al porto di Venezia, presso il terminal Psa Venice Vecon, è giunta la MV Rijnborg, nave portacontainer di 176...

Assiterminal chiude il 2022 con un attivo di 83 operatori portuali associati

Il Gruppo Midolini, Alkion di Vado Ligure e Gruppo Amoruso di Salerno entrano in Assiterminal. L'associazione chiude così il 2022 con un attivo di 83 operatori portuali associati: imprese...

Zone franche, energia, reshoring: Monti lancia l’appello per la Sicilia hub d’Europa

“Per la prima volta forse dal dopoguerra a oggi la Sicilia ha la possibilità di diventare il centro effettivo non solo del Mediterraneo ma anche di un’Europa che dovrà...

Fast corridor Gioia Tauro-Padova: terminato l'iter per la realizzazione del corridoio ferroviario veloce per le merci

Il nuovo Fast corridor Gioia Tauro-Padova consentirà il trasporto rapido delle merci, su rotaia, dall'hub portuale calabrese all'interporto veneto e, da lì, di raggiungere...

Italia e Grecia sempre più vicine: Grimaldi e Gruppo Smet potenziano i collegamenti marittimi dalla Puglia

Grimaldi Group e il Gruppo Smet uniscono le forze per potenziare due linee fondamentali per il turismo e il trasporto merci intermodale tra la Puglia e la Grecia. Una strategia che lavora nell'ottica...

Assologistica e Assiterminal: un accordo per efficientare il sistema portuale

Assologistica e Assiterminal rappresentano componenti fondamentali della catena del valore e concordano sulla necessità di sviluppare sinergie in grado di efficientare il sistema portuale...