Attacchi informatici e trasporti: Federlogistica, necessarie risorse adeguate per difenderci

CONDIVIDI

venerdì 4 marzo 2022

Nella logistica e nei trasporti, soprattutto in questo momento di tensioni internazionali legate alla crisi in Ucraina, il rischio di attacchi informatici è notevolmente aumentato.
Lo sottolinea Davide Falteri, vicepresidente di Federlogistica con delega alla digitalizzazione, chiedendo che dal Pnrr vengano messe messe in campo risorse adeguate.

"Bisogna poter sfruttare al meglio e potenziare il sostegno economico da tradurre in investimenti sulla difesa informatica. Trasporti e logistica assicurano l'approvvigionamento e la circolazione delle merci - spiega Falteri – Ci stiamo attrezzando perché le aziende possano dotarsi di un pacchetto per la sicurezza dei dati, ma è indispensabile uno scatto in avanti di tutto il Paese, di una presa di coscienza che ormai tutto viaggia in rete, e che la rete, se non adeguatamente protetta, può strapparsi".

Nel 2021 le aziende di trasporto, logistica e shipping sono state tra gli obiettivi sensibili più colpiti

Faltieri ha ricordato che l'Italia si è dotata di un'agenzia nazionale per la cyber security solo sei mesi fa, mentre la Germania e la Francia lo hanno fatto dieci anni fa. Nel 2021 le aziende di trasporto, logistica e shipping sono state tra gli obiettivi sensibili più colpiti. Ma gli investimenti in cyber security sono stati di soli 1,3 miliardi di euro, com'è emerso dall'ultima round table della Logistic Digital Community, il progetto patrocinato da Confcommercio-Conftrasporto.

"Va fatto di più per mettere le imprese nelle condizioni di aggiornare le competenze dei lavoratori e garantire la continuità operativa – aggiunge Falteri – Da parte nostra, ci stiamo attrezzando per fornire alle aziende, anche attraverso Federlogistica service, la consulenza necessaria e un supporto concreto".

Tag: logistica, confcommercio

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto, La Spezia: da luglio maggiorazioni di 150 euro a viaggio a causa dei disagi

I disagi che vivono gli autotrasportatori che operano presso il porto La Spezia sono al centro di una nota diffusa da Fai Liguria (la Federazione degli Autotrasportatori Italiani aderente a...

Milano: distribuzione urbana più sostenibile con l'iniziativa Foody City Logistics

Sogemi e ATM hanno dato vita all'iniziativa Foody City Logistics. Si tratta di un modello di sostenibilità ambientale per la distribuzione urbana alimentare. Le due realtà partecipate...

La figura della logistica entra per la prima volta nel Codice civile

Per la prima volta nella storia della Repubblica viene introdotta la figura della logistica all’interno del Codice civile. La Camera ha approvato in via definitiva il D.L 36/2022 sul PNRR (A.C....

Intermodalità e flessibilità: le strategie della logistica per affrontare la crisi internazionale

Covid, aumento del costo dei noli, difficoltà di approvvigionamento, guerra in Ucraina: negli ultimi due anni il settore trasporti e logistica ha dovuto fronteggiare difficoltà...

Porto di Trieste: via al nuovo collegamento ferroviario con la Slovenia

“Il porto di Trieste si caratterizza per essere una piattaforma ferroviaria totale. Ormai non esiste nessun terminal nel nostro scalo che non sviluppi treni sia di tipo tradizionale sia...

Assiterminal: incentivare l'intermodalità ferroviaria nei porti

Un’accelerazione concreta sull’incentivazione all’intermodalità ferroviaria da e verso i porti, ampliando la vision attraverso tutti i nodi di collegamento tra Reti Ten...

Sfide e opportunità dell’autotrasporto 4.0: il 7 e l’8 luglio il IV Congresso Nazionale di Assotir

Innescare un cambio di passo significativo per il settore della logistica e puntare finalmente a un autotrasporto 4.0 aprendo un confronto tra politica, associazioni e imprese sulle principali sfid...

Al via l'Intermodal Academy Golia, la business school dedicata all'intermodalità

Entro il 2030, secondo quanto stabilito dall’Unione europea, il 30% della quota modale di trasporto merci su percorrenze superiori a 300 km dovrà essere trasferito su rotaie o sul mare....