Trasporti eccezionali: pubblicate in Gazzetta le linee guida

CONDIVIDI

martedì 20 settembre 2022

Pubblicato in Gazzetta il Decreto del MIMS sull’adozione delle “Linee guida sui trasporti in condizioni di eccezionalità”. Lo ha comunicato con una nota l'associazione Anita.

Oltre ad offrire una sintesi del quadro normativo dei trasporti in condizioni di eccezionalità sia in ambito nazionale che regionale, le linee guida descrivono i compiti attribuiti ai soggetti preposti al rilascio dell’autorizzazione per la circolazione.

Il documento propone anche un protocollo di verifica per massa che prevede, tra l’altro, la conoscenza, il monitoraggio e il controllo della sovrastruttura stradale per valutare la compatibilità del trasporto eccezionale con la pavimentazioni stradali al passaggio dei carichi, con la stabilità dei manufatti e delle opere d’arte.

In premessa, il documento richiama la normativa nazionale e la vigenza di circolari e direttive emanate dal MIT nel corso degli anni – elencandole – che hanno integrato l’art.10 del Cds e gli artt. Dal 9 al 20 del Regolamento d’esecuzione del Cds.

Le disposizioni di cui al comma 2, lett. b), dell’art. 10 del Codice della strada riguardano il trasporto eseguito con veicoli eccezionali, che ecceda congiuntamente i limiti fissati dagli artt. 61 (dimensioni) e 62 (massa) del CdS, di determinate categorie merceologiche ossia:

• blocchi di pietra naturale,
• elementi prefabbricati compositi ed apparecchiature industriali complesse per l'edilizia,
• prodotti siderurgici coils e laminati grezzi.

In tali casi il carico può essere integrato con gli stessi generi merceologici autorizzati e comunque in numero non superiore a 6 unità. Ove invece ci fosse l’eccesso di massa ma non di dimensioni, il carico può essere completato, con generi della stessa natura merceologica, per occupare l’intera superficie del veicolo o del complesso di veicoli, nell’osservanza dell’art. 164 del CdS e della massa eccezionale a disposizione.

In quest’ultima fattispecie permane il limite di 6 unità nel caso in cui il genere merceologico siano gli elementi prefabbricati compositi ed apparecchiature industriali complesse per l’edilizia. In ogni caso, la predetta massa complessiva non può essere superiore a:

• 38t se si tratta di autoveicoli isolati a tre assi;
• 48t se si tratta di autoveicoli isolati a quattro assi;
• 86t se si tratta di complessi di veicoli a sei assi;
• 108t se si tratta di complessi di veicoli a otto assi.

Per tali merceologie, il peso massimo autorizzabile varia ovviamente dalle condizioni delle infrastrutture ed è pertanto possibile vengano autorizzati pesi inferiori a quelli massimi, cosa questa che già avviene da qualche anno dopo gli episodi di crolli di cavalcavia.
Viene precisato inoltre che è auspicabile che la massa complessiva suddetta possa essere distribuita su più assi rispetto al numero indicato, che deve essere inteso come numero minimo di assi.
Soltanto nel caso di trasporto di un unico pezzo indivisibile può essere superato il limite di 108 ton.

Le argomentazioni e le valutazioni contenute nelle “Linee guida” sono valide anche per veicoli eccezionali, e trasporti eccezionali di altre tipologie di carichi, con riferimento ai soli limiti fissati dall’art. 62 del CdS, dal momento che le modalità di verifica della compatibilità del transito in condizioni di eccezionalità con la conservazione delle sovrastrutture stradali, con la stabilità dei manufatti e con la sicurezza della circolazione, non dipendono dalla tipologia delle cose trasportate ma dalle masse che andranno a sollecitare le sovrastrutture e i manufatti stessi.


Disponibili qui i documenti del MIMS

Tag: trasporti eccezionali, autocarro

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto, Mims: 25mln per le aziende che utilizzano mezzi a GNL

In arrivo 25 milioni di euro per sostenere le aziende del trasporto merci su strada che utilizzano mezzi ecologici alimentati a gas liquefatto (GNL).Il Ministro delle Infrastrutture e della...

Mercato europeo autocarri, Anfia: nel primo semestre 2022 calo del 24% per i leggeri, pesanti -3%

Anfia ha pubblicato un nuovo focus di approfondimento sull’andamento del mercato europeo dei veicoli commerciali, autocarri e autobus nel primo semestre 2022. Nei primi 6 mesi del 2022, il...

Pedaggi autotrasporto: le percentuali definitive di sconto 2021

L'Albo degli autotrasportatori ha definito la percentuale di riduzione dei pedaggi autostradali 2021.In considerazione delle disponibilità finanziarie per l’anno 2021 pari a...

Protesta raffineria Taranto: raggiunto l'accordo per il trasporto carburante

Raggiunto un accordo per l'affidamento del trasporto carburante della raffineria Eni di Taranto (ne abbiamo parlato qui).Da circa un mese, decine di autotrasportatori avevano messo in atto...

Abilitazione al trasporto internazionale: le istruzioni per ottenere la dispensa da esame

Recentemente il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili è tornato sull’accesso alla professione autotrasporto ribadendo la dispensa dall’esame di...

Veneto: verso la costruzione di nuove aree di sosta per i mezzi pesanti sulla A4

Nuove areee di sosta per i mezzi pesanti sulla A4. Il Commissario delegato per l'emergenza dell'A4 Venezia-Trieste, ha avviato la procedura di gara per l'affidamento dei lavori per la costruzione di...

Porto della Spezia: dal 1° ottobre permessi per trasporti eccezionali su tablet e smartphone

Addio alla carta per le pratiche dei trasporti eccezionali al porto della Spezia. Le operazioni verranno gestite tramite tablet e smartphone. Dal 1° ottobre, infatti, sarà attivo presso...

Premio autista dell’anno: Anita consegna il riconoscimento a Tiziano D’Aprile

Tiziano D’Aprile è il vincitore della prima edizione del Premio autista dell’anno indetto dall'associazione Anita. La consegna è avvenuta a Santa Teresa Gallura durante...