Scania: successo per il primo green bond. Servirà a finanziare progetti di decarbonizzazione

CONDIVIDI

mercoledì 20 gennaio 2021

C’è stato grande interesse intorno al primo Green Bond emesso da Scania.

Alla fine del 2020 la casa costruttrice svedese si era qualificata per l’emissione di un’”obbligazioni verde", ossia di un titolo di credito legato a progetti che hanno un impatto positivo per l’ambiente, come, nel caso specifico di Scania, il processo di decarbonizzazione del sistema di trasporto.

Hanno partecipato circa 30 banche nordiche, aziende, società assicurative e gestori di fondi di pensione, permettendo a Scania di raccogliere fondi per 1,25 miliardi di Sek, con scadenza a 4 anni, che saranno destinati agli investimenti che l’azienda effettuerà per convertirsi alla produzione di veicoli elettrici.

I proventi delle obbligazioni verdi di Scania saranno infatti riservati esclusivamente a progetti che avranno un profondo impatto sulla riduzione delle emissioni di CO2, come i progetti sul miglioramento delle performance dei veicoli industriali ed autobus elettrici, la creazione di sistemi di trasporto pubblico con autobus elettrici e la realizzazione di infrastrutture di ricarica efficienti per veicoli e autobus elettrici.
Secondo i principi dei Green Bond, i proventi verranno gestiti su conti separati e gli stanziamenti di fondi verranno riportati in maniera trasparente unitamente alle riduzioni di
emissioni ottenute.

La mission ambientale di Scania

Scania ha definito obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni di carbonio, come certificato dalla Science Based Targets Initiative. Tra questi c’è l’obiettivo di dimezzare, dal 2015 al 2025, le emissioni di carbonio derivanti dalle proprie attività e la riduzione del 20% delle emissioni di CO 2 generate dai propri veicoli industriali, autobus e motori in attività.
L’azienda ha già raggiunto l’obiettivo fissato per il 2020 facendo sì che i suoi 10 principali impianti di produzione nel mondo venissero alimentati da energia elettrica non da combustibili fossili.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Camion: il 540S di Scania convince la stampa europea

Scania convince la stampa. Il 540S della casa svedese, infatti, ha primeggiato nei test comparativi – il 1000 Punkte Test (Test dei 1000 punti) e dell’European Truck...

Scania, cambio al vertice: Christian Levin è il nuovo CEO

A partire dal 1° maggio 2021 Christian Levin, attualmente membro dell’Executive Board di Traton SE e Chief Operating Officer di Traton Group, sarà il nuovo CEO e presidente di...

Shell: arrivano in Italia i lubrificanti carbon neutral

Arrivano anche in italia i lubrificanti Shell carbon neutral che promettono di far risparmiare migliaia di tonnellate di CO2 l’anno a livello globale. La nuova gamma di lubrificanti, destinata...

Scania testerà la guida autonoma in autostrada

Al via la sperimentazione della guida autonoma in autostrada. L’Agenzia dei Trasporti svedese ha infatti concesso a Scania l’autorizzazione a testare, in collaborazione con TuSimple, i...

Uggè (Conftrasporto-Confcommercio): la svolta green non fermi il potenziamento delle infrastrutture

Conftrasporto-Confcommercio dice no alla proposta di un superministero che riunisca Innovazione e Trasporti. L’associazione di categoria, oltre a ribadire la propria soddisfazione per il...

Porti Verdi: lo studio di Legambiente e Enel-X sulla decarbonizzazione del trasporto marittimo

La neutralità climatica dei trasporti trova nel processo di decarbonizzazione del trasporto marittimo un punto focale: è quanto hanno sostenuto Enel-X e Legambiente nel report...

Stef si affida a Scania per una flotta più sostenibile

Stef Italia, azienda specializzata nel trasporto e nella logistica agroalimentare a temperatura controllata, si è affidata a Scania per rinnovare il suo parco mezzi con l’obiettivo di...

Enel-X: come preparare il Paese alla rivoluzione elettrica

Aumenta l'offerta di veicoli elettrici e, insieme a essa, la necessità di infrastrutturare il Paese con stazioni di ricarica più numerose e più potenti. Massimo De Donato ne ha...