Brennero, Anita: circolazione in tilt per un incidente, contingentamento pericoloso per la sicurezza stradale

CONDIVIDI

giovedì 25 novembre 2021

"Il contingentamento non contribuisce in alcun modo a risolvere il problema del traffico, ma si limita a spostare il problema alle regioni vicine. Alla fine, quelli che soffrono sono i conducenti, che sono esposti a un maggior rischio di incidenti e devono stare fermi negli ingorghi per ore". È questo il commento dell'associaizone Anita all'indomani del grave incidente che si è verificato ieri 24 novembre in Germaia e che ha causato lunghe code sull'asse del Brennero.

Secondo l'associazione l'incidente "conferma ciò contro cui si è messo in guardia da tempo: il contingentamento non è solo dannoso per l'economia, ma rappresenta anche un pericolo significativo per la sicurezza stradale".

La dinamica dell'incidente

L'Anita ha ricostruito la dinamica dell'incidente: alle 5 del mattino del 24 novembre è iniziato il contingentamento al valico di frontiera tra Tirolo e Baviera lungo l'autostrada A93. Alle 8 del mattino si era già sviluppato un arretrato di oltre 25 chilometri. Alle 8.15 un'autocisterna a pieno carico ha tamponato la fine dell'ingorgo. A causa della manovra repentina, il rimorchio dell'autocisterna si è scontrato con il semirimorchio del camion fermo, dalla cui cisterna sono fuoriusciti circa 5000 litri di benzina a seguito del ribaltamento dello stesso. Di conseguenza, l'autostrada è stata completamente chiusa in entrambe le direzioni di marcia. Inoltre, l'ingresso del traffico pesante dal Tirolo è stato temporaneamente bloccato al valico di frontiera tra Austria e Germania. Secondo la Polizia Stradale, c'erano code sostanziali di mezzi pesanti in Tirolo, tanto che il Brennero è stato chiuso ai camion e gli autisti hanno dovuto terminare temporaneamente il loro viaggio nelle aree di sosta.

Anita: "Le code sono sempre associate a un aumento del rischio di incidenti"

"La situazione di eccezionalità è durata per tutta la giornata di ieri, a causa delle difficoltà nei lavori di ripristino della strada - spiega ancora l'associazione -. I camionisti sono dovuti rimanere nei loro veicoli o nelle stazioni di servizio per ore durante la chiusura e non sono stati in grado di finire il loro viaggio come previsto; alcuni di loro, inoltre, non sono potuti tornare a casa alla fine della giornata lavorativa".

"Le code sono sempre associate ad un aumento del rischio di incidenti, e quando il Governo tirolese crea intenzionalmente ingorghi di camion attraverso le misure restrittive, sta accettando questo rischio - dichiara Thomas Baumgartner - questo comportamento è altamente condannabile e deve essere fermato immediatamente".

Tag: anita, trasporto merci, sicurezza stradale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Attivo il Piano Neve 2021-2022: ecco le tratte dove può essere attuato il fermo temporaneo dei mezzi pesanti

Sul sito del Ministero dell'Interno sono disponibili i documenti relativi al nuovo piano neve predisposto da Viabilità Italia per la stagione invernale 2021-2022. Il piano contiene quanto...

Carenza di autisti nel Regno Unito: situazione in miglioramento in base agli ultimi dati delle associazioni di categoria

Nel Regno Unito è in atto un’inversione di tendenza del problema rappresentato dalla carenza di autisti di mezzi pesanti e di altri lavoratori della logistica venutosi a creare nei mesi...

Aci: diminuiscono gli incidenti stradali, soprattutto in autostrada

La maggior parte dei sinistri stradali avviene in città: 73 incidenti su 100, infatti, hanno luogo nei centri abitati, 22 su strade extraurbane e 5 in autostrada. È questo uno dei dati...

Dal 1° gennaio l’Ue lancia il nuovo sistema di gestione del rischio doganale

Rafforzare i controlli doganali dell'Ue e proteggere i cittadini e le imprese dell'Unione, nonché gli interessi finanziari europei. Questi gli obiettivi del nuovo sistema di gestione del...

Porto di Cagliari: la nuova società MITO gestirà l’attività terminalistica del Gruppo Grendi

La new company Mito gestirà l’attività terminalistica del Gruppo Grendi nel Porto Canale di Cagliari. Mediterranean Intermodal Terminal Operator si occuperà del nuovo...

Divieti Brennero: l’IRU e 12 associazioni europee chiedono l’intervento dell'Ue

I provvedimenti austriaci che impongono il contingentamento dei mezzi pesanti nel corridoio del Brennero continuano a mettere in difficoltà il comparto trasporto...

Autotrasporto: carenza autisti e formazione al centro dell'assemblea annuale Anita

"Oggi mancano più di 17mila autisti di mezzi pesanti in Italia e circa 45mila in Europa. Preoccupa la carenza di manodopera, in primis i nostri autisti e conducenti dei nostri mezzi". Lo ha...

Intermodalità: Gts Rail attiva un nuovo collegamento Bologna-Rotterdam

Dal prossimo 13 dicembre Gts Rail attiverà un nuovo collegamento ferroviario Bologna-Rotterdam. Un'operazione che punta a togliere dalle strade interessate dal tragitto oltre 20 mila camio...