Turismo slow e open air: si rinnova l'alleanza tra FlixBus e la Via Francigena

CONDIVIDI

giovedì 23 febbraio 2023

Sempre più giovani scelgono di viaggiare a passo lento, alla scoperta di luoghi e comunità locali, percorrendo itinerari a piedi. Secondo l'Associazione Europea delle Vie Francigene, nel 2022 è aumentato il numero di persone di età compresa fra i 25 e i 34 anni che hanno intrapreso il cammino, provenienti da oltre 40 Paesi.

Questo segmento rappresenta il gruppo più numeroso, confermando l'interesse dei giovani per forme di viaggio a ridotto impatto ambientale, come evidenziato anche dall'indagine "Il Viaggiatore Green", finanziata da FlixBus. Per incentivare forme di viaggio virtuose e promuovere l'evoluzione del turismo slow, FlixBus e l'Associazione hanno rinnovato l'accordo per agevolare gli spostamenti lungo la Via Francigena anche in bassa stagione, integrando cammino e mezzi collettivi.

Spostarsi in autobus tra le 40 tappe del cammino in Italia

Il rinnovo dell'accordo tra FlixBus e l'Associazione Europea delle Vie Francigene mira a incentivare forme di viaggio virtuose, valorizzare itinerari meno noti, creare un indotto positivo per le economie locali e disincentivare l'uso dell'auto, integrando cammino e autobus. Inoltre, la scelta di rilanciare l'accordo a febbraio riflette la volontà di contribuire a destagionalizzare il turismo, veicolando nuovi flussi sul territorio con la possibilità di un indotto anche in bassa stagione. Grazie alle numerose intersezioni fra la rete FlixBus e la Via Francigena, sarà possibile spostarsi in autobus fra circa 40 tappe del cammino in Italia, Svizzera, Francia e Inghilterra.

Come usufruire della convenzione 

Lo studio dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano ha messo in luce la crescita del turismo open air in Italia e il desiderio delle persone di autenticità e contatto con il territorio. Questo ha spinto FlixBus e l'Associazione a consolidare la collaborazione, contribuendo al rilancio del settore dei viaggi in chiave immersiva e slow. Per usufruire della convenzione, è sufficiente possedere la credenziale della Via Francigena e seguire la procedura indicata sul sito dell'Associazione.

In conclusione, l'alleanza tra FlixBus e la Via Francigena rappresenta un'opportunità preziosa per l'evoluzione del turismo slow e la valorizzazione del territorio italiano, incentivando forme di viaggio virtuose e a ridotto impatto ambientale.

Tag: mobilità sostenibile, bus turistici, flixbus

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

In Europa con l’auto elettrica: colonnine ogni 60 km. Per i pesanti ogni 120

Non sarà più un problema ricaricare i veicoli elettrici. Raggiunta una prima intesa tra Consiglio e Parlamento europeo. Auto Entro il 2026 lungo le principali arterie europee (i...

FlixBus debutta in Grecia con una linea internazionale che collegherà Sofia a Salonicco

Il 15 giugno 2023 sarà un giorno importante per FlixBus, che arriverà anche in Grecia con la sua offerta. Grazie alla collaborazione con l'azienda partner Detelina Drita, la prima linea...

Il Consiglio dell'Ue approva il divieto di immatricolazione per i veicoli a motore termico dal 2035

Il Consiglio dell'UE ha dato il via libera al regolamento sulle emissioni di CO2 delle auto, introducendo una misura fondamentale per combattere il cambiamento climatico. Il regolamento...

Acea chiede azioni più rapide sulle stazioni di ricarica green: l'accordo UE non è sufficiente

L'Associazione europea dei costruttori di automobili (Acea) ha elogiato l'accordo UE sulle infrastrutture di ricarica per veicoli a emissioni zero (ne abbiamo parlato qui), ma ha chiesto agli...

Corte dei conti Ue: per il trasporto merci intermodale obiettivi irrealistici

La Corte dei conti europea ha pubblicato una relazione speciale che definisce irrealistici gli obiettivi stabiliti dalla Commissione europea per aumentare l'uso della ferrovia e delle vie navigabili...

Accordo Ue su carburanti sintetici, Federauto Trucks&Van: Bio-LNG soluzione percorribile per camion e bus

L'Unione europea ha raggiunto un accordo con la Germania per l'uso degli e-fuels per le automobili dopo il 2035 (ne abbiamo parlato qui). L'Italia resta dunque più isolata nella sua difesa dei...

Unrae: l'età media dei veicoli industriali italiani supera i 14 anni

Sulle nostre strade è presente una grande quantità di veicoli pesanti ancora lontani dai parametri di emissioni a zero o basso impatto ambientale imposte dall’Unione europea.Lo...

Bologna e Ferrara: il segreto della ripresa del Tpl. Più abbonamenti e sconti, info digitali, bus ecologici

  La crisi del trasporto pubblico locale determinata dalla pandemia sta per diventare un brutto ricordo. Per Tper, l’azienda che gestisce il bacino di Bologna e Ferrara, i numeri...