Agens: con la riapertura delle scuole necessario differenziare orari e intensificare smart working

CONDIVIDI

mercoledì 30 dicembre 2020

Differenziazione degli orari di ingresso e di uscita delle scuole superiori in due fasce distanziate tra loro di 90 minuti; smart working spinto ai massimi livelli possibili; spostamento in avanti degli orari di apertura delle attività commerciali e terziarie dopo le ore 10. Agens, l’associazione confindustriale che rappresenta le principali aziende di trasporto pubblico locale e nazionale, sollecita provvedimenti definiti "urgenti" in vista della prevista riapertura delle scuole superiori il 7 gennaio 2021.

L'attivazione di tali misure, spiega l'associazione, implica però una regia coordinata e condivisa delle città per abbattere il picco di domanda nell’orario di punta critico del mattino e rispettare così il limite di capacità al 50% dei mezzi confermato nell’ultimo Dpcm del 3 dicembre 2020.

Le aziende di trasporto pubblico si sono organizzate per rinforzare, con ausilio di bus privati o turistici, le linee più frequentate e in particolare quelle che interessano i plessi scolastici: "una soluzione che non può comunque essere estesa oltre un certo limite in ragione della configurazione stessa dei mezzi e delle reti. Lo sforzo che le aziende stanno affrontando in termini di potenziamento non potrà sostenere da solo il carico dei passeggeri".

Agens chiede la collaborazione e l’impegno concreto di tutte le categorie coinvolte per condividere e adottare i provvedimenti in grado di modificare la domanda. Per rispettare il limite del 50% di portata dei mezzi pubblici bisogna intervenire sui flussi di passeggeri, ricalibrando gli orari delle città, almeno sino al termine della pandemia - afferma il Presidente di Agens Arrigo Giana -. Per questo è necessario supportare i prefetti - individuati dal Dpcm quali coordinatori della riorganizzazione sul territorio del sistema di trasporto - entrando nell’ottica di una regia condivisa, la sola in grado di fornire una risposta efficace. Risposta necessaria ora più che mai in considerazione del fatto che, in situazioni di normalità, fra le 7 e le 9 del mattino i mezzi pubblici arrivavano già a saturazione”.

L'Agens ha spiegato che nelle città l’offerta di trasporto pubblico su ferro (tram, metropolitane e treni regionali) è normalmente molto rigida perché è legata al numero di mezzi e ai sistemi di segnalamento che determinano le frequenze massime delle metropolitane e dei treni. Sistemi che garantiscono il rispetto della distanza di sicurezza fra un mezzo e l’altro, a protezione della vita di passeggeri e personale in servizio. Ciò significa che è impossibile “aggiungere” convogli su una linea di tram, metropolitana o treno per “diluire” le persone presenti al loro interno.

"Le aziende di trasporto pubblico locale proseguiranno nell’impegno di un massimo sforzo per fare la propria parte ancora di più in questa fase per assicurare la riapertura delle scuole in sicurezza", ha concluso l'associazione.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Milleproroghe: Gabusi (Regione Piemonte), necessarie misure per i mancati ricavi delle aziende di trasporto pubblico

Preoccupazione per la salvaguardia degli equilibri dei bilanci delle Regioni. L'ha espressa Marco Gabusi (Assessore Regione Piemonte), Coordinatore vicario della Commissione Affari istituzionali...

Mobilità sostenibile: Enel X fornirà 401 autobus elettrici e due elettro-terminal a Bogotà

Enel X fornirà 401 autobus completamente elettrici e due elettro-terminal per la ricarica degli stessi alla città di Bogotà. L'azienda, business line del Gruppo Enel dedicata ai...

Autobus: in via di sviluppo un motore a combustione interna alimentato a idrogeno

Promuovere l'utilizzo dell'idrogeno per la trazione di veicoli nel traporto pubblico. Se lo propone H2-Ice, la nuova alleanza di imprese italiane a cui aderiscono Punch Torino e AVL...

De Micheli: nel Recovery Plan 5 miliardi per il trasporto pubblico locale

Nel Recovery Plan sono previsti 5 miliardi per il trasporto locale, ai quali ne vanno aggiunti i 2 della legislazione vigente. L'ha detto il ministro dei Traporti, Paola De Micheli, partecipando a...

Trasporto pubblico, Atac: a Roma meno code in biglietteria con Fila via

Atac punta a ridurre le file in biglietteria per richiedere gli abbonamenti agevolati a contribuzione. Riparte la campagna "Fila via".I titolari di abbonamenti agevolati a...

Trasporto pubblico locale: ecco gli interventi richiesti dalle associazioni Anav, Agens e Asstra

Un documento comune contenente gli interventi prioritari per il trasporto pubblico locale è stato presentato oggi da ANAV, AGENS e ASSTRA (le associazioni che rappresentano l’intero...

Trasporti: l'agenda delle Commissioni di Camera e Senato per la settimana dall'11 al 15 gennaio 2021

Pubblichiamo l’agenda dei lavori delle Commissioni Trasporti e Lavori pubblici di Camera e Senato per la settimana in corso. Qui invece gli appuntamenti della settimana precedente. Camera -...

La Valle d'Aosta potenzia il trasporto pubblico per la riapertura delle scuole

In previsione della ripresa delle lezioni in presenza per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, previso per giovedì 7 gennaio 2020, la Valle d'aosta ha potenziato...