Riparazioni auto: attività di officina in calo a gennaio. Il 2021 parte in salita a causa delle restrizioni alla circolazione

CONDIVIDI

martedì 16 febbraio 2021

Attività di officina in forte calo: il 2021 comincia in salita per il settore dell’autoriparazione, in gennaio infatti la maggioranza degli autoriparatori (61%) dichiara che l’attività si è mantenuta su livelli normali, ma coloro che segnalano un basso livello di attività sono quattro volte di più di coloro che segnalano un alto livello di attività (31% contro 8%).

Restrizioni alla circolazione e calo di interventi

A pesare sul calo delle attività è la nota situazione di emergenza in cui versa il Paese a causa della pandemia. È lecito ritenere infatti che gli autoriparatori si siano ritrovati nel primo mese dell’anno alle prese con un minor numero di interventi di officina per via delle stringenti restrizioni alla circolazione per il contenimento del virus, restrizioni che hanno interessato in particolare i primi giorni del mese di gennaio (con il lockdown diffuso su tutto il territorio nazionale) e poi le successive settimane (con l’Italia in prevalenza in zona “arancione” e con alcune regioni “rosse”, cioè più colpite dall’emergenza).

I dati fin qui citati emergono dal Barometro sul sentiment dell’assistenza auto, elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base di inchieste mensili condotte su un campione rappresentativo di officine di autoriparazione.

Dal Barometro emerge poi anche la situazione per ciò che riguarda i prezzi di officina, che in gennaio si sono mantenuti su livelli prevalentemente normali (l’81% degli autoriparatori si esprime in tal senso). Tra gli altri, le indicazioni di prezzi bassi prevalgono su quelle di prezzi alti (16% contro 3%).

Un cauto ottimismo per il futuro

Il quadro previsionale a 3/4 mesi che scaturisce dall’indagine di gennaio dell’Osservatorio Autopromotec induce ad un cauto ottimismo. Per il volume di attività, la maggioranza degli interpellati (68%) ritiene che la domanda si manterrà stabile, mentre vi è un sostanziale pareggio tra coloro che si aspettano un aumento dell’attività (16%) e coloro che invece ipotizzano una diminuzione (16%). Per i prezzi, solo il 3% degli operatori prevede un aumento a tre-quattro mesi, mentre per l’84% i prezzi si manterranno stabili e per il 13% vi potrebbe essere una diminuzione.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Total Italia: cresce la rete nazionale di officine multiservizio Total Quartz e Total Rubia

Cresce la rete di officine indipendenti Total Quartz Auto Service e Total Rubia Truck Center, specializzate nel cambio dell’olio e nella manutenzione rispettivamente delle auto e dei veicoli...

Autoriparazione: mercato in calo a novembre a causa del Covid-19

La seconda ondata di Covid e le conseguenti limitazioni alla mobilità hanno portato con sé, soprattutto nelle regioni che sono state “rosse”, una nuova crisi del settore...

L'autoriparazione al tempo del Coronavirus: previsto un ritorno alla normalità solo a metà del 2021

Soltanto il 14% delle officine di autoriparazione prevede di ripristinare l’attività di officina ai livelli pre-Covid entro la fine del 2020. Ancora lontane, quindi, le prospettive...

Mazda: officine e saloni aperti in tutta Italia

Il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 novembre ha suddiviso il territorio nazionale in tre fasce, contraddiste dai colori rosso, arancione e giallo, in base al livello...

Nuovo Dpcm: concessionarie e officine auto aperte su tutto il territorio nazionale

Concessionarie e officine di autoveicoli restano aperte su tutto il territorio nazionale, comprese le cosiddette “zone rosse”, che al momento interessano le regioni Calabria, Lombardi...

Assistenza auto, Osservatorio Autopromotec: a settembre frenano le attività

Negativo il barometro sul sentiment del settore dell’assistenza auto. Dopo le indicazioni positive che erano emerse nel periodo estivo, in settembre tornano lievemente a peggiorare i giudizi...

Manutenzione e riparazione auto: Autopromotec chiede incentivi per sostenere la spesa dei privati

L’Osservatorio Autopromotec rivolge un appello al governo per consentire anche a chi non si può permettere di acquistare un’auto nuova, di mantenere in efficienza il proprio...

Autopromotec, spesa revisioni auto: -21,2% nel 1° semestre 2020

Nel primo semestre del 2020 gli italiani hanno speso 397,4 milioni di euro per far revisionare le loro auto presso le officine private autorizzate. Rispetto al 2019 si è verificato un calo di...