Nuove opportunità per la filiera fornitori grazie alla collaborazione Renault-ANFIA

CONDIVIDI

mercoledì 8 giugno 2022

Prima conferenza del Gruppo Renault in collaborazione con ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), durante la quale il gruppo francese ha presentato a circa 200 aziende italiane la sua strategia per il futuro e le opportunità che offre alla filiera dei fornitori.

A gennaio 2021, Luca de Meo presentò il piano Renaulution, volto a riportare il Gruppo Renault a numeri positivi e far fronte alle due rivoluzioni che stanno impattando l’industria automobilistica: la transizione ecologica e la rivoluzione digitale.

Per il Gruppo Renault preparare questa transizione è una delle principali priorità, posizionandosi concretamente sull’elettrificazione e la digitalizzazione seguendo tre principi guida. In primo luogo, mettendo in atto una profonda riorganizzazione di risorse e competenze, focalizzando squadre specifiche e capitali su attività di natura diversa: dalle auto elettriche, ai servizi di mobilità ed energetici. In secondo luogo, adottando un approccio orizzontale ai settori, siglando collaborazioni strategiche che promuovano un’innovazione eco-sistemica. Infine, anteponendo il valore al volume nella definizione delle strategia e a tutti i livelli dell’azienda, dando priorità alla qualità e alla creazione di valore aggiunto.

Costruire collaborazioni durature con la filiera dei fornitori italiani 

Il Gruppo Renault si pone obiettivi ambiziosi localizzare la produzione dei veicoli elettrici in Europa, e riorganizzare la filiera di approvvigionamento in territori strategici di prossimità geografica.
Convertire Renault in una marca 100% elettrica in Europa entro il 2030, e portare alla neutralità carbonica tutto il Gruppo in Europa entro il 2040, e nel mondo ad orizzonte 2050.
Produrre 400 mila veicoli elettrici all’anno entro il 2025 in Francia, nel polo d’eccellenza Renault ElectriCity.
Continuare a sostenere la produzione di auto ibride e a combustione interna più efficaci, ecologiche e accessibili, che accompagnino la transizione verso la mobilità elettrica.
Lanciare nel 2025 il primo software defined vehicle, e raggiungere il 20% del fatturato tramite servizi di mobilità ed elettrici entro il 2030.
Nell’ambito di questa strategia, il Gruppo Renault ha deciso di rivolgersi alla filiera dei fornitori italiani per costruire collaborazioni durature che permettano di affrontare insieme le sfide e cogliere le opportunità del prossimo decennio.

Per il Gruppo Renault, l’Italia e i suoi fornitori sono una leva fondamentale data la loro centennale esperienza e conoscenza dell’industria automotive. Ad oggi, il Gruppo Renault realizza acquisti per circa 1 miliardo di euro in Italia, al 40% attorno al gruppo motopropulsore ed i suoi componenti, grande punto di forza del mercato italiano. Con l’appoggio di ANFIA, Renault vuole fare un passo avanti e sviluppare un ecosistema solido attorno alla catena del valore dell’auto elettrica, alla tecnologia e alla digitalizzazione.

Tag: renault, anfia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Airbus e Gruppo Renault siglano un accordo per sviluppare la ricerca sull’elettrificazione

Accelerare le roadmap aziendali di elettrificazione per migliorare le gamme di prodotti. A questo obiettivo puntano Airbus e Gruppo Renault, costruttori dell'industria aerospaziale e automobilistic...

La filiera industriale del Motorsport in Italia: presentato lo studio ANFIA-Politecnico di Torino

E' stato presentato questa mattina presso il Centro congressi del MAUTO lo studio “La filiera industriale del Motorsport in Italia”, realizzato dalla Sezione Motorsport di ANFIA –...

Mercato autocarri in forte crescita a ottobre 2022: +23,7%

Il mercato veicoli industriali e autobus registra dati positivi a ottobre. L'Anfia registra significativi incrementi a doppia cifra per autocarri e veicoli trainati, mentre gli autobus riportano un...

Anfia, focus mercato veicoli commerciali: nei primi 9 mesi del 2022 calo del 12,3%

Un nuovo focus Anfia fa il punto sui numeri del mercato dei veicoli commerciali leggeri.Nei primi 9 mesi del 2022 il settore segna un calo del 12,3%. Ma nel confronto con lo stesso periodo del 2020...

Accordo Ue target emissioni: Anfia, necessario accelerare la transizione produttiva

La filiera automotive italiana e l’intero sistema Paese è ora di fronte alla necessità di effettuare un rapido cambio di passo. La riflessione arriva dall'Anfia all'indomani...

Anfia: 2021 in ripresa per l'automotive ma le imprese cercano soluzioni al caro energia

Sono oltre 2.200 le imprese della filiera italiana della componentistica, con un fatturato in netta ripresa nel 2021 (+16,7%) e un’apertura sempre più marcata verso powertrain elettrici...

Mercato auto europeo: secondo mese in rialzo, +7,9% a settembre

In Europa, a settembre, le immatricolazioni di auto ammontano a 1.049.926 unità, il 7,9% in più rispetto a settembre 2021. Nel periodo gennaio-settembre 2022, i volumi immatricolati...

Anfia: Fabio Magnoni nominato presidente Sezione Autobus

Il trasporto pubblico è protagonista nelle attuali strategie nazionali di sviluppo e sostenibilità. Il "made in Italy" al servizio della mobilità collettiva vive un momento di...