Federazione Mare: Italia riferimento per il Mediterraneo

CONDIVIDI

martedì 13 novembre 2012

Più del 70% dei quasi 60 miliardi di interscambio commerciale tra Italia e Paesi del Mediterraneo è legato al trasporto marittimo e la crescita del settore in questa regione è stata del 4%. Sono alcuni dei numeri illustrati a Milano da Umberto Masucci, vice presidente della Federazione del Mare nel corso del Forum economico e finanziario del Mediterraneo.
Un altro dato, evidenziato da uno studio del Censis, è che nel 2010 quest’area aveva un traffico pari a 120 milioni di tonnellate con l’Italia mentre nel 2015 gli interscambi arriveranno a 200 milioni di tonnellate. “Numeri – ha osservato Masucci – che mettono in evidenza qual è l’importanza del settore portuale che rappresentiamo per l’economia del Mediterraneo”.
A sottolineare l’importanza della regione, che detiene il 19% del traffico marittmo mondiale, è stato il presidente di Assoporti Luigi Merlo, il quale ha spiegato che “sta crescendo il rapporto con il Marocco anche per la ricollocazione di molte aziende europee nelle aree logistiche africane. Il bacino del Mediterraneo costituisce dunque un’opportunità per costruire un corridoio tra Europa e Africa in cui i porti italiani possono svolgere una funzione unica”. Masucci è tornato sull’argomento aggiungendo che “oggi le economie della sponda sud del Mediterraneo si affacciano probabilmente con maggiore libertà, anche di sviluppo. Noi pensiamo di poter rappresentare un riferimento e integrarci con le economie arabe”.
Il Forum è stata l’occasione anche per presentare i dati sul comparto marittimo: quello europeo vale 450 miliardi di euro mentre il peso dell’Italia è di 39,5 miliardi di euro, una cifra che rappresenta il 2,6% del Pil e che comprende attività di navigazione, porti, logistica, costruzioni di navi, pesca e attività istituzionali. In particolare, le esportazioni italiane del settore ammontano a 9,7 miliardi di euro, il 3,3% dell’export totale del nostro Paese e il comparto occupa 213 mila persone più 265 mila dell’indotto.
 
Tag: assoporti

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Assoporti: traffico in crescita nel primo semestre, restano criticità per il settore passeggeri

Dai dati disponibili si rileva che i traffici commerciali dei porti italiani a giugno hanno raggiunto 244 milioni di tonnellate, segnando una crescita anche rispetto al periodo pre-pandemia (+2,7%)....

Guardia Costiera e Assoporti: accordo per migliorare il monitoraggio del traffico navale

Mettere a fattor comune dati e informazioni di reciproco interesse, attraverso la condivisione con le Autorità di Sistema di dati e informazioni acquisiti nell’ambito della rete...

Le AdSP possono costituire comunità energetiche: soddisfazione di Assoporti

Soddisfazione di Assoporti per la previsione inserita nel decreto legge sulle politiche energetiche nazionali e aiuti a famiglie e imprese approvato ieri, che riconoscendo ai porti lo status di...

Assoporti: in crescita il traffico merci nel 2021 ma ancora non a livelli pre pandemia

Nel 2021 nei porti italiani sono state movimentate complessivamente 481,5 milioni di tonnellate di merci, in crescita dell’8,4% rispetto al 2020 (444 milioni di tonnellate). Un dato che, per...

Assoporti: più infrastrutture e meno burocrazia per competere con altri Paesi del Mediterraneo

"Le autostrade del mare sono principi di economia intelligente che vanno rilanciate con forza anche perché danno risposte alla sostenibilità che è un valore sempre più...

Misure a favore dei portuali nel decreto Milleproroghe. Soddisfazione di Assoporti

Soddisfazione dall’Associazione dei Porti Italiani (Assoporti) per l’inserimento nel decreto “Milleproroghe” di alcuni emendamenti che riguardano il settore portuale...

Assoporti: nel 2021 è iniziata la risalita dei porti italiani

La crescita del trasporto marittimo mondiale, in termini di tonnellaggio, è attesa al 3,4% nel 2022: ad avanzare sono soprattutto i porti di Medio Oriente e Nord Africa, riducendo il gap con...

Porto di Augusta: 53 milioni da Cassa Depositi e Prestiti per lavori di riqualificazione

Riqualificare lo scalo commerciale e migliorare le condizioni di sicurezza della navigazione marittima: questo l’obiettivo del finanziamento del valore di 53 milioni di euro che Cassa Depositi...