Patenti: ecco tutte le novità in arrivo dalla Ue

CONDIVIDI

martedì 23 marzo 2021

L'ETSC (European Transport Safety Council - Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti) ha presentato uno studio che evidenzia le criticità normative nell'ordinamento dell'UE, nonché dei suoi Paesi membri, e indirizza i prossimi provvedimenti in materia di patenti.
L’Unione europea, infatti, è in procinto di attuare una revisione completa del quadro di riferimento per il rilascio delle patenti di guida.

Condizioni di salute primo fattore da definire

Al centro dell’analisi, prima fra tutti, la necessità di valutare l'idoneità dei soggetti non più solo in base all'età ma soprattutto sulle loro specifiche condizioni di salute: abuso di sostanze, disturbi mentali, epilessia e diabete sono fattori più determinanti dell'età e la concessione di speciali patenti "condizionate" potrebbe consentire agli anziani con un basso livello di rischio di continuare a guidare in determinate condizioni.

Mancano, infatti, dati scientifici sufficientemente attendibili a livello comunitario, ma in Finlandia è stato dimostrato che il 16% degli incidenti mortali sono imputabili a malattie del conducente, soprattutto di origine cardio-vascolare. Una maggiore indagine sulle cause di ogni incidente in Europa, da parte delle Autorità preposte ai controlli, fornirebbe un contributo scientifico determinante nell'orientamento delle scelte dei legislatori e nella misurazione dell'efficacia dei loro provvedimenti.

I medici di famiglia sono le figure cardine nell'individuazione dei soggetti a rischio e su di loro andrebbero centrati nuovi e più specifici programmi formativi, coordinati a livello europeo. Il loro ruolo è determinante anche nell'assistere i pazienti e le loro famiglie nelle scelte - il più possibile condivise - di riduzione o interruzione della guida di un veicolo.

Da rivedere il ruolo di farmaci e alcol

L'analisi evidenzia inoltre la necessità di una più chiara ed estesa etichettatura dei farmaci che influiscono sulle capacità psico-fisiche dei conducenti, supportata da specifiche campagne di sensibilizzazione.

Nello studio pubblicato online, il Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti propone anche la revisione del divieto imposto dall'UE al rilascio della patente a soggetti con dipendenze dall'alcol. Secondo autorevoli stime europee, 1 incidente su 4 è imputabile all'alcol, ma l'ETSC ritiene opportuno aprire alla possibilità di reintegrarsi sulla strada attraverso specifici programmi di riabilitazione, in abbinamento ai sistemi di valutazione del tasso alcolemico del conducente di cui possono essere oggi dotate le automobili, con conseguente immobilizzazione del veicolo in caso di irregolarità di chi è al volante.

Tag: patente, sicurezza stradale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autoscuole, Unasca: assicurare esami per la patente anche in zona rossa

Le misure prese per arginare la pandemia hanno messo in difficoltà molte attività legate al mondo delle autoscuole. In particolare il blocco degli esami nelle zone rosse ha provocato...

Camion: Mercedes-Benz lancia due nuovi sistemi di assistenza alla guida

Mercedes-Benz Trucks preme l’acceleratore sulla sicurezza. A partire da giugno 2021, infatti, saranno prodotti numerosi modelli del marchio con nuovi sistemi di assistenza, tra i quali...

Riduzione emissioni CO2: ACEA, pronti a obiettivi Ue più severi ma servono punti di ricarica e stazioni

Secondo l'Associazione europea dei produttori di automobili ACEA, la revisione del regolamento sulle emissioni di CO2 per le autovetture e i furgoni, ora sul tavolo dell'Ue,  dovrà...

Patenti e CQC: novità sulla formazione a distanza

Ci sono delle novità per quanto riguarda la formazione a distanza nei corsi di formazione teorica per il conseguimento delle patenti di guida e dei certificati di abilitazione...

2021 Anno europeo delle ferrovie: verso la realizzazione dello Spazio unico europeo

Il 2021 è l'“Anno europeo delle ferrovie” (European Year of Rail 2021). L'iniziativa parte da Bruxelles per accendere i riflettori su una delle modalità di...

Camionisti over 68 presentano una petizione al MIMS per continuare a lavorare

Sono otto autotrasportatori trevigiani di età superiore ai 68 anni e chiedono al ministro Enrico Giovannini la possibilità di continuare a guidare.I conducenti hanno presentato...

Brennero, limitazioni alla circolazione: incontro tra Fai-Conftrasporto e Goetze (Commissione Ue)

Le difficoltà di transito lungo l’asse del Brennero sono state al centro di un recente incontro tra Fai-Conftrasporto e il capo di Gabinetto della Commissaria ai Trasporti della...

Patenti nautiche: Unasca, estendere ai privati la possibilità di effettuare le visite di idoneità

Potrebbe essere presto colmato un vuoto normativo sul rilascio delle patenti nautiche. Lo ha comunicato l'Unasca (Unione nazionale autoscuole) precisando che la proposta di estendere anche ai privati...