Toscana: al via un progetto per creare una Zona Logistica Semplificata sulla costa

CONDIVIDI

lunedì 9 dicembre 2019

Una "Zona Logistica Semplificata" anche in Toscana. È questo l'orientamento della giunta regionale che ha deciso, in coerenza con la mozione votata dal Consiglio regionale, di sfruttare il nuovo strumento istituito con la Legge di Stabilità 2018 che permette di migliorare le condizioni logistico-produttive per le imprese dei comuni ricadenti nel territorio individuato. Mercoledì prossimo, 11 dicembre, nella Sala Consiliare del Comune di Livorno ci sarà la prima riunione della fase di concertazione con i soggetti interessati del territorio per avviare l'iter di istituzione di una ZLS sulla costa toscana.

Le Zone Economiche Speciali e le Zone Logistiche Semplificate sono due strumenti introdotti dal Governo nel 2018 che danno la facoltà alle Regioni di creare delle zone produttive funzionali alle infrastrutture portuali, in cui si applicano condizioni fiscali e amministrative particolarmente favorevoli alle imprese, per una durata massima di 7 anni prorogabili per ulteriori 7. ZES e ZLS seguono modelli oramai diffusi a livello europeo e mondiale che puntano a migliorare la produttività di intere aree, aumentare l'occupazione e lo sviluppo economico e sociale regionale, potendo contare, e sviluppando, un sistema logistico interconnesso ed efficace. Si sviluppano così aree a forte capacità produttiva, in cui si instaurano regimi economico-giuridici favorevoli in deroga alla normativa ordinaria, strettamente connesse con i principali poli logistici (porti, retroporti).

La Regione Toscana, prima della redazione delle proposta definitiva da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, avvia così l'11 dicembre il percorso di ascolto e consultazione degli enti locali del territorio interessato coinvolgendo i soggetti (pubblici e privati) gestori delle infrastrutture di logistica presenti sul territorio regionale (porti, interporti, aeroporti), le CCIAA e le parti economiche e sociali. Nel corso della riunione sarà presentata e discussa la proposta tecnica preliminare: una volta acquisiti pareri e proposte, il documento sarà completato anche con una analisi di impatto da parte di IRPET.

"Cerchiamo – spiega l'Assessore regionale alle Attività Produttive Stefano Ciuoffo – di analizzare con tutti gli attori in campo le opportunità che questo nuovo strumento potrebbe offrire: l'intento è favorire il coordinamento delle istituzioni che si occupano e che hanno competenze amministrative per tutti i processi connessi alle operazioni di trasporto delle merci; prevedere procedure semplificate o accelerate per gli insediamenti delle imprese; semplificazioni delle operazioni doganali. La centralità della proposta sull'Area della Costa consente di integrare tale strumento nel quadro, oltre che del Progetto regionale che riguarda tale territorio, anche nei Piani di riconversione e industrializzazione delle due aree di crisi industriale complessa, di Piombino e di Livorno. Aree su cui già operano strumenti specifici sia regionali sia nazionali, a differenza però per le due aree aeroportuali e per l'interporto di Prato. Con la ZLS - conclude Ciuoffo - si approccia la logistica come reticolo modale a servizio del sistema produttivo regionale e come driver esso stesso di sviluppo. Un secondo asse di intervento è tutto il processo di digitalizzazione dei processi logistici e doganali grazie al paradigma Impresa 4.0 e 5G, e un terzo è quello di proporre che tutta l'area della ZLS possa essere riconosciuta come Zona franca doganale. Ipotesi prealtro già contenuta dell'Accordo di programma per l'Area di crisi industriale complessa di Livorno".

Tag: zes

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Toscana: incontro in Regione per il rilancio della Perini navi

Si è riunita nuovamente l’unità di crisi per il lavoro per definire le condizioni di rilancio della Perini navi, in vista anche della presentazione del piano...

In Toscana arrivano i tutor per evitare assembramenti di studenti alle fermate dei bus

'Ti accompagno' è il progetto voluto dalla Regione Toscana per gestire i flussi dei passeggeri, in particolare degli studenti, che torneranno su bus e treni regionali una volta terminato...

Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale: approvato Bilancio di Previsione 2021

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale ha approvato il Bilancio di Previsione 2021 e la relativa programmazione di nuovi investimenti infrastrutturali per i Porti...

Toscana: trasporto pubblico, rimodulati i servizi. Previsto il potenziamento per aree ospedali e zone a domanda debole

La Regione Toscana ha deciso di dare mandato alle aziende di trasporto per una nuova rimodulazione dei servizi. La decisione è stata presa in considerazione di diversi fattori: la...

Logistica, nuovo centro Ups a Prato: "Siamo qui per sostenervi nella ripresa delle esportazioni"

Ups ha investito in nuove strutture e apre un nuovo centro logistico nel cuore della Toscana, a Prato. Il centro copre una superficie di 8.000 m² e dispone di una tecnologia di scansion...

Amazon: entrato in funzione il nuovo deposito di smistamento di Pisa

Amazon espande la sua rete logistica con l’apertura del nuovo deposito di smistamento di Monticchiello, nell’area industriale alle porte di Pisa. La nuova struttura consentirà...

Trasporto pubblico: la Toscana verso la riduzione al 50% dell'utilizzo dei posti sui bus

Verso la riduzione al 50% della capienza dei bus in Toscana, con l'obiettivo di garantire un più elevato standard di sicurezza anti Covid a studenti e lavoratori. Si tratta della prima regione...

Trasporto pubblico: dalla Provincia di Arezzo 70mila euro per contrastare la diffusione epidemiologica da Covid-19

La Provincia di Arezzo ha messo a disposizione 70 mila euro per il trasporto pubblico locale. Con il riavvio dell’orario invernale coincidente con il nuovo anno scolastico 2020-21, ma anche per...