Piste ciclabili: a Parma al via i cantieri per tre nuovi tratti sull’asse Nord-Sud

CONDIVIDI

lunedì 28 settembre 2020

La rete di piste ciclabili sul territorio del Comune di Parma, che si estende per 137 chilometri, si arricchisce di tre nuovi tratti che verranno realizzati in viale Rustici, via Pastrengo e via Neipperg e strada Langhirano, dalla rotatoria Du Tillot a Campus, lungo l'asse Nord-Sud, che va dal centro della città al Campus.

“Grazie a questi interventi la rete di piste ciclabili a Parma si estende ulteriormente ed è sempre più capillare e a misura di mobilità dolce – ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto l'assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi –. Le nuove piste ciclabili prevedono la riduzione della sezione stradale per le auto con la previsione di ridurne anche la velocità e dando più spazio a bici e pedoni. La novità più rilevante di queste piste è legata alla presenza di strumentazioni che permettono di monitorare la velocità delle auto e il numero di ciclisti che utilizzano effettivamente le piste. Si tratta di un approccio innovativo che consente di misurare l'efficacia degli investimenti effettuati”.

Le nuove ciclabili hanno una lunghezza complessiva di 3.150 metri, per un costo totale di 1 milione di euro, di cui 600 mila a carico del Comune di Parma e 400 mila a carico della Regione, nell’ambito del bando “Realizzazione di ciclovie di interesse regionale e promozione della mobilità sostenibile del Piano Operativo del Fondo di Sviluppo e Coesione Infrastrutture 2014 - 2020”.

I cantieri partiranno gradualmente e su più fronti, anche in base a logiche di viabilità e costruttive, nello specifico il primo cantiere sarà in via Pastrengo appena oltre l’intersezione di via Bassa dei Folli, per tornare verso la città fino a via Montebello. In via Rustici gli interventi prenderanno avvio dalla settimana successiva, mentre a fine ottobre partirà anche il cantiere di strada Langhirano. I lavori hanno una durata stimata di circa cinque mesi.

 

Tag: piste ciclabili, mobilità sostenibile

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Moto: perché l'elettrificazione delle due ruote va più a rilento?

Si parla sempre di digitalizzazione e di elettrificazione dell’auto, ma ovviamente anche le due ruote stanno seguendo la stessa tendenza. La differenza sostanziale è che pare si vada a...

Carburanti alternativi: Porto Marghera diventa hub per l'idrogeno verde

L’idrogeno è stato più volte definito il carburante del futuro. Secondo gli esperti di settore si tratta di un’alimentazione altamente sostenibile che potrebbe muovere con...

Toscana Carbon Neutral: 5 milioni di euro per 20 progetti destinati a verde urbano e piste ciclabili

Un nuovo bando green per la Toscana. Dal verde urbano alle piste ciclabili: la Regione punta alla sostenibilità grazie al finanziamento di 20 nuovi progetti. Grazie ai 5 mln di euro messi a...

Torna la Formula E nella veste di Campionato del Mondo: appuntamento a Roma il 10 e 11 aprile

Le monoposto elettriche sfrecceranno nuovamente nel circuito della Capitale per la terza volta dall’esordio del 2018. Sabato 10 aprile e domenica 11 aprile sbarca a Roma il Campionato del Mondo...

MIMS: Mauro Bonaretti e Daniela Marchesi alla guida dei dipartimenti

Durante il consiglio dei Ministri di ieri, su proposta del ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, è stato conferimento dell'incarico di capo del...

Riduzione emissioni CO2: ACEA, pronti a obiettivi Ue più severi ma servono punti di ricarica e stazioni

Secondo l'Associazione europea dei produttori di automobili ACEA, la revisione del regolamento sulle emissioni di CO2 per le autovetture e i furgoni, ora sul tavolo dell'Ue,  dovrà...

Nasce ConfMobility, la nuova associazione per la mobilità sostenibile

Supportare le aziende italiane che producono, vendono, distribuiscono e utilizzano mobilità in questa fase di transizione verde e digitale, fornendo loro gli strumenti e le competenze...

Sostenibilità: carbon neutrality entro il 2050, 9 Paesi chiedono all'Ue di eliminare i motori a combustione interna

Fissare un cronoprogramma per l'eliminazione graduale della vendita di nuove autovetture e veicoli commerciali leggeri con motori a combustione interna in linea con l'obiettivo di una carbon...