Logistica sostenibile: cresce il progetto per consegne green di L'Oreal Italia

CONDIVIDI

giovedì 19 novembre 2020

L'Oréal Italia amplia l'iniziativa "consegne green" nei centri storici di 8 città italiane (Milano, Torino, Pavia, Bergamo, Vicenza, Belluno, Padova e Roma) che prevede l'uso di veicoli a basso impatto ambientale. Il progetto verrà ora allargato all'intera filiera, dalla produzione alla consegna, per alcune categorie di prodotti.

La quasi totalità della gamma Fructis (shampoo e balsamo) di Garnier per esempio, interamente prodotta a Settimo Torinese, seguirà l'intero processo di green deliveries, dalla produzione alla consegna al cliente finale nelle 8 città identificate, utilizzando camion Lng, veicoli elettrici e biciclette. I mezzi a basso impatto ambientali sono stati messi a disposizione dai diversi partner di trasporti per coprire tutte le fasi di consegna (dallo stabilimento di produzione al punto vendita).

"Il progetto 'Consegne green' si inserisce perfettamente nel programma internazionale 'L'Oréal For The Future', che definisce gli ultimissimi ambiziosi target di sostenibilità del Gruppo per il 2030 - ha dichiarato Fabio Sensidoni, direttore Operations L'Oréal Italia - Sono molto felice di annunciare l'ampliamento di questo progetto che oggi, per alcune categorie di prodotti, ci permette di realizzare l'intera filiera green in 8 città italiane riducendo la nostra impronta ambientale. Infatti con questo progetto ridurremo di circa ulteriori 29 tonnellate le emissioni di CO2. E questo grazie anche alla collaborazione con i nostri fornitori. Perché la sostenibilità è un gioco di squadra".

Con le elaborazioni del tool "Ecologistico", il web tool di GS1 Italy che consente di comprendere e misurare l'impatto climatico della supply chain, si stima che l'impiego di tali mezzi abbia permesso un risparmio in termini di emissioni climalteranti del 26,8%, pari a circa 29 tonnellate di CO2e (WtW) su base annua. In aggiunta, grazie alla tipologia di combustibile adottato, l'azienda ha potuto ridurre le proprie emissioni di particolato (PM) di circa il 98,9% evitandone un'emissione di 2,9Kg. 

L'attenzione alla sostenibilità della gamma Fructis si concretizza anche nel progetto Wall to Wall, lanciato nel 2010 che prevede flaconi a Km 0. Un fornitore terzo produce flaconi shampoo all'interno dello stabilimento permettendo di risparmiare quasi 850 camion/anno utilizzati per il trasporto di articoli di confezionamento, consentendo una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 100 t/anno. Questo progetto fa parte di un'iniziativa globale finalizzata alla riduzione dell'inquinamento nei centri urbani, di cui l'Italia è uno dei Paesi pilota.

Tag: ecosostenibilità, supply chain

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turchia: al via l'Istanbul Economy Summit per l’ambiente

Si svolgerà il 10 dicembre la quinta edizione dell' Istanbul Economy Summit, sotto il tema della Green Economy e con la sponsorizzazione di una delle principali società...

Federlogistica-Conftrasporto: nasce la Logistic Digital Community per la trasformazione digitale nei trasporti

Favorire il processo di digitalizzazione nel mondo del trasporto e della logistica. A questo punta la Logistic Digital Community, comunità virtuale promossa da Federlogistica...

Volvo Trucks: un evento internazionale per accelerare la transizione elettrica

Un evento su scala mondiale per velocizzare il passaggio al trasporto elettrico. È quello organizzato da Volvo Trucks con l'obiettivo di dimostrare come attuare la transizione verso...

Iveco e Shell: accelerare la decarbonizzazione attraverso l'uso del biogas

Si è tenuto oggi il panel organizzato da Iveco e Shell incentrato sull’importanza del LNG e del bio-LNG nel processo di decarbonizzaizone del trasporto su strada. Alla tavola rotonda...

Rinnovabili: gara di privatizzazione per la centrale idroelettrica turca ÇAL  

Una nuova opportunità di privatizzazione nel settore delle energie rinnovabili ed in particolare nel settore idroelettrico, è stata annunciata con un bando dell’undici settembre...

La più grande cooperativa Conad potenzia la rete logistica con Tesisquare e Shippeo

La più grande cooperativa del consorzio Conad ha scelto i partner tecnologici Tesisquare e Shippeo per migliorare la visibilità dei trasporti in tempo reale e potenziare così la...

Mobilità elettrica: in Ue pochi punti di ricarica

Lungo le reti stradali nella maggior parte degli Stati membri dell'Ue scarseggiano punti di ricarica elettrica. Lo dicono i nuovi dati dell'Associazione europea dei produttori di automobili (Acea). I...

Gas naturale e biometano: un nuovo accordo per la promozione della mobilità sostenibile

Fare leva sul gas naturale e sul biometano per promuovere una mobilità a basse emissioni nel trasporto merci e in particolare nella logistica dell’ultimo miglio. È questo...