Brexit, Logistic Uk lancia l'allarme: porti paralizzati in estate?

CONDIVIDI

mercoledì 9 febbraio 2022

Il monito arriva da Logistics Uk, il principale ente commerciale logistico del Regno Unito. Le conseguenze della Brexit potrebbero danneggiare i traffici commerciali a partire dalla prossima estate, quando i porti della Manica rischieranno una paralisi. La causa? L'intensificarsi dei controlli alle frontiere.

I porti della Manica così come quello di Dover, in Cornovaglia, potrebbero "restare paralizzati" nel periodo estivo a causa delle conseguenze dell'accordo post Brexit siglato da Ue e Regno Unito rischia quindi di paralizzare 

Un rapporto della Camera dei Comuni è risultato molto critico nei confronti della gestione del confine del Regno Unito da parte del governo dopo la Brexit: nel documento l'esecutivo è accusato di "promettere troppo" e di non aver rispettato le scadenze.

A rischio paralisi i porti della Manica di Dover e Folkestone

Secondo il Logistics Uk i controlli biometrici alle frontiere dell'Ue che dovrebbero essere introdotti quest'anno potrebbero creare lunghi ritardi a meno che le autorità comunitarie e del Regno Unito non collaborino per risolvere problemi urgenti con il nuovo sistema.

Logistics Uk ha sottolineato che il sistema di ingresso e uscita che entrerà in vigore potrebbe avere "un forte impatto" sui tempi di attesa nei porti della Manica di Dover e Folkestone, col rischio di code lunghe sino a 29 miglia (circa 46 chilometri) a causa di potenziali ritardi causati da nuovi controlli.

Tag: brexit, logistica, trasporto merci

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto, La Spezia: da luglio maggiorazioni di 150 euro a viaggio a causa dei disagi

I disagi che vivono gli autotrasportatori che operano presso il porto La Spezia sono al centro di una nota diffusa da Fai Liguria (la Federazione degli Autotrasportatori Italiani aderente a...

Milano: distribuzione urbana più sostenibile con l'iniziativa Foody City Logistics

Sogemi e ATM hanno dato vita all'iniziativa Foody City Logistics. Si tratta di un modello di sostenibilità ambientale per la distribuzione urbana alimentare. Le due realtà partecipate...

Investimenti autotrasporto 2021/2022: pubblicato l'elenco delle domande per gli incentivi

Pubblicato sul sito di RAM l’elenco delle domande di accesso all’incentivo con cui le imprese di autotrasporto hanno prenotato le somme previste (50 milioni di euro) nella prima finestra...

Volvo Trucks: veicoli per la distribuzione nelle città più guidabili ed efficienti

I modelli Volvo FL e FE,  dedicati alla distribuzione nelle città e nelle aree urbane, sono stati aggiornati con nuove trasmissioni in grado di offrire una maggiore efficienza e una guida...

La figura della logistica entra per la prima volta nel Codice civile

Per la prima volta nella storia della Repubblica viene introdotta la figura della logistica all’interno del Codice civile. La Camera ha approvato in via definitiva il D.L 36/2022 sul PNRR (A.C....

Intermodalità e flessibilità: le strategie della logistica per affrontare la crisi internazionale

Covid, aumento del costo dei noli, difficoltà di approvvigionamento, guerra in Ucraina: negli ultimi due anni il settore trasporti e logistica ha dovuto fronteggiare difficoltà...

Digitalizzazione dei trasporti: smeup investe in Cargoful

smeup, azienda del settore informatico, ha deciso di investire in Cargoful con un aumento di capitale di 250mila euro guidato da S2Capital. Le nuove risorse supporteranno Cargoful nel consolidamento...

Camion, aree di sosta: attenti ai colori

Da uno studio del 2019 è emerso che nel territorio dell’UE mancano circa 100 mila parcheggi notturni per veicoli pesanti e che, a fronte di 300 mila posti disponibili, soltanto 7.000 -...