Green Pass autotrasporto: la situazione al 18 ottobre

CONDIVIDI

lunedì 18 ottobre 2021

La protesta contro il Green pass in alcuni scali italiani (qui il nostro ultimo aggiornamento) ha avuto a Trieste un primo epilogo, oggi, con lo sgombero da parte delle forze dell'ordine dei manifestanti che presidiavano da venerdì 15 ottobre il varco 4 dello scalo, rallentando le attività.

La prefettura e l'Autorità Portuale hanno ritenuto non più tollerabile l'occupazione anche se il sindacato CLPT garantisce che resisterà fino al 20 ottobre e il coordinamento no vax cittadino va oltre, annunciando di voler restare "a oltranza".

Per quanto riguarda il numero di vaccinati prima dell’introduzione del green pass, dalle stime risulta il 67% al porto di Trieste e 76% a Monfalcone.

A Genova, la decisione di liberare alcuni dei varchi d'accesso per far defluire il traffico dei mezzi pesanti ed evitare il blocco della circolazione in città è frutto di un serrato dialogo tra la polizia e lo zoccolo duro della protesta No Green pass. Il compromesso consente di tenere vivo il presidio principale a varco Etiopia, a Sampierdarena davanti al quale il 15 ottobre un lungo blocco stradale ha paralizzato la strada.

A varco Albertazzi i tir che trasportano merci deperibili, i mezzi passeggeri e quelli di servizio come i camion della spazzatura, vengono fatti passare.
Gli altri varchi portuali (San Benigno e terminalPsa e Messina) e la viabilità interna al porto sono liberi.

Nei presidi non ci sono solo i lavoratori del porto di Genova ma anche lavoratori di altre categorie e i manifestanti arrivati da altre città, nonché gruppi di anarchici e alcuni esponenti nel comitato Libera Piazza - no green pass.

La situazione a Bologna e Gioia Tauro

Operazioni regolari all'Interporto di Bologna, nodo nevralgico dei flussi di merci e logistica del Centro-Nord cui afferiscono 130 aziende e nel quale transitano 5mila mezzi pesanti al giorno. Da venerdì scorso, in occasione dell'avvio dell'obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro, è allestito sul posto un punto tamponi per consentire a chi è senza vaccino di poter lavorare.

A Gioia Tauro sono 20 i portuali rifiutati stamattina, primo lunedì di ripresa del lavoro dopo l'introduzione dell'obbligo del green pass, ai tornelli d'ingresso del porto di Gioia Tauro perché non in possesso del certificato o dell'esito negativo del tampone. Anche per quanto riguarda gli autisti dei tir in entrata non si registrano difficoltà, al momento un solo conducente è stato respinto perché privo sia della carta verde che che del tampone. Dati minimi anche rispetto a venerdì quando, in corrispondenza con l'introduzione dell'obbligo, nei primi turni di lavoro dello scalo vennero rimandati indietro in 60 circa.

Da domani dovrebbe partire il servizio messo a disposizione dal terminalista Mct per l'effettuazione del tampone gratuito che sarà attivo per i prossimi 15 giorni. L'attività di transhipment all'interno del porto va avanti regolarmente e senza alcun problema. Non ci sono attese e non si registrano file nemmeno al gate utilizzato degli autotraportatori.

Tag: porto di gioia tauro, porto di genova, porto trieste, interporto bologna, Green pass

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Green pass e trasporto pubblico: ecco cosa cambia dal 6 dicembre

Dal 6 dicembre il Green pass base sarà necessario non più solo per prendere un aereo, un treno ad alta velocità, un pullman o una nave che collegano più di due regioni, ma...

Covid-19, nuove regole per l'autotrasporto: controllo del Green pass prima di salire sul veicolo

Riviste le disposizioni anti-Covid per gli addetti ai trasporti e alla logistica. Le nuove misure si sono rese necessario a seguito dell’evolversi della situazione epidemiologica, della...

Covid-19: aggiornate le norme per bus, treni e taxi. Con caso sospetto a bordo, stop al convoglio

Aggiornate le disposizioni a cui devono attenersi gli addetti ai trasporti al fine di contenere la pandemia da Covid-19. Le novità per autotrasporto e logistica sono state illustrate qu...

Porto di Trieste: via al bando di gara per il potenziamento delle infrastrutture ferroviarie

È stato pubblicato il bando di gara per la prima fase dei lavori di potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria all'interno del porto di Trieste, in attuazione degli accordi previsti nel...

Zone Economiche Speciali (Zes): in arrivo 630 milioni del PNRR

  Il Decreto di assegnazione dei 630milioni previsti nel Pnrr per le Zone economiche speciali è ormai in dirittura d'arrivo. E 111milioni 700mila euro saranno destinati alla Zes...

Autotrasporto: Green pass e formazione al centro dell’intervento di Claudio Carrano (Infogestweb Golia) ad ALIS Channel

Green pass, formazione e sostenibilità dell'autotrasporto. Questi i temi al centro del dibattito della nuova puntata di ALIS Channel Talk, lo spazio web di approfondimento dedicato...

Porti di Genova, Savona e Vado ligure: traffico commerciale in crescita nei primi nove mesi dell’anno

Prosegue la ripresa dei Porti di Genova, Savona e Vado ligure. I primi nove mesi 2021 si chiudono con 48.452.982 tonnellate di traffico commerciale, il 12,6% in più rispetto allo stesso...

Autotrasporto: Fai Liguria, tamponi rapidi al servizio degli autisti

Tamponi rapidi per aiutare gli autotrasportatori nello svolgimento del loro lavoro. Fai Liguria ha avviato, in fase sperimentale, un servizio di presidio attivo dal lunedì al venerdì...