Uber: sentenza Corte Ue non comporterà cambiamenti nei Paesi in cui siamo presenti

CONDIVIDI

mercoledì 20 dicembre 2017

"Questa sentenza non comporterà cambiamenti nella maggior parte dei paesi dell'Ue dove già siamo presenti e in cui operiamo in base alla legge sui trasporti". Lo ha dichiarato un portavoce di Uber dopo che la Corte di giustizia dell'Unione europea ha definito di competenza dei singoli stati la disciplina del servizio che rientra nel settore trasporti. "Tuttavia, milioni di cittadini europei ancora non possono utilizzare app come la nostra - ha aggiunto -. È arrivato il momento di regolamentare servizi come Uber, come anche il nostro ceo afferma, ed è per questo che continueremo il dialogo con le città di tutta Europa, con l'obiettivo di garantire a tutti un servizio affidabile a portata di clic".

"Una decisione significativa, che premia l'impegno del sindacato europeo e della Cgil affinché in Europa vengano definiti diritti e tutele per i lavoratori delle piattaforme digitali", è invece il commento di Fausto Durante, responsabile delle politiche europee e internazionali della Cgil. Per il dirigente sindacale "l'azienda deve agire nel quadro delle regole e delle condizioni che ciascuno degli Stati membri dell'Ue stabilisce per il settore dei trasporti. Tra i doveri, quindi, vi è anche quello di rispettare i diritti del lavoro. Auspichiamo - ha proseguito Durante - che Uber, insieme ai sindacati dei Paesi in cui opera, definisca accordi per stabilire il giusto salario e le condizioni di lavoro dei suoi operatori. Inoltre - aggiunge - chiediamo che i principi del 'Pilastro europeo dei diritti sociali', approvato poco più di un mese fa nel vertice di Goteborg, siano incorporati nel quadro giuridico europeo, e che veda presto la luce la direttiva sui 'Written Statement' sulla forma scritta dei contratti di lavoro. Una direttiva che - conclude Durante - dovrà dare copertura e garanzie anche ai lavoratori delle piattaforme, ai parasubordinati e agli autonomi".


Tag: uber, cgil

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Presidio Stef Tavazzano: un tir forza il blocco e investe due sindacalisti

Investiti da un camion ai cancelli alla filiale della Stef di Tavazzano - una delle più grandi aziende logistiche del Lodigiano - nel corso di un presidio sindacale. È successo ad un...

Uber JUMP a Roma: arriva il nuovo servizio di bike-sharing elettrico a pedalata assistita

Sbarca a Roma - prima città in Italia - un nuovo servizio di trasporto in condivisione: Uber Jump, il bike-sharing elettrico a pedalata assistita. “Una flotta di biciclette a...

Trasporto merci e logistica: i sindacati proclamano sciopero per il 24 luglio

Mercoledì 24 luglio sciopero nel settore trasporto merci e logistica. Le Federazioni nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti, ad un anno di insediamento del Governo e per...

Trasporti, Uil Lazio: Simona Rossitto è stata rieletta segretario generale

Simona Rossito è stata rieletta segretaria generale della Uil trasporti di Roma e del Lazio. Rossitto, al vertice della categoria regionale dal 2014, è stata riconfermata oggi dal...

Uber promette nuove regole per tornare a lavorare a Londra

Uber inizierà a denunciare alla polizia gli incidenti di violenza e introdurrà una serie di cambiamenti al suo servizio per soddisfare l'autorità dei trasporti di Londra che lo...

Ue: Uber è un servizio di trasporto. Conftrasporto, ora disciplinare l'attività

Il servizio di messa in contatto con conducenti non professionisti fornito da Uber rientra nell'ambito dei servizi nel settore dei trasporti e gli Stati membri possono di conseguenza disciplinare le...

Sicilia, Cgil lancia l'allarme: a rischio il potenziamento del porto di Augusta

"Dall'elenco Grandi progetti del Programma operativo nazionale infrastrutture 2014/2020 rischia di scomparire il potenziamento del porto commerciale di Augusta". E' l'allarme lanciato dal il...

Taxi: Corte Ue, gli Stati possono imporre la licenza ai conducenti Uber

Uber fornisce un servizio di trasporto e può dunque essere obbligata a ottenere delle licenze. È questo il parere di Maciej Szpunar, consulente della Corte di giustizia dell'Unione...