Turismo sostenibile: studio Flixbus, investire nelle infrastrutture per una rivoluzione green

CONDIVIDI

mercoledì 7 aprile 2021

In Italia, esiste, una comunità di viaggiatori responsabili disposti ad accogliere la sfida di una rivoluzione ecologica nella mobilità. Ma le carenze infrastrutturali vincolano a scelte di viaggio meno ecologiche anche gli italiani più responsabili, che in vacanza diventano inoltre più esigenti a livello di comodità.

Lo rivela lo studio “Il viaggiatore green”, commissionato da FlixBus all’istituto di ricerca Squadrati e somministrato a un campione di 850 Italiani dichiaratamente ecologisti.
Lo studio indaga i comportamenti degli italiani attenti all’ambiente con riferimento al viaggio e, in generale, allo stile di vita, per individuare i preconcetti e le criticità che rischiano di ostacolare la piena affermazione di una concezione propriamente green del viaggio.

L’83% dichiara pronto a rinunciare all’auto privata

Molti intervistati utilizzano l’auto privata per spostarsi, sia in città che fra una città e l’altra, per l’assenza di alternative. Infatti, l’83% dichiara che rinuncerebbe all’uso del mezzo personale se potesse arrivare a destinazione con mezzi collettivi, e il 53% sarebbe pronto a raggiungere la meta con più mezzi, ma meno inquinanti.

Anche chi dichiara di avere a cuore l’ambiente vi presta meno attenzione in vacanza: il 44% degli intervistati indica come prioritari il contenimento dei costi, il 17% la brevità del viaggio e il 12% il numero ridotto di cambi; solo per il 4% il contenimento delle emissioni è cruciale nella pianificazione del soggiorno. L’esigenza di comodità in vacanza si riflette nelle preferenze accordate ai mezzi di trasporto: l’auto è la soluzione preferita per le vacanze in Italia, l’aereo per quelle all’estero.

I pregiudizi (sbagliati) nei confronti dell’autobus

Un altro ostacolo alla ripresa in chiave green del turismo e della mobilità è rappresentato dalla scarsa consapevolezza dell’anima green dell’autobus (l’autobus può sostituire fino a 30 auto su strada), un problema che riguarda soprattutto le generazioni più anziane. Secondo lo studio, l’autobus patisce infatti una maggiore diffidenza sul tema dell’inquinamento rispetto ad altri mezzi come il treno, ritenuto assai più sostenibile: il 65% degli intervistati dichiara che userebbe gli autobus a lunga percorrenza ‘se non inquinassero’, e solo il 9% li userebbe per compiere un viaggio in modo green.

L’autobus viene indicato nella ricerca di Squadrati come opzione di viaggio preferita da più di 1 Millennial su 5 (21%) e da quasi 1 su 4 fra gli appartenenti alla Generazione Z (23%), da sempre la fetta predominante del pubblico di FlixBus, complici sì i costi ridotti, ma anche una più spiccata consapevolezza dei benefici derivanti da un approccio intermodale al viaggio.

D’altronde, se i Millennials (24-39 anni) e la Generazione Z (18-23 anni) si dichiarano propensi a utilizzare mezzi collettivi, i Baby Boomers (54-64 anni) accordano una netta preferenza all’auto privata (68%), confermando l’esistenza di un profondo divario generazionale nelle modalità con cui gli Italiani che dichiarano un orientamento green si relazionano alla mobilità.

Tag: autobus ibridi, flixbus, sostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Terzo Valico: completata la galleria Serravalle, 22 km di linea ferroviaria senza interruzioni

Un nuovo tassello per la nuova grande opera sotterranea della tratta ferroviaria piemontese del Terzo Valico. Con l'abbattimento dell'ultimo "pezzo di roccia" di oggi si sono completate le...

Auto sostenibili, e se la scelta fosse metano e Gpl?

In campo automotive, negli ultimi anni, non si fa che parlare di elettrificazione. Lo chiede l'Europa, con gli standard per le emissioni sempre più stringenti, e lo sostengono le case...

Porti Adriatico: due progetti da 27mln di euro per favorire digitalizzazione e sostenibilità

Due progetti presentati dall'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale hanno ottenuto finanziamenti per oltre 27 milioni di euro. Il MIMS ha ritenuto i progetti...

Ferrovie: Flixtrain sbarca in Svezia

Dopo il debutto in Germania, FlixTrain approderà in Svezia. L’operatore tedesco privato di servizi ferroviari a lunga percorrenza, infatti, renderà disponibili più di 30...

Camion e autobus a emissioni zero: l'industria chiede di ampliare la rete di ricarica elettrica

Più stazioni di ricarica elettrica per i veicoli pesanti. I produttori di autocarri e le associazioni ambientaliste chiedono all'Ue di implementare 11.000 punti di ricarica per camion...

Assarmatori chiede incentivi per sviluppare tecnologie per flotte più sostenibili

Un trasporto marittimo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente e delle comunità può essere considerato onere esclusivo degli operatori privati?Secondo Assarmatori...

Toscana Carbon Neutral: 5 milioni di euro per 20 progetti destinati a verde urbano e piste ciclabili

Un nuovo bando green per la Toscana. Dal verde urbano alle piste ciclabili: la Regione punta alla sostenibilità grazie al finanziamento di 20 nuovi progetti. Grazie ai 5 mln di euro messi a...

Veneto: Amazon apre tre nuovi depositi di smistamento

A Vicenza, Treviso e Riese Pio X (TV) sorgeranno tre centri di smistamento Amazon, realizzati secondo alti standard di sostenibilità, con sistemi energetici e di illuminazione innovativi. Le...