Trasporto pubblico: dal 2011 al 2015 passeggeri in calo nei capoluoghi del 10,5%

CONDIVIDI

mercoledì 13 dicembre 2017

Dal 2011 al 2015 i passeggeri annui del trasporto pubblico locale nei comuni capoluogo di provincia italiani sono passati da 3.807,2 milioni a 3.405,7 milioni, con un calo di circa 400 milioni, che corrispondono a un calo del 10,5%. Questi dati emergono da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat e confermano che, nelle scelte di mobilità, i mezzi pubblici sono sempre più in fondo alla graduatoria delle preferenze degli italiani, mentre i mezzi privati continuano a raccogliere consensi.

A conferma di questa tendenza vi è anche l’indice di soddisfazione elaborato dall’Isfort rispetto all’uso dei vari mezzi di trasporto da parte degli italiani. In questo indice all’automobile viene assegnato un punteggio di 8,4 (in una scala che va da un minimo di 1 ad un massimo di 10), mentre il punteggio della moto è di 8,1. Il mezzo di trasporto pubblico che più si avvicina a quelli privati è la metropolitana, con un punteggio di 7,2. Treno locale e autobus invece si collocano appena sopra la sufficienza, con un punteggio di 6,3.

Dalle elaborazioni risulta che è Roma la città capoluogo di provincia italiana con il maggior numero di passeggeri annui del TPL, pari a quasi 1.200 milioni nel 2015. In questa graduatoria segue Milano - quasi 600 milioni, Torino - circa 250 milioni e poi ancora Venezia, Genova, Napoli, Bologna, Firenze, Trieste e Brescia. E’ interessante notare che nella graduatoria dei primi dieci capoluoghi di provincia italiani per numero annuo di passeggeri del TPL vi sono sia città che dal 2011 al 2015 hanno fatto registrare una diminuzione sia città che invece, in controtendenza rispetto all’andamento generale, hanno fatto registrare un aumento. In particolare queste ultime sono Torino, Venezia, Bologna, Firenze e Brescia. Queste città rappresentano quindi case history virtuosi da studiare per poter applicare il modello gestionale che ha portato ad una crescita dei passeggeri del TPL anche alle città che hanno fatto registrare dati negativi.

Tag: istat, mezzi pubblici

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Aci-Istat, sicurezza stradale: nel 2020 gli incidenti sono calati del 31,3%

A mobilità ridotta corrispondono meno incidenti: è sostanzialmente matematico.  Lo conferma anche il Report incidenti stradali 2020 Aci-Istat. Nell’anno nero del Covid, a...

Ernst & Young: come il Covid-19 ha cambiato la mobilità italiana

Il Covid-19 ha indubbiamente cambiato la mobilità. Lo ha confermato recentemente anche Ernst & Young, il network mondiale di servizi di consulenza, nel suo terzo White Book, il rapporto...

Camion: il 66,9% del parco italiano immatricolato prima del 2010

Il 66,9% degli autocarri per trasporto merci in circolazione in Italia è stato immatricolato fino al 2009. Ne consegue che solo il 33,1% è stato immatricolato a partire dal 2010, e...

Autotrasporto: a novembre 2020 emissioni di CO2 da benzina e gasolio in calo del 17,8%

  A novembre 2020 le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione sono diminuite di 1.354.425 tonnellate rispetto allo stesso mese del 2019. Tale diminuzione...

Automotive: crescita a due cifre a ottobre 2020 (+14,5%)

A ottobre 2020, secondo i dati Istat, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un aumento tendenziale del 14,5%, mentre chiude i primi dieci mesi del 2020 a...

TPL Linea: gara europea per rinnovo parco mezzi e nuovi autisti per l'azienda di trasporto pubblico di Savona

TPL Linea ha lanciato ufficialmente la gara europea per il rinnovo del parco mezzi ed entro l’anno assumerà anche tre nuovi autisti a tempo indeterminato. Dopo il potenziamento del...

Industria automotive: a settembre calo tendenziale del 4%

Secondo dati Istat, a settembre 2020 la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un calo tendenziale del 4%, mentre chiude i primi nove mesi del 2020 a -30,9%....

Traffico veicoli pesanti in autostrada -20,9% nel primo semestre 2020

Il traffico di veicoli pesanti in autostrada nei primi sei mesi del 2020 è diminuito del 20,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Sempre da gennaio a giugno il traffico di veicoli leggeri...