Riduzione degli operatori ed estensione area del servizio: il nuovo bando del Comune di Roma per monopattini in sharing

CONDIVIDI

mercoledì 24 agosto 2022

“Mettiamo ordine dove non c’era attraverso un bando che recepisce quanto previsto dalle linee guida del nuovo Regolamento. Discipliniamo concretamente un ambito molto sentito dai cittadini. Abbiamo il dovere di potenziare il ricorso a mezzi in modalità sostenibile, usandoli dove servono, per il tratto del cosiddetto ‘ultimo miglio’ o ‘primo miglio’, ossia negli spostamenti casa/prima fermata trasporto pubblico e da trasporto pubblico/lavoro-università-scuola. Dobbiamo inoltre evitare che siano posteggiati ovunque. Questo bando va proprio a fare questo, riducendo il numero di operatori, imponendo vincoli più stringenti a tutela del decoro urbano e della sicurezza, redistribuendo i monopattini in tutta la città e non solo nel centro storico”.

Così l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè a margine della pubblicazione questa mattina dell’Avviso Pubblico per la selezione di tre operatori interessati ai servizi di noleggio di monopattini elettrici nella Capitale.

Il bando recepisce quanto definito nelle linee guida approvate in Giunta lo scorso 24 giugno e contiene alcune novità rispetto al passato:

  • gli operatori passeranno dagli attuali 7 a 3, con concessione di durata triennale e con mezzi che potranno essere un numero massimo di 3.000 nelle zone centrali e poi equamente divisi tra gli altri Municipi;

  • le imprese che vorranno operare a Roma devono avere già effettuato un servizio autorizzato in città con un minimo di 750mila abitanti e almeno mille veicoli;

  • viene inoltre stabilito che sarà compito del Comune individuare le nuove aree no parking e dove realizzare gli stalli.

A queste disposizioni si aggiungono altre indicazioni precise che gli operatori dovranno rispettare, messe a punto dall'amministrazione capitolina sempre nell'ottica di perseguire ordine, sicurezza e decoro urbano:

  • dotazione della targa metallica sui veicoli con aggiunta di Qr code che ne permette l'identificazione immediata attraverso dispositivi elettronici;

  • velocità massima di 20km/h che diventano automaticamente 6km/h nelle aree pedonali;

  • noleggi solo per maggiorenni;

  • obbligo di iscrizione con carta d’identità.

Il monitoraggio automatizzato della localizzazione dei mezzi verrà effettuato ogni ora attraverso la piattaforma applicativa di Roma Capitale. In caso di infrazioni, le società di nolo rischiano dalla sospensione alla revoca dell’autorizzazione.

Aumenta l'estensione territoriale del servizio

Ogni operatore potrà ottenere l'autorizzazione, a fronte di un canone da versare a Roma Capitale variabile tra 1 e 4 euro al mese per ciascun veicolo, per un numero di mezzi tra un minimo di 2500 e un massimo di 3000.

Aumenta l'estensione territoriale del servizio con un'area minima di 95 kmq totali estesa a 5 aree interessate dal Piano generale del traffico urbano tra le Mura Aureliane, l'anello ferroviario, la fascia verde, il Gra, Ostia e Acilia.
Tra i requisiti per la vittoria del bando c’è anche quello che riguarda l’operatività del servizio rispetto a linee metro e stazioni.

Per l’assegnazione del noleggio saranno infine valutati anche il sistema di manutenzione, il controllo e la redistribuzione della flotta, il sistema di contatto con la clientela, la sostenibilità ambientale, la possibilità di offrire abbonamenti, le agevolazioni per gli utenti del trasporto pubblico e gli sconti per spostamenti sistematici.

“Con il nuovo bando per l’affidamento del servizio di monopattini elettrici – spiega il sindaco Roberto Gualtieri – Roma passerà dal caos di una situazione priva di programmazione ad un regolamento ordinato, attento alle esigenze dei cittadini e del decoro urbano. La nuova disciplina riporta questo mezzo di trasporto a corto raggio ad essere meglio distribuito sul territorio, limitandone l’abuso e garantendo comportamenti corretti sia nella velocità sia nelle possibilità di parcheggio”.

 

 

Tag: monopattino elettrico

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Free Now: anche Monza, Reggio Emilia e Modena nella rete dell'app per la multimobilità

I cittadini di Monza, Reggio Emilia e Modena potranno usufruire dei servizi di Free Now, l'app che agevola la mobilità con il servizio taxi e la micromobilità fornita dai partner TIER e...

Dal pullman al monopattino: Helbiz e Cotral incentivano trasporti sostenibili a Roma e nel Lazio

Supportare l’intermodalità con il Trasporto Pubblico Locale e Regionale al fine di agevolare i collegamenti tra Roma città e l’intera regione Lazio. Helbiz, società...

Voi Technology lancia un nuovo servizio di monopattini in sharing a Rho

La micromobilità elettrica in sharing offre a tutti un’alternativa per spostarsi a emissioni zero e contribuire alla decongestione del traffico urbano. Voi Technology, azienda...

Migliorare la sicurezza e la sostenibilità: Dott rinnova la flotta di monopattini a Roma

Nuovi monopattini dotati di frecce direzionali, ruota anteriore più grande e triplo sistema frenante; la batteria estraibile alleggerisce le operazioni logistiche, assicurando oltre il 95%...

A Roma parte il progetto RideSafeUM per prevenire gli incidenti in monopattino

La diffusione della  micromobilità elettrica nelle grandi città permette di ridurre la congestione del traffico e le emissioni di Co2. Ma allo stesso tempo emerge l'esigenza di...

Monopattini in sharing: ecco il Vademecum di Dott e Legambiente per un corretto utilizzo

Conoscere le regole e adottare scelte di mobilità sostenibili per ridurre l’uso dell’auto privata, utilizzando i nuovi mezzi in sharing che ormai popolano abitualmente le nostre...

Con TIER la micromobilità condivisa arriva nell’hinterland milanese

TIER rafforza la sua presenza sull’area metropolitana di Milano e porta le sue soluzioni di micro-mobilità condivisa a Rho. Dopo Milano, Monza e Bergamo (con Next Bike) l’operatore...

Mobilità condivisa: TIER lancia il Bonus Parking per contrastare il parcheggio selvaggio a Roma

La micro-mobilità urbana è un'importante risorsa in risposta a traffico e inquinamento. Ma l'abbandono selvaggio dei veicoli nelle strade può rappresentare un problema reale per...