Bus Rapid Transit: in Trentino trasporto su gomma più rapido in vista delle Olimpiadi

CONDIVIDI

venerdì 28 maggio 2021

Un sistema di trasporto di massa con autobus che viaggiano su corsie preferenziali per aumentare la rapidità del trasporto su gomma, raggiungendo prestazioni assimilabili a quelle di una metropolitana. Non necessita di nuove infrastrutture viarie, ma di un potenziamento di strade esistenti, con allargamenti localizzati della sede stradale e nuove fermate attrezzate.

Si tratta del BRT- Bus Rapid Transit ed è la soluzione infrastrutturale di mobilità sostenibile considerata dalla Provincia di Trento un upgrade tecnologico e di servizio nell'ambito del trasporto pubblico locale che verrà realizzata nelle valli di Fiemme e Fassa in vista delle Olimpiadi invernali del 2026.

Superare il veicolo privato

La Giunta provinciale ha approvato uno schema di accordo di collaborazione che permette di definire gli interventi sulla mobilità pubblica, inserendo le due Comunità di Valle interessate in un apposito Tavolo di confronto interistituzionale, per la partecipazione attiva del territori coinvolti.

Nel provvedimento approvato è contenuto anche lo studio di fattibilità che esplora la compatibilità tecnico-funzionale di una linea BRT con le caratteristiche dell'area di studio e le specificità della domanda di trasporto che essa esprime. L'analisi svolta individua anche tre componenti sinergiche tra loro e caratterizzanti un sistema BRT: l'infrastrutturazione della sede, delle fermate e delle opere complementari; le tecnologie di supporto (ITS, Infomobilità, semaforizzazioni); il materiale rotabile come elemento distintivo (capacità, comfort, allestimenti interni, motorizzazioni a basse emissioni).

In generale, è rilevante il conseguimento di servizi più regolari, senza ritardi, anche nelle ore e nei giorni di punta, vista la possibilità di "superare" localmente il veicolo privato, scongiurando i problemi legati alla congestione del traffico.

70 milioni di euro di investimenti complessivi

"Con il decreto del dicembre scorso a firma del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con Ministro dell'Economia e delle Finanze, sono state individuate le opere da realizzare per garantire la sostenibilità delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Le infrastrutture erano già presenti nel dossier di candidatura, con il decreto sono stati definiti i finanziamenti assegnati. Fra queste opere trovano spazio anche gli interventi per la realizzazione di un sistema di mobilità di tipo Bus Rapid Transit nelle valli olimpiche di Fiemme e Fassa e l'adeguamento del deposito Bus di Cavalese, per i quali sono previsti 70 milioni di euro di investimenti complessivi" ha spiegato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti.

Tag: trasporto pubblico locale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Roma: trasporto pubblico, sulla linea Termini-San Pietro c'è lo SmartBus

Da lunedì 25 ottobre, per un periodo sperimentale di sei mesi, il primo SmartBus della flotta Atac sarà attivo sulla linea 64 che collega la stazione Termini con la stazione San Pietr...

FlixMobility espande il network di autobus intercity negli Usa e acquisisce Greyhound

FlixMobility acquisisce Greyhound Lines, principale operatore di trasporto in autobus a lunga percorrenza degli Stati Uniti. "Sempre più persone, in Nord America, sono alla ricerca di...

Trasporto pubblico locale: oltre 135 milioni per il rinnovo dei mezzi e delle infrastrutture di rifornimento della regione Marche

In arrivo oltre 135 milioni di euro di finanziamenti destinati al rinnovo dei mezzi e alle infrastrutture di rifornimento per il trasporto pubblico locale della regione Marche. Risorse che –...

Toscana: obbligo Green pass, possibili disagi nel trasporto pubblico locale

Domani entrerà in vigore l'obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro e la Regione Toscana ha organizzato un incontro con le Prefetture, la Città metropolitana, le Province e le aziende...

Obbligo di Green Pass: Seta non prevede emergenza per carenze autisti ma possibili disagi a livello locale

Solo poche decine di autisti Seta (sui circa 800 totali in forza) hanno comunicato di non possedere il Green Pass entro i termini di preavviso disposti ai sensi di legge. Lo ha comunicato in una nota...

Metro Roma: il 13 ottobre riapre la stazione Castro Pretorio

Atac ha comunicato che la stazione della metro B di Castro Pretorio riaprirà ai viaggiatori dall'inizio del servizio di mercoledì 13 ottobre. L'azienda fa sapere che la stazione...

Sciopero lunedì 11 ottobre: a Roma possibili disagi su metro, bus e tram

Nuova giornata di disagi per gli utenti dei trasporti a Roma. Lunedì 11 ottobre si svolgerà infatti uno sciopero nazionale indetto dal sindacato Usb. Lo stop di 24 ore...

Trasporto pubblico: nel Lazio solo il 48,2% degli autobus è Euro 5 o Euro 6

Qual è la provincia italiana con il parco autobus circolante più vecchio? A questa domanda ha risposto un'elaborazione dell'Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp...