Con il caro carburanti gli italiani al volante adottano comportamenti più virtuosi

CONDIVIDI

martedì 17 gennaio 2023

Verde self service a 1,817 euro/litro, diesel a 1,868 euro/litro: oggi si placano le quotazioni dei prodotti raffinati dopo quattro rialzi consecutivi.

L’aumento dei costi dei carburanti e il mancato rinnovo del taglio delle accise da parte del Governo è uno degli argomenti centrali del dibattito mediatico di questi giorni.

Ma come stanno reagendogli italiani ai nuovi assetti considerando che l'auto privata resta il mezzo preferito?

Secondo l’analisi del Centro Studi di AutoScout24, il caro carburanti inizia ad avere un impatto sulle abitudini quotidiane di utilizzo dell'auto, come confermato dal 42% del campione, ma in futuro potrebbe aumentare sensibilmente (69%) se il costo dovesse aumentare ulteriormente.

La maggior parte delle persone usa l’auto più di 5 giorni a settimana (73%), tanti percorrono più di 10mila chilometri all’anno (69%), quasi sei su dieci spendono in media tra i 100€ e i 300€ al mese di carburante e per il 15% supera i 300€.

Abitudini degli automobilisti in evoluzione 

Il campione ha dichiarato di aver modificato il proprio modo di utilizzo dell'auto, in questa fase il vero cambiamento riguarda l’adozione di comportamenti virtuosi come la scelta accurata del distributore in base al prezzo più economico, passata dal 27% di luglio 2022 a ben il 61%, e la tendenza a fare rifornimento esclusivamente al self service, cresciuta dal 29% all’attuale 58%.

Cresce anche la quota di chi guida in modo “soft” per ridurre i consumi (37%) e il 27% usa l’auto solo se strettamente necessario. Ma c’è anche chi ha iniziato a usare le app dedicate o il web per individuare le stazioni più economiche (16%).
 
Se l’aumento dei prezzi ha quindi un impatto diretto sulle abitudini degli italiani, al momento, soprattutto nell’usato, sembra non influire nella scelta dell’alimentazione confermando l’interesse verso modelli termici, con il diesel che resta la scelta principale.

Tag: diesel, costo gasolio

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Avvio promettente per il mercato dell'auto (gennaio +19%), previsioni prudenti per l'anno

Il mercato dell'auto ha avuto un avvio promettente per il nuovo anno, con 128.301 immatricolazioni a gennaio, in crescita del 19% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Nonostante i...

Allerta smog Torino: fino al 3 febbraio stop ai diesel Euro 5 dalle 8 alle 19

Da giovedì 2 febbraio 2023 a venerdì 3 febbraio 2023, la città di Torino passerà al livello 1 (arancio) delle misure di limitazione del traffico. La decisione emerge in...

Sciopero benzinai, distributori chiusi da stasera: ecco le modalità in città e in autostrada

E' previsto per stasera l'avvio dello sciopero nazionale di 48 ore dei benzinai. In città pompe e self service saranno staccati fino alle 19 del 26 gennaio; in autostrada la protesta...

Sciopero benzinai: 25 e 26 gennaio confermato il blocco delle pompe in tutta Italia

Faib, Fegica e Figisc-Anisa, le tre organizzazioni che rappresentano i benzinai in Italia, hanno confermato uno sciopero di 48 ore che interesserà tutte le stazioni di rifornimento di strade e...

Lo sciopero dei benzinai previsto per il 25 e 26 gennaio resta confermato

Resta confermato per ora lo sciopero dei benzinai previsto per il 25 e 26 gennaio 2023. Le associazioni del settore Fegica e Figisc Confcommercio, unendosi alla FaibConfesercenti, avevano...

Autotrasporto, caro carburante: le iniziative per dipendenti e imprese

Il governo ha recentemente adottato misure per aiutare le imprese e i dipendenti a far fronte all'aumento del costo del carburante. Le aziende possono fornire ai propri dipendenti buoni benzina o...

Congelato lo sciopero dei benzinai previsto per il 25 e 26 gennaio

Lo sciopero dei benzinai previsto per il 25 e 26 gennaio è stato sospeso, "congelato" per la precisione. A seguito del tavolo che si è svolto ieri, (ne abbiamo parlato...

Carburanti: benzinai in sciopero il 25 e 26 gennaio 2023

In arrivo due giorni di sciopero il 25 e 26 gennaio prossimi, con presidio davanti a Montecitorio, dei gestori dei distributori di carburanti.  Lo annunciano con una nota le organizzazioni dei...