Fercam: nuova unità produttiva in Tunisia

venerdì 23 novembre 2012 14:32:14

L’azienda altoatesina di trasporti e logistica Fercam, a distanza di qualche anno dalla costituzione di una società in Marocco, ha lanciato una seconda unità produttiva nell’ Africa del Maghreb,  in Tunisia, con sede a Rades, città portuale vicino alla capitale Tunisi.
“Abbiamo scelto Tunisi, perché questo paese da sempre funge da piattaforma commerciale di transito per i traffici da e per i tre paesi maghrebini  Tunisia, Algeria e Libia - fa sapere il responsabile dell’area per il gruppo, Jano Ingallinera -. Tramite i porti del Nord Tirreno ma anche della Catalogna in Spagna verranno convogliati i flussi di traffico e trasportati le merci con i nostri semirimorchi in apposite navi RoRo”.
La nuova società è controllata in parti uguali da Fercam Italia e Fercam Spagna e con un terzo socio tunisino. La legge locale impone ad investitori esteri la partecipazione di un partner locale. “Per noi il partner locale è comunque voluto e molto utile in quanto permette di conoscere più velocemente gli usi e costumi locali oltre a provvedere ai necessari contatti in loco”. La società è già operativa e offre servizi di trasporto a carico completo ma anche di singoli colli o palette oltre a spedizioni aeree e marittime e gestione della logistica in loco per conto terzi grazie ad un proprio centro logistico. Oltre ai traffici dalla Tunisia per l'Europa e viceversa, Fercam Tunisi offre trasporti da e verso i mercati della Libia e dell'Algeria.
I paesi del Nordafrica dopo la “primavera politica araba” dell’anno scorso hanno subito grandi cambiamenti che hanno portato a imprevedibili  e nuove evoluzioni sia sul piano politico che socio-economico.
Con un valore dell’interscambio commerciale di 57.7 miliardi di euro nel 2011, l’Italia è il principale partner commerciale dell’Area Med, davanti alla Germania e alla Francia. Le previsione di crescita per i prossimi anni sono positive e si attestano mediamente sul 4% annuo. L’Italia è il naturale ponte logistico per il Nord Africa non soltanto per le merci prodotti in Italia, ma anche per quelle di tutti i paesi del Nord Europa. Con i porti del mare tirrenico da Genova fino a Napoli, l’Italia presenta la rete portuale più vicina ai porti nord africani.


 

 

 

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Logistica

Altri articoli della stessa categoria

Fedespedi, digitalizzazione, connettività e sostenibilità: le priorità per il “recovery fund”

mercoledì 5 agosto 2020 10:47:15
Fedespedi (Federazione nazionale delle Imprese di Spedizioni internazionali) indica le priorità per il programma di spesa che l’Italia...

L’impatto del Covid-19 sul trasporto merci in un report del Centro Studi Fedespedi

mercoledì 22 luglio 2020 17:28:20
Il Centro Studi Fedespedi ha realizzato un report che analizza “L’impatto del Covid-19” sul trasporto merci, dando conto degli effetti...

Amazon supporta la ripresa dell’Italia: 1600 nuove assunzioni nel 2020

lunedì 20 luglio 2020 11:17:35
Amazon continua a supportare l’economia italiana. Previste 1600 nuove assunzioni nel 2020 per un totale di 8.500 dipendenti in più di 25 sedi in...

De Rosa (SMET), autostrade liguri: “Blocco viabilità provoca perdita di 5 milioni di euro al giorno per l’autotrasporto”

venerdì 17 luglio 2020 11:36:55
Il blocco delle autostrade liguri A7, A10, A12, A26 provoca molti disagi non solo ai cittadini ma soprattutto al mondo della logistica e dei...

Logistica: consegne anche il sabato per Ups, parte il servizio Saturday Standard

mercoledì 15 luglio 2020 11:55:00
I consumatori italiani si sono rivolti sempre più agli acquisti online durante il periodo di lockdown legato al coronavirus e Ups ha deciso di lanciare...