Ue: nel 2020 immatricolazioni camion all'insegna del diesel (96,4%), propulsione alternativa al 2,9%

venerdì 12 marzo 2021

Le immatricolazioni di camion nell'Ue del 2020 sono ancora all'insegna del diesel. Per quanto riguarda questo tipo di alimentazioni, infatti, la quota di mercato è del 96,4%, mentre la benzina ha rappresentato solo lo 0,1% della domanda totale dello scorso anno.
I veicoli a ricarica elettrica (Ecv) hanno rappresentato lo 0,5% di tutti i nuovi camion registrati nell'Unione europea; tutti i veicoli a propulsione alternativa (Apv) combinati hanno detenuto una quota di mercato del 3,5% nel 2020.

Il dato è stato fornito dall'Acea, l'Associazione dei costruttori automobilistici europei. Complessivamente nel 2020, le immatricolazioni di nuovi autocarri diesel nell'Unione Europea sono diminuite del 25,5% a 226.150 unità, con una domanda indebolita dall'impatto della COVID-19.

La quota di mercato è però in calo rispetto all'anno precedente

Con l'eccezione della Grecia, tutti i mercati dell'UE hanno registrato diminuzioni a due cifre nelle vendite di diesel lo scorso anno, compresi i quattro principali: Germania (-25,3%), Francia (-24,7%), Spagna (-21,4%) e Italia (-13,0%). Ciò ha portato a una quota di mercato a livello UE del 96,4% per il diesel, in calo rispetto al 97,5% del 2019. Allo stesso tempo, solo 210 camion a benzina sono stati registrati in tutta la regione dell'Ue nel 2020, il 95% dei quali sono stati venduti solo in tre paesi: Germania, Finlandia e Belgio.

Le quote per i combustibili più sostenibili

Le registrazioni di nuovi veicoli a ricarica elettrica (Ecv) nell'Unione europea sono passate da 745 camion nel 2019 a 1.059 nel 2020 (in aumento del 42,1%), con una conseguente quota di mercato dello 0,5%. Oltre il 90% di tutti i camion elettrici registrati in tutta la regione sono stati venduti in soli tre mercati: Germania (852 unità), Romania (76 unità) e Paesi Bassi (41 unità).

Al contrario, in 12 paesi dell'Ue l'anno scorso non è stato venduto un solo camion elettrico, continua l'Acea. Nel 2020, la domanda Ue di camion ibridi è aumentata del 31,5%, anche se questo è stato principalmente il risultato di una bassa base di confronto. Con 351 unità registrate lo scorso anno, i veicoli elettrici ibridi (Hev) rappresentavano ancora solo lo 0,1% di tutti i veicoli commerciali medi e pesanti venduti nell'Unione europea.
La domanda dei camion a propulsione alternativa - il 99% dei quali funziona a gas naturale - è aumentata del 5,8% a 6.861 unità, con una quota di mercato in espansione dal 2,1% nel 2019 al 2,9% nel 2020. Questo è stato principalmente guidato dalle forti vendite di camion a gas naturale in Germania, che ora è il più grande mercato dell'Ue per questi veicoli.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata