Green Deal Turco: il piano per la progettazione di zone industriali verdi

CONDIVIDI

giovedì 22 luglio 2021

Obiettivo green per la Turchia: al via zone e regioni industriali verdi come parte del piano d'azione Green Deal dell'Unione europea, che mira a rendere l'Europa il primo continente a impatto zero entro il 2050. Il piano d'azione turco, pubblicato lo scorso venerdì dal Ministero del Commercio, comprende 32 obiettivi e 81 azioni in nove categorie, volti ad alimentare la transizione della Turchia verso un'economia più sostenibile ed ecologica.

Un’economia ciclica

La Turchia propone il suo ambizioso piano per garantire una trasformazione verde dell'industria e lo sviluppo di un'economia ciclica. Il piano ha lo scopo di completare gli studi riguardanti le zone industriali organizzate verdi e le regioni industriali e di mettere in pratica un relativo sistema di certificazione. I settori prioritari saranno determinati nel quadro dell'economia ciclica, seguiti da studi dettagliati sull'impatto e sull'analisi dei bisogni da realizzare per i settori. A questi seguirà un piano d'azione nazionale per definire i criteri tecnici per l'utilizzo dei prodotti e dei materiali secondari recuperati.

Verso un sistema di etichettatura ambientale

Il piano d'azione prevede la diffusione di un sistema di etichettatura ambientale. Il governo sta cercando di aggiornare la legislazione sulla produzione pulita nelle industrie tessili e della pelle, dove c'è un elevato consumo di acqua. Le aziende, comprese le piccole e medie imprese, saranno informate sulle etichette ambientali e sui problemi di gestione dei rifiuti. Il piano include anche la creazione di un database nazionale del ciclo di vita per valutare l'impatto ambientale dei prodotti e dei servizi realizzati. La ricerca comprenderà proposte di sostegno, mentre saranno preparati incentivi per le tecnologie verdi.

Un piano d’azione per una rivoluzione globale del commercio

La recente approvazione del Green Deal europeo mostra la via per una rivoluzione globale del commercio. In quest’ottica, La Turchia attribuisce al proprio piano d'azione un importante ruolo di rafforzamento dell'integrazione con l’ UE per attrarre investimenti nel paese. A tal fine, sarà istituito un gruppo di lavoro comprendente università, centri e istituti pubblici di ricerca, rappresentanti di potenziali produttori e sviluppatori di tecnologie, accademici e rappresentanti delle istituzioni pubbliche per realizzare efficacemente gli obiettivi e le azioni del piano.

Tag: Turchia, sostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turchia, pronta la Road Map del Green Deal

Pubblicato  il 16 luglio  dal Ministero del Commercio Turco, il piano dettagliato per adeguarsi agli standard del Green Deal europeo,  in particolare nei settori esportatori. “Il...

Trasporto pubblico: PNRR, in arrivo 860mln per nuovi autobus ecologici

Il mondo del trasporto pubblico italiano è in fase di transizione ecologica. Stanziati per le regioni seicento milioni di euro alle Regioni e alle Province Autonome di Trento e Bolzano per...

Veicoli elettrici: la Bers finanzia 650 milioni per la produzione di Ford Otosan

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) finanzia l’azienda turca Ford Otosan con un prestito di 650 milioni di euro per la  produzione di una gamma di varianti ibride...

Uggè (Conftrasporto): Green Deal autolesionistico, nostre preoccupazioni condivise anche da Cingolani e Giorgetti

Il piano europeo sul green deal recentemente adottato dalla Commissione Ue, continua ad animare il dibattito nel mondo dell'autotrasporto. La decisione del Consiglio europeo, che tra le altre...

La Turchia guida gli investimenti ad impatto

L’impact investing è una nuova generazione di investimenti che contraddistingue l’investitore per il suo scopo sociale, sull’assunto che i capitali privati possano...

CeSPI: Italia-Turchia, un interscambio commerciale per oltre 18mld di dollari

L’economia della Turchia sta vivendo una fase di grande sviluppo sotto molto profili. Le opportunità di investimento per i Paesi europei sono molteplici e l’Italia, in...

Turchia, macchinari: opportunità di investimento per un settore che registra una crescita del 25%

Si è svolto ieri il webinar “Turchia: focus sul settore macchinari”, organizzato dall’area internazionalizzazione di Confindustria Bergamo, in collaborazione con...

Turchia: la crisi dei chip non ostacola l’impennata delle esportazioni automobilistiche

La Turchia continua a portare avanti con successo le proprie esportazioni nel settore automobilistico, nonostante la carenza globale di semiconduttori che ha afflitto l'industria negli ultimi tempi....