MIMS-RFI: via al piano per oltre 500 km di piste ciclabili in 45 città

CONDIVIDI

martedì 15 febbraio 2022

Saranno realizzati entro il 2023 i primi 200 degli oltre 500 km di piste ciclabili oggetto del finanziamento di 150 milioni di euro di fondi del PNRR destinati dal MIMS per collegare le stazioni alle università nelle aeree urbane e metropolitane di 45 Comuni.

Si tratta di uno dei più considerevoli interventi sulla ciclabilità urbana in Italia, che fa seguito ai 4,2 milioni di euro già stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili per i primi sei progetti pilota di connessione ciclabile stazione-università nelle città di Roma, Milano, Bari, Palermo, Pisa e Padova.

Il lavoro congiunto di MIMS e RFI

Il finanziamento ad opera del MIMS arriva a conclusione di un lavoro congiunto con la Direzione Stazioni di RFI che ha evidenziato i benefici delle connessioni ciclabili stazioni-poli universitari:

• il treno è il primo mezzo di trasporto collettivo utilizzato dagli studenti

• la bicicletta è usata per andata/ritorno dalla stazione soprattutto dai giovani tra i 18 e i 24 anni

• 329 sedi universitarie – pari all’83% del totale – hanno almeno una stazione ferroviaria nel raggio di 3 chilometri (circa 15 minuti in bici)

Obiettivo è realizzare nuovi percorsi per collegare le sedi universitarie con una o più stazioni ferroviarie dei Comuni beneficiari. In particolare, 200 chilometri aggiuntivi di piste ciclabili dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2023 e almeno altri 365 entro il 30 giugno 2026.

I Comuni coinvolti dal finanziamento, che si integra pienamente con la strategia di RFI sulle stazioni, sono: Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Padova, Bari, Pisa, Palermo, Catania, Genova, Parma, Perugia, Cagliari, Ferrara, Venezia, Pavia, Messina, Verona, Brescia, Lecce, Bergamo, Siena, Modena, L'Aquila, Trento, Chieti, Trieste, Ancona, Udine, Sassari, Foggia, Reggio Emilia, Catanzaro, Varese, Pescara, Novara, Viterbo, Caserta, Forlì, Reggio Calabria, Teramo, Sesto San Giovanni e Vicenza.

Tag: piste ciclabili, mobilità sostenibile, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, rfi

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Artusi (Federauto Trucks): raggiungere la neutralità climatica con carburanti carbon neutral

L’apertura all’inclusione dei carburanti rinnovabili tra quelli ammessi oltre il phase-out al 2035 di diesel e benzina per i veicoli commerciali leggeri da parte del Consiglio UE...

MIMS: nel 2021 diminuiscono le opere incompiute, 64 in meno rispetto al 2020 (-14,4%)

Al 31 dicembre 2021 le opere infrastrutturali incompiute in Italia erano pari a 379, in calo rispetto alle 443 (-14,4%) della fine del 2020, anno in cui si era già registrata una diminuzione...

Ddl Concorrenza: lunedì 4 luglio nuovo incontro al MIMS con tassisti e ncc

Nuovo confronto in programma al MIMS sul Ddl concorrenza con le rappresentanze taxi e ncc (qui l'ultimo aggiornamento). Domani, lunedì 4 luglio, si svolgeranno due nuovi incontri al Mims...

Abruzzo, Marsilio: il passaggio all’elettrico entro il 2035 rischia di travolgere la filiera automobilistica

Con la normativa europea sul clima, nel quadro del Green Deal europeo, l'Ue si è posta l'obiettivo vincolante di conseguire la neutralità climatica entro il 2050. Ciò...

Sperimentare l’idrogeno nel trasporto stradale e ferroviario: 530 milioni di investimenti dal PNRR

Sperimentare l’uso dell'idrogeno nel trasporto ferroviario, in ambito locale e regionale, e nel trasporto stradale, con particolare riferimento al trasporto pesante. Firmati dal ministro delle...

Milano: distribuzione urbana più sostenibile con l'iniziativa Foody City Logistics

Sogemi e ATM hanno dato vita all'iniziativa Foody City Logistics. Si tratta di un modello di sostenibilità ambientale per la distribuzione urbana alimentare. Le due realtà partecipate...

RFI al lavoro sull’infrastruttura ferroviaria in estate: previste chiusure e cancellazioni

Mantenere alti i livelli di sicurezza, potenziare le infrastrutture ferroviarie e migliorarne le prestazioni. Queste le ragioni per cui nelle prossime settimane Rete Ferroviaria Italiana ha...

Assiterminal: incentivare l'intermodalità ferroviaria nei porti

Un’accelerazione concreta sull’incentivazione all’intermodalità ferroviaria da e verso i porti, ampliando la vision attraverso tutti i nodi di collegamento tra Reti Ten...