Ciclovie turistiche: da Regione Veneto via alla realizzazione di 84 km su cinque tratti

CONDIVIDI

mercoledì 6 luglio 2022

“Le infrastrutture ciclabili rappresentano un’occasione unica per innescare processi di rigenerazione dei territori: come tali, non devono essere concepite solo in un’ottica turistica e dalla durata limitata nel tempo, ma piuttosto quotidianamente, negli spostamenti che compiamo ogni giorno, come cittadini”.

Così la vicepresidente e assessora alle Infrastrutture e Trasporti del Veneto, Elisa De Berti, a margine dell’approvazione da parte della Giunta regionale del Veneto dell’Accordo di Programma tra Regione e Veneto Strade per la progettazione e realizzazione dei secondi lotti funzionali di ciascuna delle 5 ciclovie nazionali che interessano il territorio regionale, e per i quali sono già state assegnate al Veneto – da parte del Mims, di concerto con Ministero della Cultura e Ministero del Turismo – risorse del PNRR pari a 37.315.961 euro.

Attraverso l’Accordo di Programma si potrà procedere alla realizzazione di un ulteriore segmento di ognuna delle 5 direttrici cicloturistiche – per un totale di circa 84 km aggiuntivi di tracciati – in prosecuzione con l’attività svolta finora da Veneto Strade con i primi lotti, che ha visto già assegnati al Veneto 19 milioni di euro per tutte le 5 arterie, a fronte di una somma di stanziamenti che ammonta complessivamente a circa 16 milioni di euro per ciascuna ciclovia, da ripartire tra le Regioni interessate dai tracciati.

Nell’ambito del PNRR, infatti, è stato previsto un investimento di 400 mln di euro sulla “mobilità dolce”, assegnando alle Regioni e alla Provincia Autonoma di Trento, risorse per la realizzazione, entro giugno 2026, di Km aggiuntivi delle ciclovie appartenenti all’elenco delle dieci individuate come strategiche a livello nazionale. Di queste, 5 ricadono appunto in Veneto:

- Ciclovia Vento percorso da Torino a Venezia, 732 km di cui circa 102 km ciclabili in Veneto;

- Ciclovia del Sole da Verona a Firenze, 392 km di cui circa 27 km ciclabili in Veneto;

- Ciclovia del Garda, anello lungo il lago, 165,61 km ciclabili di cui 67 km in Veneto;

- Ciclovia Adriatica da Chioggia al Gargano, 1109 km di cui circa 65,4 km ciclabili in Veneto;

- Ciclovia Trieste Venezia, 278 km di cui circa 118 km ciclabili in Veneto.

 

La suddivisione delle risorse

Nel dettaglio, l’Accordo prevede che la Regione finanzi gli interventi dei secondi lotti delle 5 ciclovie mettendo a disposizione le risorse del PNRR e proceda nella realizzazione attraverso un confronto e una condivisione con i soggetti interessati (enti locali, enti gestori di infrastrutture, associazioni e soggetti operanti sul territorio, in ambito ambientale, territoriale, culturale ed economica). A Veneto Strade spetterà il ruolo di soggetto attuatore e le funzioni di stazione appaltante.

Le risorse del PNRR, che ammontano complessivamente a circa 37 mln di euro, sono così suddivise:

Ciclovia Vento: 6.786.852 euro per la realizzazione di 23 km

Ciclovia del Sole: 6.044.728 euro per la realizzazione di 27 km

Ciclovia Adriatica: 4.000.000 euro per la realizzazione di 10 km

Ciclovia del Garda: 10.493.469 euro per la realizzazione di 6 km

Ciclovia Trieste-Venezia: 9.990.911 euro per la realizzazione di 18 km

A questo punto Veneto Strade avvierà l’opera di confronto con i territori per l’individuazione dei percorsi relativi alla realizzazione dei secondi lotti, proseguendo quanto già fatto finora per i primi.

Tag: piste ciclabili, mobilità sostenibile

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Un piano strategico per decarbonizzare l'autotrasporto: lo chiedono Anfia, Anita, Federauto, Unatras e Unrae

Adottare un piano strategico per affrontare la decarbonizzazione del trasporto merci su gomma che sia "ambizioso, realistico ed economicamente sostenibile dal sistema Paese". Lo chiedono le...

Riscoprire l'Italia in bassa stagione grazie alle agevolazioni di FlixBus e Ostello Bello

Un’esperienza di viaggio conviviale e immersiva a condizioni agevolate per una riscoperta del territorio italiano anche in bassa stagione, in un'ottica di valorizzazione di destinazioni...

Logistica sostenibile: Amazon lancia 4 hub di micromobilità a Milano, Napoli, Genova e Bologna

Supportare le consegne dell’ultimo miglio in ottica di sostenibilità, per migliorare la qualità dell’aria e alleviare la congestione del traffico ma anche per ridurre...

LC3 Trasporti, Iveco e Edison Next mettono su strada i primi camion a idrogeno

Sulle strade d'Italia presto viaggeranno i primi veicoli commerciali pesanti articolati alimentati a idrogeno. Il progetto è frutto di un accordo tra LC3 Trasporti, azienda eugubina del...

Tecnologie green per bus a lungo raggio: FlixBus e Shell insieme per la decarbonizzazione

Ridurre l’impatto ambientale dei trasporti collettivi su gomma a lunga percorrenza in un'ottica di progressiva decarbonizzazione. FlixBus e Shell hanno firmato un protocollo di intesa e...

Autobus elettrici: il minibus D’Auria parte per un giro d’Italia a impatto zero

Parte domani il tour del minibus di D’Auria: il veicolo elettrico sarà protagonista di un giro d’Italia all'insegna della mobilità sostenibile. Da Torino arriverà...

Decarbonizzare la rete autostradale italiana: Autostrade per l’Italia, Eni e CDP siglano accordo

Sviluppare iniziative congiunte per la transizione energetica. Autostrade per l’Italia, Eni e Cassa Depositi e Prestiti hanno sottoscritto un accordo che punta alla mobilità sostenibil...

Tornano le domeniche ecologiche a Roma: il 20 novembre stop al traffico privato nella Fascia Verde

In arrivo la prima delle domeniche ecologiche previste per l'autunno-inverno 2022/2023 a Roma. Il 20 novembre nella Fascia Verde è stop al traffico privato dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30...