Bike to work: a Parma un progetto diffuso di mobilità a due ruote

CONDIVIDI

venerdì 18 settembre 2020

Firmato dall’assessora alla Mobilità Sostenibile del Comune di Parma, Tiziana Benassi, il Protocollo che dà l’avvio a un progetto diffuso di mobilità a due ruote in città.

A Parma sono destinati quasi 300.000 euro dei 3,3 milioni previsti per 30 comuni dell’Emilia Romagna, firmatari del Piano Aria Intergrato (Pair). Risorse regionali che verranno investite per incentivare, con interventi strutturali, e contributi ai cittadini l’uso della bicicletta nelle città. La Regione ha fissato l’ambizioso obiettivo di raddoppiare spostamenti in bici e a piedi sul territorio raggiungendo il 20% complessivo degli spostamenti e prevede la sottoscrizione di un protocollo con gli enti locali che ne disciplina l’attuazione.

Gli interventi previsti nel progetto saranno di tipologie diverse.
Gli interventi strutturali saranno finanziati fino al 70%. Per realizzare corsie riservate al trasporto pubblico locale e piste ciclabili, installare rastrelliere ed evitare furti durante la sosta e altre misure per rendere agevole muoversi con la bicicletta in città e potranno consistere nella realizzazione di corsie riservate al Tpl o alle due ruote, interventi di moderazione della velocità finalizzati a garantire la sicurezza nell’uso condiviso dello spazio stradale, rastrelliere attrezzate per ridurre i furti di bici, casa avanzata con tracciamento della linea d’arresto per le due ruote in posizione privilegiata rispetto ad altri mezzi e apposizione di segnaletica orizzontale e verticale integrativa.
Tutti gli interventi dovranno essere efficaci entro il prossimo 30 ottobre.

Previsto un rimborso fino al 60% del costo sostenuto per l’acquisto di bici e altri veicoli elettrici per i cittadini dei Comuni firmatari del Pair esclusi dal ‘bonus statale’.
Incentivi per gli spostamenti casa-lavoro. Per la prima volta finanziamenti regionali (stanziamento di 1,5 milioni di euro) hanno previsto incentivi chilometrici per chi sceglie la bicicletta. Si tratta di riduzioni del costo del bike sharing e del deposito nelle velostazioni dedicate agli scambi intermodali, per i dipendenti delle aziende. Saranno erogati fino a un massimo di 50 euro mensili ai lavoratori che scelgono le due ruote per andare in azienda.

Infine sono previsti incentivi per gli abbonati ferroviari per l’acquisto di bici pieghevoli utilizzate per gli spostamenti iniziali e finali da e per il posto auto o bus (si ricorda che in tale caso non si paga il biglietto a bordo come previsto per una bici tradizionale, quindi un incentivo per i pendolari). Il contributo massimo in questo caso è di 300 euro.

"Il Decreto Rilancio ha previsto il "bonus-bici" che tanto ha calamitato l'attenzione e le scelte dei cittadini – ha dichiarato l’assessora Benassi –. In Emilia Romagna sta per essere attuato un piano di misure complementari che renderà più vantaggioso e più efficiente muoversi a due ruote. Decongestionare il traffico, mantenere la sicurezza, pensare all'aria che respiriamo e con gli investimenti strutturali gettare le fondamenta di stili di vita urbani che ne migliorino qualità e salute. Un obiettivo comune e sentito che lega le città della nostra Regione e che fa della Regione stessa un propulsore e uno stimolo verso traguardi, ora più che mai, necessari".

 

Tag: mobilità sostenibile

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mobilità: continuano ad aumentare i km percorsi dai mezzi pesanti

Dopo i rallentamenti dovuti alla fase più critica dell’emergenza sanitaria, la mobilità veicolare in Italia aumenta di mese in mese.Il monitoraggio di giugno 2021 del Mobility...

DKV festeggia le 10.000esima stazione di rifornimento sul territorio italiano

DKV Mobility espande la sua rete in Italia e annuncia il traguardo delle 10.000 stazioni di rifornimento. Questa pietra miliare della storia di DKV porta l’Italia ad essere il Paese con la...

Navi a GNL: approvata la guida tecnica per il rifornimento in porto

Nell'ambito del processo di decarbonizzazione del settore del trasporto marittimo, e nella prospettiva di contribuire al raggiungimento dei nuovi obiettivi del Green New Deal, il mercato del GNL...

Un futuro a pedali per la sostenibilità: in arrivo mOOve, la nuova pista ciclabile hi-tech

Allo scopo di innovare il settore delle infrastrutture bike friendly, la startup milanese Revo ha realizzato mOOve, un tappeto modulare, in plastica o gomma riciclata, che può essere fissato...

Pacchetto Fit for 55, Conftrasporto: obiettivo emissioni -55% autogol colossale

Ieri la Commissione Ue ha annunciato l'adozione di un pacchetto di misure che punta alla decarbonizzazione, il Fit for 55. Ma il commento del presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo...

Il Cluster Trasporti Italia
 presenta il Piano d'Azione. Bellanova: "Cluster Osservatorio Nazionale per l'innovazione tecnologica in Italia"

Il Cluster Trasporti Italia ha presentato oggi, nel corso di un evento a Roma, il suo "Piano d’azione per il futuro dell’industria, dei mezzi e dei servizi di trasporto". Presente...

Decarbonizzazione: la Commissione Ue adotta il pacchetto Fit for 55

La transizione ecologica compie nuovi passi avanti in Europa. Fit for 55, il pacchetto di proposte per ridurre entro il 2030 le emissioni nette di gas serra di almeno il 55% (rispetto ai livelli...

Mobilità sostenibile: monopattini elettrici nell'area del porto turistico di Capri

Da metà luglio sarà possibile spostarsi nell’area del porto turistico di Capri con i monopattini elettrici messi a disposizione dei membri dello Yacht Club dell’Isol...