Federlogistica-Conftrasporto: decreto in extremis mette a rischio turismo marittimo da e per Sardegna

mercoledì 3 giugno 2020 14:59:12

Il decreto firmato  a sorpresa ieri in extremis dai ministri Speranza e De Micheli che impedirebbe  il trasporto marittimo da e verso la Sardegna a esclusione dei servizi di continuità territoriale "rischia di provocare gravissimi danni a carico di moltissimi cittadini,  delle compagnie di navigazione, di tutto il settore marittimo". È l’allarme lanciato da Luigi Merlo, presidente di Federlogistica Conftrasporto, la Federazione delle imprese della logistica aderente a Confcommercio.

Il decreto datato 2 giugno, firmato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro della Salute, dispone ulteriori limitazioni al trasporto passeggeri da e per la Sardegna. In particolare, nel decreto si legge che “Fino alla data del 12 giugno il trasporto marittimo di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna è limitato ai servizi svolti in continuità territoriale, tutti i collegamenti da e per la Sardegna verso i porti nazionali e viceversa saranno riattivati dal 13 giugno”.

“Le compagnie di navigazione hanno predisposto tutto secondo i protocolli sanitari definiti, come anche le strutture portuali - spiega Merlo -  Sono diverse migliaia le persone che, sicure della riapertura, hanno prenotato viaggi da qui al 12 giugno. Perché si è aspettato l’ultimo momento per emanare il decreto?”. 

“Per quale ragione le navi che svolgono il servizio di continuità territoriale possono viaggiare e le altre no pur adottando i medesimi protocolli di sicurezza? In questo modo si rischia di generare una grave distorsione del mercato – avverte Merlo -  Chi rimborserà i passeggeri , considerato che le compagnie non hanno alcuna responsabilità? Come si devono comportare le autorità di sistema portuale e in terminal traghetti?”.

“Mi auguro che si ponga immediato rimediato a questo pasticcio, che rischia di assestare al trasporto marittimo e ai porti l’ennesimo durissimo colpo, dato che ha già subito pesantissimi danni a causa del Coronavirus ed è decisamente l’unico settore totalmente ignorato nel dl Rilancio. L’unica soluzione possibile ora è consentire a tutte le compagnie di svolgere il servizio”, conclude il presidente di Federlogistica-Conftrasporto. 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Msc Crociere: nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza

martedì 7 luglio 2020 11:24:40
Msc Crociere insieme al team di esperti Blue Ribbon COVID Expert Group per sviluppare un nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza da attuare...

Porti liguri, Federlogistica-Conftrasporto: pedaggi autostradali alle AdSp per mantenere competitività

lunedì 6 luglio 2020 12:13:30
I problemi legati alla viabilità ligure si ripercuotono anche sul traffico merci e passeggeri che transita nei porti liguri....

Porto di Civitavecchia, arriva il servizio informazioni turistiche della Regione Lazio

venerdì 3 luglio 2020 12:29:18
Porto di Civitavecchia portavoce del turismo laziale. All’interno degli uffici sarà a breve presente un punto di informazione per la promozione...

Dl Rilancio: Confitarma chiede un dialogo costruttivo sull’autoproduzione

venerdì 3 luglio 2020 15:26:48
La Confederazione Italiana Armatori ha espresso preoccupazione per le iniziative volte a modificare il regime dell’autoproduzione delle operazioni...

Assologistica chiede regole condivise per l'autoproduzione portuale

mercoledì 1 luglio 2020 15:29:20
Sull'autoproduzione in ambito portuale servono regole chiare e condivise. Lo afferma il presidente di Assologistica, Andrea Gentile, ricordando come il tema di...