Proposta la creazione di zone franche doganali nei retroporti di Bari, Brindisi, Manfredonia e Termoli

CONDIVIDI

venerdì 27 novembre 2020

Bari, Brindisi, Manfredonia e Termoli candidate per creare le 'Zone Franche Doganali' (Zfd) nei rispettivi retroporti. Il Comitato di indirizzo della Zona Economica Speciale-Zes Adriatica, istituito in settembre per la realizzazione in Puglia e Molise di aree per imprese con misure fiscali e semplificazioni amministrative, ha approvato la presentazione
del progetto. Importanti gruppi imprenditoriali hanno già manifestato l'intenzione di investire.

Lo sottolinea, in un comunicato, l'Agenzia delle Dogane di Puglia, Molise e Basilicata, precisando che la decisione è stata presa nella seconda riunione del Comitato, a Bari nella sede dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale che, presieduta dal presidente dell'Autorità, Ugo Patroni Griffi, ha visto la partecipazione dei rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture Annalisa Formosi, delle Regioni Puglia (assessore Alessandro Delli Noci) e Molise con il governatore Donato Toma, oltre all'osservatore permanente, il direttore delle Dogane Adm per Puglia, Molise e Basilicata, Marco Cutaia.

L'Agenzia ha fornito, si legge nella nota, il proprio contributo tecnico-doganale per la valutazione preliminare delle aree candidate a diventare Zfd, "spetta ora ad Adm approfondire gli aspetti tecnico-amministrativi necessari per l'approvazione e delimitazione delle Zfd candidate, con decreto del direttore generale, Marcello Minenna. Le Zfd potranno generare importanti ricadute economiche e occupazionali nei territori pugliesi e molisani, valorizzando al massimo le potenzialità delle Zes".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Regione Calabria, attiva la fruizione del credito di imposta per gli investimenti nella Zes

Importanti novità per le imprese della Regione Calabria. È attiva, da pochi giorni, la possibilità di beneficiare del credito d'imposta per gli investimenti nelle aree comprese...

Mise e Ministero per il Sud insieme per sviluppare le Zone economiche speciali nel Centro e Nord Italia

Il Ministero dello Sviluppo Economico sta lavorando in sinergia con il Ministero per il Sud per la realizzazione delle Zone Economiche Speciali (ZES) anche nel Centro e Nord Italia. A questo scop...

Porti e logistica: Confitarma, merci più veloci con le Zone economiche speciali

“Il contributo delle Zone Economiche Speciali (ZES) e delle Zone Logistiche Semplificate (ZLS) per il rilancio della competitività del settore portuale e logistico italiano”....

Porti: avviato lo sportello unico doganale a Livorno, Genova e La Spezia

E' attivo lo sportello unico doganale presso il porto di Livorno e da oggi sarà in funzione anche presso i porti di Genova e La Spezia per poi essere rapidamente esteso a tutti gli uffici...

Autotrasporto, disputa Ue-Russia: Mosca annuncia inasprimento alle dogane

Mosca ha annunciato dal 14 agosto ci saranno regole più strette per il passaggio delle merci Ue alle dogane. E' questo l'ultimo tassello della disputa commerciale Ue-Russia, dopo la denuncia...

Dogane: Ue, un progetto per semplificare le procedure marittime

Ridurre le formalità burocratiche semplificando le procedure doganali del trasporto merci via mare e rendere più competitivo il settore. Lo propone la Commissione Ue, presentando due...

Porti: a Gioia Tauro la conferenza sulle Zone Franche

Il ruolo delle Zone Franche e delle Zone Economiche Speciali nello sviluppo economico mondiale. E' questo il tema della conferenza internazionale che si terrà il 26 e 27 giugno, in cui Gioia Tauro...

Porti e dogane: oggi workshop alla Fiera di Monaco

Armonizzare le dogane nel Sud Est Europa, con particolare riferimento alla materia dei processi doganali elettronici. E' questo l'intento del workshop organizzato oggi dall'Autorità portuale del...