Dhl Express: approvato il nuovo contratto aziendale nazionale

CONDIVIDI

mercoledì 8 giugno 2022

Le assemblee dei lavoratori del corriere Dhl Express hanno approvato l’accordo sul contratto aziendale. Lo hanno comunicato Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, commentando che "i dipendenti del corriere espresso hanno riconosciuto il valore di un accordo importante per qualità e quantità, in un momento particolarmente difficile per il Paese e per l’economia delle famiglie".

Le organizzazioni sindacali spiegano che tra i punti più significativi dell’accordo, che riguarda 3400 persone, c’è l’aumento del premio di risultato che passa da 1100 euro dello scorso anno a 1400 quest’anno fino ad arrivare a 1500 nel 2024, l’aumento del contributo aziendale per ciascun lavoratore iscritto alla pensione integrativa e l’estensione dello smart working fino al 100% per 6 mesi ai genitori con bambini fino ad un anno di età. Importante inoltre l’accordo sulla trasformazione a tempo indeterminato di 150 lavoratori in somministrazione per il 2022 e l’assunzione di almeno il 30% all’anno per il triennio successivo.

"Un accordo – affermano infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – che, in un settore così esposto ai cambiamenti come quello della consegna delle merci, valorizza la contrattazione di secondo livello, attraverso la quale si possono anticipare le linee di condotta e difendere le competenze, professionalità e redditi delle lavoratrici e dei lavoratori".

Tag: logistica, dhl

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto, La Spezia: da luglio maggiorazioni di 150 euro a viaggio a causa dei disagi

I disagi che vivono gli autotrasportatori che operano presso il porto La Spezia sono al centro di una nota diffusa da Fai Liguria (la Federazione degli Autotrasportatori Italiani aderente a...

Milano: distribuzione urbana più sostenibile con l'iniziativa Foody City Logistics

Sogemi e ATM hanno dato vita all'iniziativa Foody City Logistics. Si tratta di un modello di sostenibilità ambientale per la distribuzione urbana alimentare. Le due realtà partecipate...

La figura della logistica entra per la prima volta nel Codice civile

Per la prima volta nella storia della Repubblica viene introdotta la figura della logistica all’interno del Codice civile. La Camera ha approvato in via definitiva il D.L 36/2022 sul PNRR (A.C....

Intermodalità e flessibilità: le strategie della logistica per affrontare la crisi internazionale

Covid, aumento del costo dei noli, difficoltà di approvvigionamento, guerra in Ucraina: negli ultimi due anni il settore trasporti e logistica ha dovuto fronteggiare difficoltà...

Porto di Trieste: via al nuovo collegamento ferroviario con la Slovenia

“Il porto di Trieste si caratterizza per essere una piattaforma ferroviaria totale. Ormai non esiste nessun terminal nel nostro scalo che non sviluppi treni sia di tipo tradizionale sia...

Assiterminal: incentivare l'intermodalità ferroviaria nei porti

Un’accelerazione concreta sull’incentivazione all’intermodalità ferroviaria da e verso i porti, ampliando la vision attraverso tutti i nodi di collegamento tra Reti Ten...

Sfide e opportunità dell’autotrasporto 4.0: il 7 e l’8 luglio il IV Congresso Nazionale di Assotir

Innescare un cambio di passo significativo per il settore della logistica e puntare finalmente a un autotrasporto 4.0 aprendo un confronto tra politica, associazioni e imprese sulle principali sfid...

Al via l'Intermodal Academy Golia, la business school dedicata all'intermodalità

Entro il 2030, secondo quanto stabilito dall’Unione europea, il 30% della quota modale di trasporto merci su percorrenze superiori a 300 km dovrà essere trasferito su rotaie o sul mare....