Decreto-Legge rider, Tarlazzi: provvedimento rischia di non migliorare le condizioni dei lavoratori

giovedì 8 agosto 2019 12:12:42

Uiltrasporti esprime forte preoccupazione per il Decreto-Legge rider, che ha ottenuto il via libera del Consiglio dei ministri nei giorni scorsi.

Il segretario Generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi commenta con apprensione il provvedimento. “Il decreto-legge approvato, salvo intese, dal Consiglio dei Ministri per la tutela del lavoro rischia di non migliorare le condizioni dei rider”

“Soprattutto, da una parte rischia di autorizzare le piattaforme a non applicare il contratto collettivo, lasciando nella precarietà migliaia di lavoratori. Dall’altra, rischia di abbassare i livelli degli accordi collettivi futuri”.

“Questo decreto - spiega - prevede che i lavoratori rider continuino a essere considerati autonomi e non subordinati, con una retribuzione, inoltre, scaturita da un mix tra fisso paga oraria e cottimo”. 

Toscana, buona pratica

Nella nota il Segretario porta a esempio la Toscana in cui è stato stipulato un accordo tra l’azienda Runner Pizza e le Organizzazioni Sindacali confederali, in cui è stato applicato ai lavoratori il Contratto Collettivo Nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizione. Quindi sono previste tutele e garanzie. Accordo che prevede inoltre che i rider sia subordinati e non autonomi. 

Decreto-Legge rider 

Il decreto nasce da una intesa M5S-Lega e sarà inserito nel decreto sulle crisi aziendali. Obiettivo della bozza quello di “promuovere un’occupazione sicura e dignitosa”, spiega Di Maio nel corso di una diretta Facebook, e “accrescere e riordinare i livelli di tutela per i prestatori occupati con rapporti di lavoro non subordinato”.

Secondo il testo, i rider saranno iscritti ad una piattaforma digitale tramite la quale riceveranno gli ordini. Avranno poi una assicurazione Inail obbligatoria contro infortuni e malattie e la retribuzione sarà un mix di cottimo e paga oraria e si demanda si contratti collettivi la possibilità di definire “schemi retributivi modulari e incentivanti, che tengano conto delle modalità di svolgimento della prestazione e dei diversi modelli organizzativi”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Logistica

Altri articoli della stessa categoria

Porto di Trieste: traffico ferroviario in crescita del 7,37%

venerdì 20 settembre 2019 12:36:27
Cresce il trasporto su ferro del 7,37% per lo scalo di Trieste (5.171 treni movimentati) nel primo semestre 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. Doppia...

Consiglio Alis: confermata la visione green del Cluster in vista dell'Assemblea del 12 novembre

mercoledì 18 settembre 2019 11:45:18
  In vista del Assemblea Generale programmata per 12 novembre, si è riunito a Roma il Consiglio Direttivo di ALIS. L'associazione sta continuando...

Federlogistica: chiudere i porti per fermare la contraffazione non risolve il problema

lunedì 16 settembre 2019 11:24:47
Chiudere i porti della contraffazione per non danneggiare le imprese e i consumatori italiani. L'affermazione del ministro dell'Agricoltura, Teresa Bellanov...

Sostenibilità: Gls lancia un nuovo imballaggio costituito all’80% da plastica riciclata

lunedì 16 settembre 2019 11:53:34
L'operatore logistico GLS punta sull’ecosostenibilità del proprio business con le nuove buste in plastica riciclata. L’azienda...

Semplificazione del sistema logistico: Confitarma condivide le proposte del Cnel

lunedì 16 settembre 2019 19:42:11
Tre proposte di legge per la semplificazione normativa del sistema della logistica italiana sono state annunciate in Aula alla Camera dei...