Sezione: Focus

In orbita Cosmo-SkyMed di seconda generazione

CONDIVIDI

mercoledì 18 dicembre 2019

Si apre una nuova fase per il monitoraggio della Terra e delle emergenze ambientali. Il satellite di seconda generazione Cosmo-SkyMed, finanziato e costruito dall’Italia, è stato infatti lanciato in orbita dalla base europea di Kourou, in Guiana Francese. Finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana, dal ministero della Difesa e dal Miur e frutto delle competenze dell’industria spaziale italiana, con Leonardo e le sue joint venture Thales Alenia Space e Telespazio, coadiuvate da un numero significativo di Piccole e Medie Imprese, Cosmo-SkyMed consentirà un monitoraggio ancora più preciso. Lo strumento di bordo principale di Cosmo SkyMed è infatti un’antenna radar ad apertura sintetica (Sar) che lavora in banda X, ed è quindi in grado di scrutare la Terra a qualsiasi ora del giorno e della notte e in ogni condizione meteorologica. La prima generazione conta quattro satelliti, lanciati in orbita tra il 2007 e il 2010, e offre immagini radar a clienti di tutto il mondo. A bordo del razzo Soyuz è partito anche il satellite dell’Agenzia Spaziale Europea CHEOPS (Characterising Exoplanet Satellite) per lo studio dei pianeti più grandi della Terra e più piccoli di Nettuno appartenenti ad altri sistemi solari. Anche CHEOPS ha a bordo strumenti chiave targati Leonardo.
“Siamo orgogliosi di partecipare con competenze e tecnologie al programma italiano COSMO-SkyMed Second Generation – ha commentato l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo -. Come già avvenuto per la costellazione attualmente operativa, la nuova generazione rappresenterà il meglio delle capacità di osservazione della terra a servizio di istituzioni e cittadini italiani ed europei per esigenze di sicurezza e difesa. Fedeli alla nostra tradizione di eccellenza nello sviluppo di strumenti per lo studio e l’esplorazione del cosmo - ha aggiunto - siamo certi che il telescopio sviluppato da Leonardo per la missione CHEOPS, fornirà dati e informazioni unici alla comunità scientifica internazionale.”
Leonardo è anche responsabile della gestione delle complesse attività di messa in messa in orbita e testing del satellite il cui quartier generale è la sala LEOP (Launch and Early Orbit Phase) presso il Centro Spaziale del Fucino della controllata Telespazio (67% Leonardo, 33% Thales).
“Il satellite completerà la fase LEOP tra una settimana – ha precisato Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e amministratore delegato di Telespazio -. Per rendere possibili queste cruciali attività di LEOP, recentemente è stata rinnovata una sala con nuove tecnologie e capacità potenziate, che costituirà un asset fondamentale per questi servizi. Telespazio è l’unico operatore privato in Europa in grado di gestire la fase LEOP di una missione satellitare”.
Leonardo, inoltre, ha contribuito al satellite CSG-1 fornendo i sistemi cruciali per l’alimentazione di bordo: i pannelli fotovoltaici (PVA) in fibra di carbonio (8 per satellite con circa 5000 celle solari) e le sofisticate unità elettroniche per la gestione, trasformazione e distribuzione ai sistemi e sottosistemi di bordo, della luce del sole. Il satellite sarà inoltre orientato e mantenuto nella corretta orbita con l’aiuto dei sensori di assetto stellare (A-STR) di Leonardo. Ogni satellite ha a bordo 2 sensori che, come delle bussole, contribuiscono a guidare ed orientare il satellite nello spazio. Il lancio del secondo satellite COSMO-SkyMed avverrà a distanza di un anno dal primo.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Aeroporto di Palermo: nel 2020 passeggeri diminuiti di oltre il 60%

L’aeroporto internazionale di Palermo ha chiuso il 2020 registrando complessivamente 2.688.042 passeggeri transitati (il 2019 si era chiuso con sette milioni di passeggeri: +6% rispetto al...

Ristori: in arrivo fondi per gli Open bus, pubblicato il decreto con le disposizioni per il riparto

In arrivo ristori per le aziende che gestiscono servizi di trasporto con gli open bus. E' stato pubblicato, infatti, il decreto del ministro per i beni culturali ed il turismo che individua le...

Bollo auto: come calcolare importo ed eventuali agevolazioni

Se per il 2020 l’emergenza Covid-19 aveva determinato una moratoria (ne avevamo parlato qui), per il 2021 si dovrà tornare a pagare il bollo auto secondo le norme standard - ossia entro...

Ricarica elettrica: Enel X e IP attivano le prime stazioni ultrafast in Italia

Una rete di stazioni ultrafast che permetterà ai possessori di veicoli elettrici e ibridi plug-in di fare il pieno di energia in circa 15 minuti. L'iniziativa è targata Enel X e IP, che...

De Micheli: nel Recovery Plan 5 miliardi per il trasporto pubblico locale

Nel Recovery Plan sono previsti 5 miliardi per il trasporto locale, ai quali ne vanno aggiunti i 2 della legislazione vigente. L'ha detto il ministro dei Traporti, Paola De Micheli, partecipando a...

Costa Crociere: varo tecnico per la nuova Costa Toscana alimentata a LNG

Al via il varo tecnico, in Finlandia, della nuova ammiraglia di Costa Crociere, Costa Toscana, che entrerà in servizio a dicembre 2021. Come Costa Smeralda, la nuova nave è...

Regione Lazio: 300mila euro per realizzare la Pista ciclabile Circumlacuale del Lago di Bracciano

La Giunta Zingaretti si impegna a stanziare 300.000 euro nel 2021 per finanziare la progettazione esecutiva della Pista ciclabile Circumlacuale del Lago di Bracciano. Si tratta di un progetto che...

Al consorzio guidato da e-GEOS la gara per monitorare via satellite i movimenti del suolo

Il consorzio ORIGINAL (OpeRatIonal Ground motion INsar Alliance) guidato da e-GEOS, azienda costituita da Telespazio e dall’ASI, si è aggiudicato il contratto quadro di servizio...