Rimorchi e semirimorchi: mercato in perdita del 21,2% nel 2020

CONDIVIDI

giovedì 21 gennaio 2021

Nel mese di dicembre 2020 il mercato dei rimorchi e semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5t denuncia una condizione di stabilità rispetto al dicembre 2019, facendo registrare +0,8% (1.066 unità immatricolate contro 1.058). La stima porta il dato consolidato dell’intero 2020 ad una perdita del 21,2% rispetto al 2019, con 11.356 unità immatricolate contro 14.406.
Il report è stato stilato dal Centro Studi e Statistiche di UNRAE, l’Associazione delle Case estere, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

“In caduta pressoché costante dal gennaio 2019 – commenta Paolo A. Starace, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Unrae – il mercato dei rimorchiati avrebbe comunque consegnato un altro anno negativo, visto che il 2019 aveva chiuso a -7,1% sul 2018. La situazione indotta dalla crisi sanitaria mondiale ha accentuato la debolezza del comparto aggravandone ulteriormente i risultati: il 2020 chiude infatti con una perdita a due cifre. Un - 21,2% che mette ancora di più a nudo la forte elasticità della domanda e quindi la dipendenza delle immatricolazioni dalla disponibilità di sostegni agli investimenti degli autotrasportatori italiani”.

“La discontinuità nei periodi di finanziamento condiziona sensibilmente i risultati del mercato dei rimorchiati – osserva Paolo A. Starace – rallentando, anche in questo comparto, la transizione verso una mobilità delle merci sempre più attenta alla sostenibilità ambientale. Questa spinta green si concretizza, per i trainati, attraverso contributi indirizzati soltanto alle unità allestite per i trasporti intermodali, dove da qualche tempo si riscontrano difficoltà ad utilizzare tutti i fondi disponibili. Per questo riteniamo che sia giunto il tempo di correggere questa miopia. Anche i veicoli trainati possono fornire notevoli contributi al risparmio energetico, e quindi alla sostenibilità ambientale del trasporto merci, nonché alla sicurezza della circolazione, attraverso una serie di  accorgimenti costruttivi e allestimenti specifici che i costruttori di rimorchi e semirimorchi sono oggi in grado di fornire sui prodotti di ultima generazione. Non è dunque sufficiente limitarsi a spingere lo shift modale verso il ferro per aumentare la sostenibilità complessiva del trasporto”.
“Un altro settore che merita l’attenzione del decisore politico in termini di sostegno – sottolinea ancora Paolo A. Starace – è quello degli allestimenti che equipaggiano autoveicoli e rimorchi destinati al trasporto specifico, quale quello dei generi alimentari in temperatura controllata o delle materie pericolose".

Starace infine auspica incentivi che favoriscano l’impiego di motorizzazioni alternative anche su quegli allestimenti che necessitano di fonti autonome di energia a veicolo fermo, come impianti frigoriferi o sistemi di sollevamento.

Tag: unrae, intermodalità, rimorchi, semirimorchi

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Unrae: a ottobre 2021 -11,2% per il mercato rimorchi e semirimorchi

Dopo i dati negativi del mercato veicoli industriali  registrati a ottobre 2021 (ne abbiamo parlato qui), arrivano segnali analoghi da quello dei rimorchiati. Il Centro Studi e Statistiche...

Autotrasporto: Giovannini firma i decreti, in arrivo 100milioni di euro per l'acquisto di veicoli ecologici

Firmati oggi dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, due decreti che mettono in campo 100 milioni di euro per agevolare l'acquisto di mezzi...

Mercato auto Europa: ottobre registra il volume più basso di sempre (-29,3%)

Cali di vendite intorno a un terzo dei volumi per il mercato dell’auto in Europa: l'Italia spicca con il calo più alto. In totale a ottobre in Europa sono state immatricolate 798.693...

Unione Interporti Riuniti: Franco Pasqualetti (Interporto Padova) nominato vicepresidente

Il presidente di Interporto Padova spa, Franco Pasqualetti, è stato nominato vicepresidente dell'Unione Interporti Riuniti (Uir) nel corso del direttivo dell'associazione che si è...

Anfia: calo a doppia cifra per il mercato autocarri (-18,3%) e autobus (-48,7%)

Sul comparto dei veicoli industriali pesa la crisi delle materie prime, in particolare lo shortage di semiconduttori, che causa ritardi di molti mesi nei tempi di produzione e consegna dei...

Mercato veicoli commerciali: a ottobre calo del 19,1% sul 2020 e del 12% rispetto al 2019

A ottobre, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche UNRAE, si è registrata una pesante caduta del mercato dei veicoli commerciali. Sono stati immatricolati 15.130 veicoli, pari a un...

Manovra: nasce il Fondo per la strategia di mobilità sostenibile

Contribuire al raggiungimento degli obiettivi del pacchetto green della Commissione europea per ridurre, entro l'anno 2030, le emissioni nette di almeno il 55%, rispetto ai livelli registrati...

Unrae, ottobre negativo per il mercato industriali: pesano carenza di componenti e materie prime

A ottobre il mercato dei veicoli industriali segnala un calo del 12,7% per tutte le classi di peso. Lo ha comunicato l'Unrae spiegando che la causa è a monte della produzione, nella carenza di...