Mercato europeo autocarri, Anfia: nel primo semestre 2022 calo del 24% per i leggeri, pesanti -3%

CONDIVIDI

martedì 4 ottobre 2022

Anfia ha pubblicato un nuovo focus di approfondimento sull’andamento del mercato europeo dei veicoli commerciali, autocarri e autobus nel primo semestre 2022.

Nei primi 6 mesi del 2022, il mercato dei veicoli commerciali leggeri, nell’UE-EFTA-UK, si attesta a 825mila unità e registra un calo del 24% rispetto al primo semestre 2021.
Il mercato degli autocarri con ptt superiore a 3.500 kg conta oltre 176mila nuove registrazioni, in perdita del 3%.
Inoltre, analizzando il mercato degli autocarri per segmento, gli autocarri pesanti (ptt ≥16.000 kg), con 148mila unità vendute registra una variazione negativa dello 0,4%.
Gli autobus con ptt superiore a 3.500 kg sono 16mila con una crescita del 4,9%.

Veicoli commerciali leggeri: diminuzione del 24%

Il mercato dei veicoli commerciali leggeri (VCL), che include van, furgoni, pick-up e autocarri piccoli, ha registrato nell’area UE-EFTA-UK oltre 825.000 nuove immatricolazioni nei primi 6 mesi del 2022, in diminuzione del 24% sui volumi del primo semestre 2021.
In tutti i major markets europei si registrano cali a doppia cifra, -22,1% in Germania, -24,4% in Francia, -24,6% in UK, e -35,4% in Spagna. Solo l’Italia ha un calo più contenuto rispetto al 2021 con una variazione negativa dell’11,2%.

Le nazioni con maggior numero di immatricolazioni sono la Francia con 183.272 nuove targhe (22,2% del mercato), seguita dal Regno Unito con 144.384 immatricolazioni (quota 17,5%), dalla Germania 109.618 (quota 13,3%). Al 4° posto l’Italia con 86.700 nuove targhe ed il 10,5% di quota di mercato e al 5° la Spagna con 56.907 immatricolazioni (quota 6,9%).

I primi 5 Top Market detengono insieme il 70,4% del mercato (581mila immatricolazioni), lasciando il restante 29,6% (244.382 immatricolazioni) agli altri 25 paesi dell’area UE-EFTA-UK.

Autocarri: calo del 3% rispetto al primo semestre 2021

Nel mercato UE-EFTA-UK le vendite di autocarri medi-pesanti nel primo semestre 2022 totalizzano 176.266 immatricolazioni, con un calo del 3% rispetto al primo semestre 2021.
In molti mercati si registrano cali, -7,6% in Germania, -4% nel Regno Unito, -2,5% in Polonia, -1,5% in Francia e -1,4% in Italia. In crescita Spagna (+5,1%), Paesi Bassi (+6,1%) e Repubblica Ceca (+1%).

Il maggior numero di immatricolazioni si registra in Germania con 38.847 nuovi libretti (e una quota di mercato del 22%) e a seguire Francia con 23.796 (quota 13,5%), UK con 21.466 (quota 12,2%), Polonia con 15.610 (quota 8,9%) ed in 5° posizione l’Italia con 13.385 nuove immatricolazioni ed una quota di mercato del 7,6%.

I primi 5 Top Market detengono il 64,2% del mercato (113.104 immatricolazioni) mentre i restanti 25 paesi dell’area UE-EFTA-UK il 35,8% (63.162 immatricolazioni).

Autocarri ≥16.000 kg: crescita invariata rispetto al 2021 (+0,4%)

Nell’area UE-EFTA-UK le vendite di autocarri ≥16.000 kg nel primo semestre 2022 contano 148.743 unità, con una crescita pressoché invariata (+0,4%) rispetto al primo semestre 2021. La Germania, al 1° posto come numero di immatricolazioni (28.523) registra una variazione negativa del 3,3% e detiene il 19,2% della quota di mercato. A seguire la Francia (21.206 immatricolazioni) con una crescita del 2,6% ed una quota di mercato del 14,3%. Il Regno Unito (16.644 immatricolazioni) cresce del 2,6% e raggiunge l’11,2% di quota. Al 4° posto la Polonia (14.417 immatricolazioni) registra un calo delle vendite del 2,8% ed una quota di mercato del 9,7% ed in 5° posizione l’Italia che con le sue 11.306 immatricolazione registra una perdita del 0,3% e detiene una quota del 7,6%.
I primi 5 Top Market detengono il 61,9% del mercato (92.096 immatricolazioni) mentre i restanti 25 paesi dell’area UE-EFTA-UK il 38,1% (56.647 immatricolazioni).

Autobus: crescita del 4,9%


Nel primo semestre 2022 le vendite di autobus nuovi con ppt >3500 kg registrano un aumento del 4,9%, con 16.221 veicoli immatricolati; nello stesso periodo del 2021 erano 15.461 unità. Il Regno Unito con le sue 2.519 immatricolazioni registra un aumento del 30,2% (con una quota di mercato del 15,5%). A seguire la Francia, che pur con una crescita minima (+0,2%), raggiunge le 2.439 unità (15%), poi la Germania in calo del 20,5% e 2.087 immatricolazioni (12,9%), l’Italia, il quarto paese per immatricolazioni del comparto, perde il 10,6% con 1.465 unità (9%). Infine, la Spagna che registra una crescita del 46,2%, con 1.001 unità immatricolate (6,8% dell’intero mercato).

I primi 5 Markets con 9.611 unità detengono il 59,3% del mercato mentre le restanti 6.610 immatricolazioni (quota 40,7%) sono state registrate nei restanti 25 paesi dell’area UE-EFTA-UK.

Tag: veicoli commerciali, autocarro, anfia, immatricolazioni

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Investimenti autotrasporto 2022: elenco delle imprese ammesse all'incentivo

Pubblicato l'elenco delle domande per l’accesso agli incentivi delle imprese di autotrasporto, relativi al secondo periodo di incentivazione 3 ottobre – 16 novembre 2022. L'elenc...

Un piano strategico per decarbonizzare l'autotrasporto: lo chiedono Anfia, Anita, Federauto, Unatras e Unrae

Adottare un piano strategico per affrontare la decarbonizzazione del trasporto merci su gomma che sia "ambizioso, realistico ed economicamente sostenibile dal sistema Paese". Lo chiedono le...

Veicoli commerciali: mercato europeo ancora giù a ottobre (-8,5%)

Resta negativo il mese di ottobre per il mercato europeo dei veicoli su gomma.  Si tratta del sedicesimo mese consecutivo. A ottobre - secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori...

Possibili chiusure programmate per il traforo del Monte Bianco: allarme di Conftrasporto

Nuove possibili chiusure programmate per il traforo del Monte Bianco.  La galleria potrebbe interdire l'accesso ai veicoli tre mesi all’anno per 18 anni. La misura, secondo il presidente...

Sulla strada muoiono 2 camionisti ogni 3 giorni: Conftrasporto chiede il rispetto della norma di responsabilità condivisa

Nel 2021 sulle strade italiane sono morti due camionisti ogni 3 giorni: +44% rispetto al 2020 (dati Aci). Il dato ha spinto il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè a chiedere...

Mercato autocarri in forte crescita a ottobre 2022: +23,7%

Il mercato veicoli industriali e autobus registra dati positivi a ottobre. L'Anfia registra significativi incrementi a doppia cifra per autocarri e veicoli trainati, mentre gli autobus riportano un...

Limitazioni Brennero: Conftrasporto chiede un incontro urgente

Conftrasporto richiama nuovamente l'attenzione sulla situazione limitazioni per l'autotrasporto lungo la direttrice del Brennero. Secondo l'associazione si profila un rischio ingorgo ...

Limitazioni Brennero: Anita, Fai e Fedit depositano ricorso contro la Commissione europea

Il 70% dell’export italiano passa attraverso le Alpi e la maggior parte di esso transita per il Valico del Brennero, posto lungo il Corridoio Scan-Med che è uno degli assi portanti della...