Sostenibilità: a Firenze gli utenti ATAF viaggiano gratis sul bus elettrico eCitaro

giovedì 21 febbraio 2019 16:58:56

Dal 19 febbraio 2019 per due settimane, i passeggeri dei servizi di linea di ATAF Firenze possono viaggiare in anteprima su un veicolo eCitaro Mercedes-Benz completamente elettrico, operativo sulle linee urbane. Il veicolo in test drive è un modello a 2 porte, a disposizione gratuita della cittadinanza e viaggia sulle normali linee urbane, in aggiunta ai mezzi già in servizio.
eCitaro è in servizio dalle ore 9:00 al primo pomeriggio e verrà assegnato a diverse linee a rotazione nelle due settimane di test.

E’ guidato da personale ATAF che è stato adeguatamente formato in Italia. Inoltre, per tutta la durata del progetto, a Firenze è presente il supporto tecnico della Casa Madre e sempre disponibile l’assistenza OMNIplus con personale specializzato su questa tipologia di veicolo. EvoBus Italia ha inoltre dotato ATAF di un caricabatteria portatile con presa combo 2 plug-in per la ricarica in deposito del mezzo.

ATAF con questo progetto intende avvicinare l’utenza ai bus elettrici di nuova generazione. Da un punto di vista tecnico, inoltre, è interessata a verificare l’autonomia e il comportamento di eCitaro nel traffico cittadino, a regime di servizio, a pieno carico, nelle ore di punta e nelle diverse condizioni meteo.
L’uso, infatti, della climatizzazione a bordo incide significativamente sulla carica della batteria e sull’autonomia dei mezzi elettrici ed eCitaro ha adottato soluzioni innovative anche nella climatizzazione, per questo è stato scelto un periodo di test che prevede l’uso del riscaldamento a bordo.

Per la trasmissione, sul nuovo eCitaro vengono utilizzati i collaudati assi elettrici a portale ZF AVE 130 con motori elettrici sui mozzi delle ruote, che sono stati ulteriormente ottimizzati. La potenza di picco dei motori è pari a 2 x 125 kW, mentre la coppia si attesta su 2 x 485 Nm. Grazie al doppio rapporto di trasmissione, la potenza utilizzabile alle ruote raggiunge ben 11.000 Nm. Il sistema è realizzato in modo da mettere a disposizione l'intera forza di trazione sin dalla partenza, assicurando un'adeguata dinamica anche con il numero massimo di passeggeri a bordo.

Le batterie agli ioni di litio, con una capacità complessiva che raggiunge i 243 kWh, provvedono all'alimentazione elettrica. Le batterie sono composte da un massimo di 10 moduli aventi ciascuno una capacità di circa 25 kWh. Oltre ai due moduli delle batterie dislocati sul tetto, dell'equipaggiamento di serie fanno parte quattro moduli collocati sul lato posteriore del veicolo. Inoltre, a seconda delle esigenze del cliente, è possibile collocare sul tetto altri due o quattro moduli. Nella dotazione con tutti i moduli, l'eCitaro nella versione di serie pesa circa 13,44 t. Un valore, questo, che corrisponde ad una massa complessiva di 19,5 t per una capacità di trasporto di circa 88 passeggeri.

Grazie alla sua tecnologia di ricarica, l'eCitaro si adatta alle richieste e alle esigenze individuali delle aziende di trasporto. Per l'avvio della produzione in serie è prevista la ricarica tramite connettore. Per tale ragione l'autobus urbano dispone di serie di un collegamento per il connettore Combo 2 collocato a destra nella direzione di marcia sopra il passaruota anteriore. Se si intende incrementare l'autonomia equipaggiando il veicolo con un sistema di ricarica intermedia, il Citaro può essere ricaricato a richiesta tramite assorbitore di corrente sul tetto. Per questo equipaggiamento sono previste due versioni, disponibili in tempi diversi: l'assorbitore di corrente e le aste di ricarica installati sul tetto del veicolo (pantografo) consentono di effettuare la ricarica utilizzando l'assorbitore di corrente fisso delle stazioni di ricarica.
L'eCitaro ricarica inoltre le sue batterie durante la marcia recuperando l'energia erogata in frenata. Il recupero avviene in questo caso in modo analogo al comando del retarder, quindi azionando il pedale del freno, oppure tramite la leva del freno "E" a cinque stadi disposta sul piantone dello sterzo.

Questo test drive italiano con ATAF rientra in un più vasto progetto europeo che Mercedes-Benz ha avviato coinvolgendo 14 paesi (Lussemburgo, Polonia, Francia, Italia, Austria, Russia, Belgio, Olanda, Ungheria, Danimarca, Spagna, Finlandia, Estonia, Norvegia). Proprio in questo momento sono diversi i Mercedes-Benz eCitaro, a due e a tre porte, che in tutta Europa stanno affrontando i test drive: le aziende di trasporto, infatti, lo stanno mettendo alla prova sulle loro linee.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autobus

Altri articoli della stessa categoria

Settimana mondiale della sicurezza stradale, FlixBus presenta il FlixSafety Concept

lunedì 6 maggio 2019 15:39:35
In occasione della settimana mondiale della sicurezza stradale, indetta dalle Nazioni Unite da oggi fino al 12 maggio, FlixBus, operatore europeo della...

Pasqua e Primo maggio: ecco dove sono andati in vacanza gli Italiani

giovedì 2 maggio 2019 18:47:01
Toscana e Veneto le regioni più gettonate, all'estero trionfa la Francia. Sempre più Italiani abbracciano la mobilità integrata e...

Ponti primaverili: al completo i bus speciali per Jesolo di Mom

martedì 23 aprile 2019 15:04:06
Cinquecento passeggeri hanno utilizzato i servizi speciali MOM nelle prima data dei ponti di primavera. Tutti al completo i quattro maxi bus messi in servizio...

Roma, Bus Turistici: arriva il servizio di mobile ticketing

venerdì 29 marzo 2019 10:44:41
I turisti in visita nella capitale che usufruiscono dei servizi del circuito sightseeing Hop-on Hop-off, potranno ora acquistare il titolo di viaggio...

Gacha, il primo robot bus all-weather con pneumatici Nokian Hakkapeliitta

lunedì 25 marzo 2019 14:07:57
Gacha è il primo robot bus a guida autonoma al mondo in grado di viaggiare in qualsiasi condizione meteo. Presentato al pubblico in questi giorni...