Fase2, trasporto pubblico: riparte in sicurezza il servizio di MarinoBus

CONDIVIDI

martedì 28 aprile 2020

Riparte il servizio di MarinoBus nella notte tra il 3 e il 4 maggio, dopo la sospensione avvenuta in seguito alle misure restrittive adottate dal Governo per far fronte all’emergenza Coronavirus. I biglietti sono già acquistabili attraverso gli usuali canali: sito web, app, call center e sportelli territoriali attivi.

“Per noi resta prioritaria la tutela dei nostri passeggeri, di tutti gli autisti, del nostro staff e dei loro cari – commenta Gerardo Marino, Amministratore Unico di MarinoBus –. Ora siamo felici di poter riaccendere i motori e di tornare a trasportare persone e storie, lungo l’Italia e - speriamo presto - l’Europa. Ma l’emergenza non è finita e la gioia della ripartenza può essere tale solo se supportata da scelte responsabili e da soluzioni che salvaguardino ogni nostro viaggiatore e dipendente. Ed è quello che abbiamo fatto istituendo il Protocollo Sicurezza MarinoBus”.

In viaggio, sicuri

Il Protocollo Sicurezza MarinoBus consiste in regole e misure straordinarie messe in campo dall’azienda ed implementate sul campo dal personale di manutenzione e di bordo, che comportano anche nuove modalità di viaggio per la cui efficacia sarà chiesto impegno e collaborazione a tutti i passeggeri.

I mezzi saranno sottoposti ad accurate operazioni d’igienizzazione ordinarie e straordinarie e, successivamente, saranno dotati di copri-sedili monouso e tendine divisorie di protezione, sempre monouso, tra i sedili.

Le sedute saranno alternate in modo da garantire – anche durante il tragitto – la distanza di almeno un metro tra i passeggeri e l’assegnazione dei posti dovrà essere rigorosamente rispettata: non solo per il dovere etico di contribuire alla sicurezza di tutti, ma anche per conformità alle regole sul trasporto in caso dei previsti controlli a bordo da parte delle autorità competenti. Le particolari caratteristiche di comfort dei mezzi MarinoBus: poltrone XXL e ampio spazio per le gambe tra una fila e l’altra, renderanno più agevole il mantenimento delle distanze di sicurezza rispetto alla maggioranza degli operatori di settore.

Per poter accedere al mezzo, tutti i viaggiatori dovranno presentarsi con mascherina protettiva e guanti monouso, già indossati, e con il modulo di autocertificazione previsto dalla legge in duplice copia. Prima di salire a bordo, ai passeggeri sarà rilevata la temperatura corporea mediante termoscanner. Accedendo al mezzo, infine, i passeggeri saranno indotti a calpestare un tappetino igienizzante, posto all’ingresso, in modo da sanificare le suole delle calzature. 

Il loro imbarco e sbarco avverranno dalla porta posteriore del bus al fine di evitare qualsiasi contatto tra la zona-passeggeri e la cabina di guida che sarà appositamente isolata. Durante la fase d’imbarco, ogni utente in coda per la salita dovrà rispettare la distanza di almeno un metro dal viaggiatore precedente e successivo.

I bagagli dovranno essere depositati in una zona nei pressi del bus, indicata dal personale di viaggio che poi ne curerà l’imbarco e lo sbarco: su ogni valigia o altro collo, gli utenti dovranno applicare un’etichetta che, per dimensioni e leggibilità, renda agevole il riconoscimento della destinazione e consentirà la velocizzazione delle operazioni. Peraltro, per l’intero mese di maggio, ogni utente potrà portare con sé un bagaglio in più, rispetto alle usuali e già generose disposizioni in merito da parte di MarinoBus: potrà così stivare ben tre bagagli e portarne con sé a bordo uno di dimensioni minori.

Il Protocollo Sicurezza MarinoBus sarà divulgato in molteplici modalità: su una pagina ad hoc del sito aziendale, inviata come link ad ogni passeggero via sms; tramite il servizio clienti che ricorderà telefonicamente l’obbligatorietà delle regole a ogni passeggero che avrà chiesto assistenza; mediante video illustrativi diffusi sui principali canali social dell’azienda; infine, con le newsletter indirizzate a utenti e agenzie.

Tag: marinobus, coronavirus

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Arriva MarinoBus Moving Talent, l'iniziativa che facilita la partecipazione dei gruppi agli eventi

Facilitare la partecipazione di talenti a manifestazioni pensate per accrescere la conoscenza, agevolare lo scambio di idee e consentire la dimostrazione di capacità personali. A questo punta...

MarinoBus: dal 1° giugno disponibile PostoPiù, la tariffa agevolata per viaggiare in modalità premium

MarinoBus lancia la tariffa PostoPiù: a partire dal 1° giugno, cioè da quando i bus con il picchio torneranno a muoversi a pieno carico, i passeggeri potranno viaggiare in...

Emergenza Ucraina: MarinoBus offre trasferimenti gratuiti per i profughi che arrivano in Italia

Anche il mondo del trasporto su gomma si attiva per aiutare i cittadini ucraini in fuga dal conflitto che cercano rifugio anche in Italia. A chi è fornito di passaporto ucraino, MarinoBus...

Cresce la protesta no vax dei camionisti in Canada: Ottawa dichiara lo stato di emergenza

A Ottawa, in Canada, dichiarato lo stato di emergenza a causa delle proteste dei camionisti contrari alle restrizioni Covid-19. Il cosiddetto "Freedom Convoy", il convoglio della libertà, sta...

Trasporto passeggeri: MarinoBus intensifica i collegamenti con la Calabria

Novità per la rete di trasporto passeggeri su gomma targata MarinoBus rispetto ai collegamenti da e per la Calabria. Dal primo agosto saranno sia raddoppiati i collegamenti con Roma, peraltro...

Trasporto passeggeri: Marinobus intensifica le corse in Calabria

Il trasporto passeggeri lancia importanti segnali di ripresa dopo la difficile fase delle restrizioni collegate alla pandemia. Dal 4 luglio, in vista degli spostamenti estivi, i pullman “con il...

MarinoBus porta Dante Alighieri sulle strade d'Italia e d'Europa

Omaggiare un emblema dell’italianità per celebrare e supportare il Paese nella sua ripresa post Covid. È lo scopo dell’iniziativa “La diritta via” di Marino Bus...

Covid-19: il Green Pass per circolare tra regioni convince MarinoBus

Un certificato che è un semaforo verde tra regioni, che siano esse gialle, arancioni o rosse: si tratta del Green Pass previsto dall’ultimo Dpcm in tema Covid-19. Cos'è il Green...