Flotte aziendali: nel post-covid meno trasferte e più smart working

CONDIVIDI

mercoledì 23 settembre 2020

I trend della mobilità flotte aziendali nel post COVID sono i protagonisti della sesta edizione del Fleet Motor Day, l’evento annuale dedicato ai gestori delle flotte aziendali promosso presso l’autodromo di Vallelunga da Sumo Publishing, con il patrocinio e la partecipazione dell’Osservatorio Top Thousand (Fleet e Mobility Manager di grandi aziende nazionali e multinazionali), e delle Associazioni ANIASA e UNRAE.

Pur nel rispetto delle normative sul distanziamento sociale, significativa la presenza nella due giorni: un totale di 793 partecipanti, di cui 249 fleet e mobility manager in pista, 27 brand automobilistici protagonisti con 30 novità e anteprime, 937 test drive effettuati.

Lo studio sullo stato dell’arte

Durante i lavori è stato presentato lo studio “Le Flotte non si sono fermate”, condotto tra i mesi di luglio e agosto su un campione di 61 Fleet e Mobility Manager di aziende nazionali e multinazionali di varie dimensioni e appartenenti a diversi settori merceologici, con un parco totale rappresentato di 80.785 veicoli.

La mobilità delle flotte nel post-covid è caratterizzata da una nuova normalità. Oltre 8 fleet manager su 10 segnalano che dopo la ripartenza post lock-down qualcosa è cambiato nella gestione della flotta della propria azienda: per il 53% la gestione è cambiata solo in parte, mentre per un terzo del campione il mutamento è stato più significativo.

A caratterizzare il lavoro: meno trasferte per i dipendenti (lo dichiara l’84% degli intervistati), proroghe dei contratti di noleggio in essere (il 61% dei Fleet Manager lo ha concordato) piuttosto che rinnovi dei veicoli in flotta. Per il 16% degli intervistati il noleggio a medio termine (della durata di alcuni mesi, il cosiddetto “mid- term”) si è rivelato un buon alleato in questa fase per soddisfare esigenze di mobilità limitate nel tempo, mentre il numero dei veicoli in pool e in car sharing è rimasto pressoché invariato. Più rilevante (26%) è la percentuale delle aziende che ha ridotto l’utilizzo dei veicoli operativi.

Adottate soluzioni di micromobilità e flotte più ecologiche. Il 12% degli intervistati dichiara di aver aumentato il numero degli EV nel parco e il 22% afferma di aver accresciuto la flotta di veicoli ibridi. Quasi nessuno ha scelto di ridurne l’incidenza sul parco. Il 16% dei Fleet Manager dice di aver già adottato soluzioni di micromobilità, soprattutto monopattini e scooter (42% del totale micromobilità), più gettonati rispetto alle biciclette.

La parola d’ordine anche nelle flotte è sicurezza, non solo su strada, ma anche all’interno dell’abitacolo attraverso la sanificazione (promossa dal 57% degli intervistati) e l’igienizzazione (adottata dal resto del campione. La frequenza di queste operazioni è diventata molto alta: il 24% le effettua settimanalmente, mentre il 39% addirittura dopo ogni utilizzo (per le auto in pool), ogni intervento riparativo/prima delle riassegnazioni (per le auto in fringe benefit).

È forte e decisa la volontà di non farsi trovare impreparati di fronte a una nuova ondata di Coronavirus. Il 65%, infatti, ha rivelato che, nel caso la pandemia tornasse a farsi sentire in maniera massiccia nel nostro Paese, è stato già predisposto un recovery plan aziendale. Tra le misure previste lo smart working, prassi ormai collaudata; ben il 75% del campione dichiara che la propria impresa ha intenzione di proseguire anche nei prossimi mesi.

Tag: flotte aziendali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Ultimo miglio: Goodyear lancia Sightline, nuova soluzione di pneumatici intelligenti

Grazie alle tecnologie proprietarie di Goodyear per la manutenzione predittiva è ora possibile rispondere a molte fondamentali esigenze di conducenti e di gestori di flotte, tra cui la...

ZF e Goodyear insieme per nuove soluzioni per la gestione di flotte e pneumatici

ZF, multinazionale tedesca produttrice di componenti per l'industria dei trasporti, ha annunciato un accordo a lungo termine con Goodyear per fornire soluzioni avanzate per la gestione di flotte e...

Autotrasporto e sostenibilità: i molteplici vantaggi di una flotta sempre più green

Nazioni Unite e Unione europea si sono date obiettivi ambiziosi in tema di riduzione delle emissioni nocive, da cui dipendono anche gli standard tecnici imposti ai veicoli. La nuova visione genera...

Stop controlli al Brennero: non più necessari test e tamponi per i conducenti

Il Tirolo non è più considerato zona di mutazione del virus COVID-19 dalla Germania, ma solo zona di rischio. Quindi, per i conducenti di mezzi pesanti che entrano in Germania...

Noleggio, Aniasa: un piano d'emergenza per salvare la stagione estiva

Il noleggio in tempo di Covid-19, con specifico riferimento a quello a breve termine che si associa spesso al turismo, ha subito una flessione davvero consistente. È per questo che, a ridosso...

Covid-19: test obbligatorio per chi entra in Spagna dalla Francia

  Per chiunque entri in Spagna dalla Francia via terra sarà obbligatorio effettuare un test Covid-19. Lo stabilisce una nuova normativa pubblicata sulla Gazzetta ufficiale secondo cui i...

Covid-19 e trasporto merci pericolose: arrivano deroghe alle scadenze di patenti e certificati

Il MIMS ha sottoscritto accordi multilaterali in tema di trasporto nazionale e internazionale di merci pericolose su strada (ADR), promossi in ambito internazionale da alcuni Paesi. Lo ha comunicato...

Turismo: la nave da crociera è l'unica zona verde d'Italia

In un'Italia a zone gialle, arancioni e rosse le navi da crociera sono l'unica zona verde. È quanto ha sostenuto Ticketcrociere, l'agenzia di viaggi attiva nel settore, in un suo messaggio ai...