Audi sviluppa la carica bidirezionale: abbattimento dei costi e stabilità della rete

giovedì 23 luglio 2020 12:07:05

Integrare l’auto con l’impianto elettrico domestico? Ora è possibile grazie alla carica bidirezionale sviluppata da Audi in collaborazione con il Gruppo Hanger.

Vehicle-to-home (V2H) è un sistema che garantisce massimi risultati in abbinamento con fonti rinnovabili come il fotovoltaico, favorendo l’abbattimento dei costi energetici e la stabilità della rete.  

“La mobilità elettrica porta l’industria automobilistica e quella energetica a collaborare – commenta Martin Dehm, responsabile tecnico di Audi AG per il progetto di ricarica bidirezionale -. La batteria di Audi e-tron, ad esempio, potrebbe coprire il fabbisogno energetico di una villetta unifamiliare per un’intera settimana. In prospettiva, vogliamo sfruttare questo potenziale e trasformare l’auto in un accumulatore mobile che sia parte integrante della rete”:

Auto elettrica: accumulatore mobile

La batteria ad alto voltaggio dell’auto elettrica potrà essere ricaricata per mezzo della wall box di casa e, al tempo stesso, verrà utilizzata come accumulatore decentralizzato, chiamato a cedere energia all’impianto domestico.

Tramite l’impianto fotovoltaico, si immagazzina temporaneamente nella batteria dell’auto elettrica l’energia in eccesso rispetto al fabbisogno del momento; la vettura “restituirà” poi energia alla casa. Grazie all’abbinamento con un accumulatore domestico, è possibile garantire un’autonomia pressoché totale e la costanza di approvvigionamento anche in caso di blackout.

Il progetto sviluppato da Audi in collaborazione con il Gruppo Hanger richiede tecnologie altamente versatili, in grado di integrare efficacemente a livello domestico e veicolare. Per lo sviluppo delle Vehicle-to-home è stato utilizzato un esemplare di Audi e-tron, dotato di un sistema di ricarica vicino a quanto previsto dal sistema. Il SUV a elettroni è stato alimentato mediante una wall box a corrente continua (DC) con potenza massima di 12 kW e un accumulatore domestico con capacità di 9 kWh. Grazie alla tensione costante garantita dall’impianto, il collegamento tra il sistema fotovoltaico e la vettura avviene senza inverter, a vantaggio dell’efficienza del network.

La tecnologia ha un carattere user friendly. “Il sistema di gestione intelligente della ricarica controlla lo status della batteria, massimizzando l’efficienza della rete – spiega Martin Dehm  -. L’accesso alla nuova tecnologia è quanto di più semplice: si connette l’auto e il resto avviene automaticamente”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Ready for e-tron home: Enel X semplifica la ricarica domestica delle vetture Audi

Grazie al rafforzamento della partnership con Enel X, la ricarica domestica dei modelli elettrici della casa tedesca diventa un’operazione rapida e intuitiva. Nel 2019, al debutto di Audi...

Logistica: Amazon presenta il suo primo veicolo elettrico per le consegne dell’ultimo miglio

Primo veicolo elettrico per Amazon. Nell’ambito dell’impegno espresso con The Climate Pledge per il raggiungimento di zero emissioni di CO2 entro il 2040, Amazon impiegherà 10.000...

Audi Q5 disponibile nelle motorizzazioni 2.0 (35) TDI da 163 CV e 2.0 (45) TFSI da 265 CV

Si amplia la gamma delle Q5 della casa dei quattro anelli. Il modello della gamma Q, sinora offerto nella sola variante 2.0 (40) TDI quattro S tronic 204 CV, è ora disponibile nelle...