Audi sviluppa la carica bidirezionale: abbattimento dei costi e stabilità della rete

giovedì 23 luglio 2020 12:07:05

Integrare l’auto con l’impianto elettrico domestico? Ora è possibile grazie alla carica bidirezionale sviluppata da Audi in collaborazione con il Gruppo Hanger.

Vehicle-to-home (V2H) è un sistema che garantisce massimi risultati in abbinamento con fonti rinnovabili come il fotovoltaico, favorendo l’abbattimento dei costi energetici e la stabilità della rete.  

“La mobilità elettrica porta l’industria automobilistica e quella energetica a collaborare – commenta Martin Dehm, responsabile tecnico di Audi AG per il progetto di ricarica bidirezionale -. La batteria di Audi e-tron, ad esempio, potrebbe coprire il fabbisogno energetico di una villetta unifamiliare per un’intera settimana. In prospettiva, vogliamo sfruttare questo potenziale e trasformare l’auto in un accumulatore mobile che sia parte integrante della rete”:

Auto elettrica: accumulatore mobile

La batteria ad alto voltaggio dell’auto elettrica potrà essere ricaricata per mezzo della wall box di casa e, al tempo stesso, verrà utilizzata come accumulatore decentralizzato, chiamato a cedere energia all’impianto domestico.

Tramite l’impianto fotovoltaico, si immagazzina temporaneamente nella batteria dell’auto elettrica l’energia in eccesso rispetto al fabbisogno del momento; la vettura “restituirà” poi energia alla casa. Grazie all’abbinamento con un accumulatore domestico, è possibile garantire un’autonomia pressoché totale e la costanza di approvvigionamento anche in caso di blackout.

Il progetto sviluppato da Audi in collaborazione con il Gruppo Hanger richiede tecnologie altamente versatili, in grado di integrare efficacemente a livello domestico e veicolare. Per lo sviluppo delle Vehicle-to-home è stato utilizzato un esemplare di Audi e-tron, dotato di un sistema di ricarica vicino a quanto previsto dal sistema. Il SUV a elettroni è stato alimentato mediante una wall box a corrente continua (DC) con potenza massima di 12 kW e un accumulatore domestico con capacità di 9 kWh. Grazie alla tensione costante garantita dall’impianto, il collegamento tra il sistema fotovoltaico e la vettura avviene senza inverter, a vantaggio dell’efficienza del network.

La tecnologia ha un carattere user friendly. “Il sistema di gestione intelligente della ricarica controlla lo status della batteria, massimizzando l’efficienza della rete – spiega Martin Dehm  -. L’accesso alla nuova tecnologia è quanto di più semplice: si connette l’auto e il resto avviene automaticamente”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Auto

Altri articoli della stessa categoria

Ford Otosan: da IFC prestito di 150mln per lo sviluppo dell'automotive in Turchia

giovedì 6 agosto 2020 11:40:01
Ford Otosan, produttore di automobili con sede a Istanbul, ha ricevuto un prestito di 150 milioni di dollari da parte di The International Finance Corporation...

Sintesi decennale sul mercato automotive, Unrae: in Italia 6 auto su 10 superano i 10 anni

giovedì 6 agosto 2020 14:14:14
In Italia circolano 38.360.000 auto, il 60% delle autovetture appartiene alle classi da Euro 0 a Euro 4. L’età media delle vetture che circolano...

Audi e-tron: integrazione dei sistemi di bordo per garantire comfort, sportività ed efficienza 

giovedì 6 agosto 2020 15:04:53
Audi continua a rivoluzionare il mondo delle auto. Dalla Ur-quattro, la prima vettura europea dotata delle 4WD, all’odierno assetto EFP...

Automotive: produzione italiana in calo a giugno 2020 (-39,4%)

giovedì 6 agosto 2020 19:20:36
A giugno 2020, secondo i dati Istat, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un calo tendenziale del 39,4%, mentre...

Mercato auto, Anfia: a luglio ancora in calo (-11%), ma in recupero rispetto a giugno

martedì 4 agosto 2020 08:57:08
Il mercato italiano dell’auto totalizza a luglio 136.455 immatricolazioni, l’11% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. Il consuntivo dei...