Acea: mercato europeo dell'auto a picco. Cali a doppia cifra per i 5 principali mercati

CONDIVIDI

giovedì 16 settembre 2021

Nel complesso dei Paesi dell’Unione europea allargata all’EFTA e al Regno Unito, a luglio 2021 le immatricolazioni di auto sono state 978.918 unità, il 23,6% in meno rispetto a luglio 2020. Ad agosto, invece, il mercato si è fermato a 724.710 immatricolazioni complessive, il 18,1% in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
Nel periodo gennaio-agosto 2021, poi, i volumi immatricolati hanno raggiunto 8.188.886 unità, con una variazione positiva del 12,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma bisogna tenere a mente che la prima parte del 2020 è stata praticamente azzerata dal Covid.

Sono questi i principali dati del mercato automotive resi noti dall'associazione europea dei costruttori Acea.

Immatricolazioni luglio-agosto 2021 nei principali mercati europei

I cinque major market (incluso UK), nel complesso, hanno riportato una flessione più pesante rispetto alla media del mercato (-27%), e sono tutti in calo a due cifre: la Francia con il ribasso più marcato (-35,3%), seguita da Regno unito (-29,5%), Spagna (-28,9%), Germania (-24,9%) e Italia (-19,2%). Ad agosto, mese dai volumi tradizionalmente bassi, il mercato europeo è calato un po’ meno (-18,1%), ma i major market, per il secondo mese consecutivo, hanno riportato forti flessioni a doppia cifra: Spagna -28,9%, Italia -27,3%, UK -22%, Germania -23% e Francia -15%.

Italia

In Italia, le immatricolazioni totalizzate a luglio 2021 si attestano a 110.459 unità (-19,2%), mentre ad agosto i volumi ammontano a 64.689 unità (-27,3%). Nei primi otto mesi del 2021, si registrano 1.060.182 immatricolazioni complessive, con un incremento del 30,9% rispetto ai volumi dello stesso periodo del 2020. Analizzando il mercato per alimentazione, le autovetture diesel rappresentano il 23,5% del mercato dei primi otto mesi del 2021, 10,5 punti percentuali in meno rispetto al 2020, in calo del 12,3%. In flessione anche le autovetture a benzina, -1,6% e 41,7% di quota. Nello stesso periodo, le auto ad alimentazione alternativa, invece, aumentano del 154,8% e rappresentano il 45% del mercato, così suddivise: le ibride non ricaricabili sono il 27,9% del mercato, in crescita del 217,4%, le ibride ricaricabili il 4,5% (+401%), le elettriche il 3,6% (+187,3%) e quelle a gas il 9,1%, in aumento del 34,6% (di cui il 6,8% sono GPL, +39%, e il 2,3% sono a metano, +22,9%).
Il Gruppo Stellantis ha registrato, in Europa, 183.992 immatricolazioni nel mese di luglio 2021 (-26,2%) con una quota di mercato del 18,8%, mentre ad agosto le unità registrate ammontano a 122.836 (-29,4%), con una quota del 16,9%. Nel periodo gennaio-agosto 2021, i volumi ammontano a 1.684.112 unità (+14,8%), con una quota del 20,6% (era 20,2% nei primi otto mesi del 2020).

Spagna

La Spagna totalizza 83.900 immatricolazioni a luglio 2021 (-28,9%) e 47.584 unità ad agosto (-28,9%). Nei primi otto mesi dell’anno, il mercato risulta in crescita del 12,1%, con 588.314 unità immatricolate.
Le autovetture a benzina rappresentano il 47,6% del mercato di gennaio-agosto, in flessione dello 0,3%, mentre quelle diesel rappresentano il 20,3% del totale (-17,7%). A seguire, le vetture ibride non ricaricabili, con il 24,2% di quota nel cumulato. Le auto elettriche (2,1% di quota e +53,8% rispetto a gennaio agosto 2021) e le ibride plug-in (4,4% di quota e +178,3%) sono quelle con la quota di mercato più bassa tra i major market. Infine, le auto a gas rappresentano l’1,5% del mercato, in crescita del 24,1%.

Francia

In Francia, a luglio 2021, si registrano 115.713 nuove immatricolazioni, in calo del 35,3% rispetto a luglio 2020. Ad agosto, il mercato totalizza 88.065 unità, in calo del 15% rispetto ad agosto 2020. Nei primi otto mesi dell’anno, i volumi totalizzati risultano superiori del 12,8% a quelli di gennaio-agosto 2020, ammontando a 1.126.543 immatricolazioni.
In riferimento alle alimentazioni, nel periodo gennaio-agosto 2021 le autovetture a benzina rappresentano il 41,8% del totale, in calo del 5,3%, mentre le auto diesel, con il 22,5% del mercato, risultano in flessione del 18,1%. Le auto ibride non ricaricabili crescono da inizio anno del 108,4%, con una quota del 16,9%, mentre quelle ricaricabili, l’8% del totale, crescono del 177,5%. Le auto elettriche, con una quota dell’8%, risultano in aumento del 48,6%, mentre quelle a gas, con il 2,8% di quota, sono quattro volte quelle dello stesso periodo del 2020.

Germania

Nel mercato tedesco sono state immatricolate a luglio 236.393 unità (-24,9%), mentre ad agosto si registrano 193.307 unità (-23%). A gennaio-agosto 2021, le immatricolazioni si attestano a 1.820.589 unità, in crescita del 2,5%.
Le autovetture ibride rappresentano la quota più alta del mercato nel 2021, il 28,3%, di cui il 12% sono ibride ricaricabili. Le autovetture a benzina rappresentano il 38,3% del mercato, mentre quelle diesel sono il 21,7%. La quota di auto elettriche, l’11,2%, è la più alta tra i major market, mentre le autovetture Gpl e a metano valgono, insieme, mezzo punto percentuale.

Gran Bretagna

Il mercato inglese, infine, a luglio totalizza 123.296 nuove autovetture immatricolate (-29,5%), mentre ad agosto le unità immatricolate si attestano a 68.033 unità (-22%).
Nei primi otto mesi dell’anno, le immatricolazioni si attestano a 1.101.302 unità, il 20,3%
in più rispetto a gennaio-agosto 2020.
Per tipo di alimentazione, le auto diesel detengono una quota del 9,7% nel cumulato dei primi otto mesi (-34%), le vetture a benzina del 47,9% (-3%), le ibride non ricaricabili del 27,4%. Infine, le autovetture ricaricabili rappresentano il 6,6% del mercato (+143,6%) e le auto elettriche l’8,4% (+106,7% rispetto a gennaio-agosto).

Tag: acea

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mercato auto europeo ancora negativo a marzo (-18,8%)

Sono state 1.127.077 le nuove auto immatricolate in Europa a marzo, in calo del 18,8% rispetto a marzo 2021. Sulla base delle rilevazioni ACEA, nel primo trimestre del 2022 le auto immatricolate sono...

Acea: a marzo 2022 mercato europeo dei veicoli commerciali ancora in calo (-24,9%)

Mercato Ue dei veicoli commerciali ancora in negativo. Secondo i dati dell'ACEA, a marzo 2022, le immatricolazioni confemrano il ribasso, con il nono calo mensile consecutivo: un pesante -24,9%...

Le raccomandazioni dei costruttori europei per la revisione della direttiva ITS

Negli ultimi 10 anni, la direttiva sui sistemi di trasporto intelligenti (Direttiva ITS) ha rappresentato il quadro normativo di riferimento per accelerare e coordinare la diffusione e l'uso degli...

Acea: a febbraio flessione del 15,7% per il mercato europeo dei veicoli commerciali

Secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei, il mercato europeo dei veicoli commerciali ha registrato a febbraio una flessione del 15,7% con 131.874 immatricolazioni. Il calo...

Vendite camion in Europa: in crescita diesel +11,9% ed elettrico +27,5%

Arrivano nuovi dati dall'Acea per quanto riguarda le immatricolazioni di mezzi pesanti nel mercato europeo. L'associazione di costruttori europei segnala che nel 2021 le immatricolazioni di...

Inizio d’anno con segno negativo per il mercato europeo dell'auto

In continuità con la tendenza che ha caratterizzato la seconda parte dello scorso anno, si apre con segno negativo il 2022 del mercato auto europeo. Secondo i dati diffusi da Acea, sono...

Veicoli commerciali Ue: Acea, nel 2021 immatricolazioni in crescita del 9,6%

Nel 2021 le immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa hanno registrato un incremento del 9,6% su base annua a 1.880.682 unità, mentre a dicembre sono scese dell'8,4% a 155.963...

Trasporto merci a emissioni zero: il nuovo direttore di Acea veicoli commerciali chiede il potenziamento delle infrastrutture

Martin Lundstedt, Ceo del gruppo Volvo, è stato nominato direttore della sezione veicoli commerciali dell’Associazione europea dei produttori di automobili (Acea). Lundstedt, che...