Mercedes-Benz: in arrivo il nuovo Actros L, più spazioso e più sicuro

giovedì 24 giugno 2021

Dopo i due nuovi modelli lanciati da Mercedes-Benz Trucks nel 2021, ovvero l’Actros F e l’edizione limitata Actros Edition 2, è in arrivo nella casa della Stella l’Actros L, il veicolo più grande della gamma.

Si tratta di un truck per carichi pesanti con alimentazione a gasolio e, sebbene ordinabile in Europa dal 1° luglio 2021, entrerà in produzione nel novembre 2021.

Actros L: più spazio e più comfort

Gli spazi dell’Actros L sono ampi a cominciare dalla cabina di guida che, disponibile nelle varianti StreamSpace, BigSpace e GigaSpace, presenta una larghezza di 2,50 metri. L’assenza del tunnel motore nella cabina di guida consente di ottenere un pavimento piatto e, conseguentemente, un ambiente più confortevole. L’isolamento acustico migliorato nella cabina non lascia penetrare i rumori indesiderati e favorisce così il relax, soprattutto durante i periodi di riposo.
Contribuisce al comfort anche la posizione di seduta più bassa di 40 millimetri, che consente allo stesso tempo una confortevole visuale sulla strada.

L'impegno sulla sicurezza di Mercedes-Benz

Coerentemente rispetto ai suoi programmi, anche con l’Actros L Mercedes-Benz Trucks si pone l’obiettivo di contribuire ad una circolazione stradale priva di incidenti. È per questo che Mercedes ha predisposto Adas come il sistema antisbandamento, l’assistente al mantenimento della distanza e MirrorCam come alternativa agli specchi retrovisori principali e grandangolari, ai quali si aggiungono poi altre numerose dotazioni sul fronte della sicurezza.
A richiesta per l’Actros L è disponibile, ad esempio, il sistema di assistenza alla svolta Mercedes-Benz S1X, con una funzione aggiuntiva rispetto al precedente sistema S1R, che, in determinate circostanze, può salvare la vita. Il sistema denominato Active Sideguard Assist, infatti, oltre ad allertare il conducente della presenza di ciclisti o pedoni in movimento sul lato passeggero, può anche effettuare una frenata automatizzata fino al completo arresto del veicolo (in caso di velocità di svolta non superiore ai 20 km/h), se il conducente non reagisce ai segnali di avvertimento. L’Active Sideguard Assist è in grado di rilevare la necessità di questo intervento frenante sulla base dell’angolo di sterzata e, entro determinati limiti, può evitare una possibile collisione.
Un’ulteriore opzione di equipaggiamento per l’Actros L è l’Active Drive Assist di seconda generazione (ADA 2). In determinate condizioni, il sistema supporta attivamente il conducente nella guida longitudinale e trasversale del veicolo e può mantenere automaticamente la distanza, accelerare e sterzare, a condizione che siano soddisfatti i requisiti di sistema necessari, come un raggio di curva sufficiente o linee di demarcazione della carreggiata chiaramente visibili. Inoltre, la funzione parziale Emergency Stop Assist inclusa nell’ADA 2 è in grado di avviare un arresto di emergenza se il conducente non controlla più il volante nonostante gli avvertimenti ottici ed acustici attivati dal sistema. Una volta che il truck si è fermato, il sistema può inserire automaticamente il nuovo freno di stazionamento elettronico. Inoltre, le porte vengono sbloccate in modo da consentire a paramedici o ad altri soccorritori di raggiungere direttamente il conducente in caso di emergenza medica.
Se è prescritto per legge un sistema di assistenza alla frenata d’emergenza, inoltre, l’Actros L dispone di serie anche di Active Brake Assist (ABA) della quinta generazione con riconoscimento dei pedoni. Si tratta di un sistema che può aiutare ad evitare incidenti causati, ad esempio, da distrazione del conducente, distanza insufficiente o velocità inappropriata, nei quali il truck tampona un veicolo che precede o è fermo sulla carreggiata oppure rischia di urtare frontalmente contro un pedone. L’ABA 5 opera con una combinazione di radar e telecamere. Se il sistema rileva il pericolo di un incidente che coinvolge un veicolo che precede, un ostacolo fisso o una persona che attraversa provenendo dalla direzione opposta, che si muove nella propria corsia o che si ferma improvvisamente in preda allo spavento, il conducente riceve in prima battuta un avvertimento ottico ed acustico. Se il conducente non reagisce adeguatamente, in una seconda fase il sistema può avviare una frenata parziale. Se, ciò nonostante, è imminente una collisione, l’ABA 5 può eseguire una frenata di emergenza automatica) fino a una velocità del veicolo di 50 km/h in caso di persone in movimento). Infine, quando il veicolo è fermo, viene inserito automaticamente il nuovo freno di stazionamento elettronico.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata