Fca-Peugeot: nasce il colosso mondiale dell'auto

giovedì 31 ottobre 2019 10:50:44

Nasce un nuovo colosso mondiale dell'auto dalla fusione di Fca-Peugeot. Nel comunicato ufficiale che sancisce l’aggregazione si sottolinea che il nuovo gruppo sarà controllato al 50% dagli azionisti del gruppo Psa e al 50% dagli azionisti di Fca.

Il nuovo gruppo sarà posseduto da una società paritetica con sede in Olanda. Il consiglio di amministrazione della società Fca-Psa sarebbe composto da 11 membri presieduto da John Elkann e con Carlos Tavares come amministratore delegato: 5 saranno nominati da Fca (incluso John Elkann) e 5 nominati da Psa (inclusi il senior independent director e il vicepresidente).

Entrambi i consigli di amministrazione hanno dato mandato ai rispettivi team di portare a termine le discussioni per raggiungere nelle prossime settimane un Memorandum of understanding vincolante.

I termini della fusione

La fusione farà nascere il quarto gruppo mondiale dell’auto con 8,7 milioni di veicoli venduti con ricavi congiunti di quasi 170 miliardi di euro e un utile operativo corrente di oltre 11 miliardi di euro, sulla base dell'aggregazione dei risultati del 2018 ed escludendo Magneti Marelli e Faurecia.

"Sinergie annuali a breve termine stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti". È uno degli obiettivi che si raggiungerebbero con la creazione del nuovo gruppo tra Fca e Psa. Lo scrivono le due società nella nota congiunta diffusa stamattina.

L'aggregazione si fonderà sulla solidità di Fca in Nord America e in America Latina e quella di Psa in Europa e unirebbe "la forza del brand dei due gruppi nei segmenti luxury, premium, veicoli passeggeri mainstream, suv, truck e veicoli commerciali leggeri, rendendoli ancora più forti". La nuova società "unirebbe le ampie e crescenti competenze di entrambe le società in quelle tecnologie che stanno plasmando la nuova era della mobilità sostenibile, tra cui la propulsione  elettrificata, la guida autonoma e la connettività digitale".

Lo statuto della nuova società risultante dalla fusione dovrebbe prevedere che il sistema di loyalty voting operi in modo tale da non assegnare ad alcun azionista voti in assemblea in misura eccedente il 30% del totale dei voti espressi. 

Si prevede inoltre che non ci sia alcun trasferimento dei diritti di doppio voto esistenti, ma che i nuovi diritti di doppio voto speciale maturino dopo un periodo di detenzione delle azioni di tre anni dal perfezionamento della fusione. Un periodo di standstill di 7 anni a partire dal  perfezionamento della fusione troverebbe applicazione in relazione alle partecipazioni azionarie di  Exor, Bpifrance Participations, Dfge la  famiglia Peugeot. 

Exor,  Bpifrance  Participations  e  la famiglia  Peugeot  sarebbero inoltre soggetti a un periodo di lock-up di 3 anni in relazione alle rispettive partecipazioni. Unica eccezione alla  famiglia  Peugeot  sarebbe concesso  di aumentare del  2,5%  la  propria partecipazione nella società risultante  dalla  fusione  nei  primi  3  anni  successivi  al closing, esclusivamente acquisendo azioni da Bpifrance Participations e Dfg. 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Auto

Altri articoli della stessa categoria

Mobilità elettrica: associazioni ambientaliste scrivono al Governo su prestito a FCA

mercoledì 3 giugno 2020 17:40:48
Se FCA vuole accedere al prestito di 6,3 miliardi di euro a tasso agevolato e garantito dallo Stato, deve impegnarsi a creare in Italia una catena di valore...

Mercato auto: a maggio volumi dimezzati (-49,6%)

lunedì 1 giugno 2020 19:14:22
Secondo i dati pubblicati dal Ministero delle  Infrastrutture e dei Trasporti, a maggio il mercato italiano dell’auto totalizza 99.711...

Volkswagen-Ford: nuovi progetti per elettrificazione e veicoli commerciali leggeri

venerdì 29 maggio 2020 13:57:54
L’alleanza globale tra il Gruppo Volkswagen e la Ford Motor Company fa importanti passi in avanti. Il Consiglio di Sorveglianza della Volkswagen ha...

Noleggio auto, Aniasa: dal Mise segnali positivi, necessario attuare subito misure a sostegno del comparto

mercoledì 27 maggio 2020 13:09:05
“Arriva finalmente dal Governo un segnale incoraggiante per la filiera dell’auto. Ora ci aspettiamo che alle parole del Ministro Stefano Patuanelli...

Mercato auto alimentazione alternativa, Anfia: +48% nel 1° trimestre 2020

mercoledì 27 maggio 2020 15:38:29
Il mercato delle autovetture ad alimentazione alternativa dell’area UE a 24 Paesi (esclusi Bulgaria, Croazia, Malta) allargata all’EFTA e al Regno...